Betabiotic: a cosa serve e come si usa

Betabiotic (Flucloxacillina Sodica): indicazioni e modo d’uso

Betabiotic (Flucloxacillina Sodica) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Tutte le infezioni, a carico dei vari organi ed apparati, sostenute da germi sensibili alla flucloxacillina. La flucloxacillina, esercitando un’azione di blocco sulle beta-lattamasi, potenzia l’azione d’altre penicilline semisintetiche ad ampio spettro d’azione, quali l’amoxicillina, l’ampicillina, etc..

Betabiotic: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Betabiotic è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Betabiotic ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Betabiotic

Adulti: un flaconcino ogni 8 ore, per via intramuscolare, secondo giudizio medico

Bambini: la posologia consigliata è fino a 100 mg/kg/die in dosi refratte. Si consiglia, comunque, di non superare la dose di 33 mg/kg/iniezione (1 ml=250 mg di flucloxacillina).

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Betabiotic seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Betabiotic per quanto riguarda la gravidanza:

Betabiotic: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza: sebbene gli studi sulla riproduzione condotti sugli animali non abbiano dimostrato alcun effetto di tossicità fetale, il rischio di effetti dannosi per il feto stesso a seguito di somministrazione di flucloxacillina non può essere escluso; pertanto l’uso di BETABIOTIC in gravidanza è da riservarsi al giudizio del medico in casi di effettiva necessità.

Allattamento: poiché BETABIOTIC passa nel latte materno, per le pazienti che allattano occorre decidere se rinunciare a nutrire al seno il lattante ed iniziare il trattamento o, viceversa, proseguire l’allattamento evitando la somministrazione del medicinale.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Betabiotic?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Betabiotic in caso di sovradosaggio.

Betabiotic: sovradosaggio

Non sono note in letteratura segnalazioni di effetti tossici da iperdosaggio di flucloxacillina. Come per altre penicilline, possibili manifestazioni da un sovradosaggio comprendono, oltre a disturbi gastrointestinali, alterazioni dell’equilibrio idro-elettrolitico, che richiedono un trattamento sintomatico (monitoraggio dell’equilibrio idro-elettrolitico). Sono possibili anche irritabilità neuromuscolare e convulsioni. La flucloxacillina non è dializzabile.

Betabiotic: istruzioni particolari

Sciogliere il contenuto del flaconcino, nelle più rigorose norme di sterilizzazione, asepsi ed antiasepsi, con il volume di solvente annesso alla confezione. Iniettare immediatamente dopo la ricostituzione del preparato. Da utilizzare solo per via intramuscolare.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco