Gliatilin Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Gliatilin


GLIATILIN 400 mg capsule GLIATILIN soluzione iniettabile 1000 mg/4 ml

colina alfoscerato

COMPOSIZIONE

Fiale:

Ogni fiala da 4 ml contiene: Principio attivo

Colina alfoscerato 1000 mg

Eccipienti

Acqua per preparazioni iniettabili.

Capsule:

Ogni capsula di gelatina molle contiene: Principio attivo

Colina alfoscerato 400 mg

Eccipienti

Acqua depurata, glicerolo. Costituenti della capsula

Gelatina, esitolo, sorbitani, etile p-idrossibenzoato sodico, propile p-idrossibenzoato sodico, titanio biossido (E 171), ferro ossido-ico (E 172).

FORME FARMACEUTICHE

5 fiale di soluzione iniettabile per via intramuscolare o endovenosa da 1000 mg/4ml 14 capsule di gelatina molle per uso orale da 400 mg

CATEGORIA FARMACO-TERAPEUTICA

Pubblicità

Psicostimolante, attivante il Sistema Nervoso Centrale del paziente anziano.

TITOLARE A.I.C.

Italfarmaco S.p.A. – viale Fulvio Testi, 330 – 20126 MILANO

PRODUTTORE E CONTROLLORE FINALE

Italfarmaco S.p.A. – Viale F. Testi, 330 – Milano

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Sindromi psicoorganiche cerebrali degenerativo-involutive o secondarie a insufficienza cerebrovascolare, ossia disturbi cognitivi primitivi o secondari dell'anziano caratterizzati da deficit di memoria, da confusione e disorientamento, da calo di motivazione ed iniziativa e dalla riduzione delle capacità attentive. Alterazioni della sfera affettiva e del comportamento senile: labilità emotiva, irritabilità, indifferenza all'ambiente circostante. Pseudodepressione dell'anziano.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità individuale accertata a componenti o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.

Controindicato in gravidanza.

OPPORTUNE PRECAUZIONI D'IMPIEGO

Nessuna.

INTERAZIONI

Non sono note interazioni del prodotto con altri farmaci.

AVVERTENZE

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.

DOSE , MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE

Fiale: una fiala al giorno per via intramuscolare o per via endovenosa. Si consiglia di effettuare la somministrazione e.v. lentamente.

Capsule: una capsula due-tre volte al giorno.

Questi dosaggi possono essere aumentati, a discrezione del medico curante.

SOVRADOSAGGIO

Non sono noti casi di sovradosaggio.

EFFETTI INDESIDERATI

Quale precursore di costituenti biologici, colina alfoscerato, anche per somministrazione protratta, generalmente non pone problemi di tollerabilità.

L'eventuale comparsa di nausea (imputabile verosimilmente ad un'attivazione dopaminergica secondaria) potrebbe richiedere la riduzione della posologia.

Se, dopo la somministrazione del farmaco, dovessero comparire effetti indesiderati anche non descritti nel foglio illustrativo, essi andranno comunicati al proprio medico curante.

ATTENZIONE: Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Ultima revisione da parte del Ministero della salute: luglio 03

Provv. 18.06.03

GLIATILIN 600 mg capsule GLIATILIN 600 mg flaconcini colina alfoscerato

COMPOSIZIONE

Capsule:

Ogni capsula di gelatina molle contiene: Principio attivo

Colina alfoscerato 600 mg

Eccipienti

Acqua depurata, glicerolo. Costituenti della capsula

Gelatina, esitolo, sorbitani, etile p-idrossibenzoato sodico, propile p-idrossibenzoato sodico, titanio biossido (E 171), ferro ossido-ico (E 172).

Flaconcini:

Ogni flaconcino da 7 ml contiene: Principio attivo

Colina alfoscerato 600 mg

Eccipienti

Metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, saccarina sodica, aroma arancio, acqua depurata.

FORME FARMACEUTICHE

10 flaconcini per uso orale da 600 mg

10 capsule di gelatina molle per uso orale da 600 mg

CATEGORIA FARMACO-TERAPEUTICA

Psicostimolante, attivante il Sistema Nervoso Centrale del paziente anziano.

TITOLARE A.I.C.

Italfarmaco S.p.A. – viale Fulvio Testi, 330 – 20126 MILANO

PRODUTTORE

Capsule: Catalent Italy S.p.A. – Via Nettunense – Aprilia (Latina)

Controllato da: Italfarmaco S.p.A. – Officina Consortile di Milano- Viale F. Testi, 330

Flaconcini:Italfarmaco S.A. – Alcobendas (Madrid)

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Sindromi psicoorganiche cerebrali degenerativo-involutive o secondarie a insufficienza cerebrovascolare, ossia disturbi cognitivi primitivi o secondari dell'anziano caratterizzati da deficit di memoria, da confusione e disorientamento, da calo di motivazione ed iniziativa e dalla riduzione delle capacità attentive. Alterazioni della sfera affettiva e del comportamento senile: labilità emotiva, irritabilità, indifferenza all'ambiente circostante. Pseudodepressione dell'anziano.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità individuale accertata al prodotto.

OPPORTUNE PRECAUZIONI D'IMPIEGO

L'indicazione terapeutica del prodotto non ne prevede l'uso in gravidanza. Comunque studi specifici hanno evidenziato la mancanza di effetti embriotossici e teratogeni.

INTERAZIONI

Non sono note interazioni del prodotto con altri farmaci.

AVVERTENZE

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.

DOSE , MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE

Una capsula o un flaconcino 2 volte al giorno.

Questi dosaggi possono essere aumentati, a discrezione del medico curante.

SOVRADOSAGGIO

Non sono noti casi di sovradosaggio.

EFFETTI INDESIDERATI

Quale precursore di costituenti biologici, colina alfoscerato, anche per somministrazione protratta, generalmente non pone problemi di tollerabilità.

L'eventuale comparsa di nausea (imputabile verosimilmente ad un'attivazione dopaminergica secondaria) potrebbe richiedere la riduzione della posologia.

Se, dopo la somministrazione del farmaco, dovessero comparire effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo, essi andranno comunicati al proprio medico curante.

ATTENZIONE: Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Ultima revisione da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco: ottobre 2007

Cambio nome sito produttivo Catalent Italy SpA – GU n. 126 del 27.10.07

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *