Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film (Vildagliptin + Metformina): indicazioni e modo d’uso

Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film (Vildagliptin + Metformina) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Icandra è indicato nel trattamento di pazienti con diabete mellito di
tipo 2 che non sono in grado di ottenere un sufficiente controllo
glicemico con la somministrazione delle dosi massime tollerate della
sola metformina orale o che sono già in terapia con una associazione di
vildagliptin e metformina somministrate in compresse separate.

Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film

Adulti In base alla dose di metformina correntemente assunta dal
paziente, la terapia con Icandra può iniziare sia con la compressa da 50
mg/850 mg che con la compressa da 50 mg/1000 mg da assumere due volte al
giomo, una compressa al mattino e l’altra alla sera. La dose
giornaliera raccomandata è di 100 mg di vildagliptin più 2000 mg di
metformina cloridrato.

I pazienti a cui vildagliptin e metformina sono già somministrati in
compresse separate possono passare a Icandra contenente le stesse dosi di
ciascun componente.

Pubblicità

Non sono raccomandate dosi di vildagliptin superiori a 100 mg.

Non c’è esperienza clinica sull’uso di vildagliptin e metformina in triplice
associazione con altre sostanze antidiabetiche.

Assumere Icandra con il cibo, oppure immediatamente dopo il pasto, può
ridurre i sintomi gastrointestinali associati con la metformina (vedere anche
paragrafo 5.2).

Informazioni aggiuntive per particolari popolazioni di pazienti

Compromissione della funzionalità renale

Icandra non deve essere usato in pazienti con clearance della creatinina < 60
ml/min (vedere paragrafi 4.3, 4.4 e 5.2).

Compromissione della funzionalità epatica

Icandra non deve essere usato in pazienti con compromissione della
funzionalità epatica, compresi i pazienti che prima del trattamento hanno valori
di alanina aminotransferasi (ALT) o aspartato aminotransferasi (AST) > 3x il
limite superiore della norma (ULN) (vedere paragrafi 4.3, 4.4 e 4.8).

Anziani (≥ 65 anni)

Poiché la metformina viene escreta per via renale ed i pazienti anziani hanno
la tendenza a presentare una riduzione della funzione renale, si deve sottoporre
a controllo regolare la funzione renale dei pazienti anziani che assumono
Icandra (vedere paragrafo 4.4). Icandra non è stato studiato in pazienti con età
superiore a 75 anni. Pertanto, non è raccomandato l’uso di Icandra in questa
popolazione.

Popolazione pediatrica (< 18 anni)

L’uso di Icandra non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti a causa
della mancanza di dati sulla sicurezza e efficacia.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film per quanto riguarda la gravidanza:

Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film: si può prendere in gravidanza?

Non vi sono dati adeguati riguardanti l’uso di Icandra in donne in
gravidanza. Gli studi con vildagliptin effettuati su animali hanno evidenziato
una tossicità riproduttiva ad alte dosi. Gli studi con metformina effettuati
su animali non hanno evidenziato tossicità riproduttiva. Gli studi con
vildagliptin e metformina effettuati su animali non hanno evidenziato
teratogenicità, ma effetti fetotossici a dosi tossiche per la madre (vedere
paragrafo 5.3). Il rischio potenziale per gli esseri umani non è noto. Icandra
non deve essere usato durante la gravidanza.

Gli studi condotti su animali hanno evidenziato che sia vildagliptin che
metformina sono escreti nel latte. Non è noto se vildagliptin venga escreto nel
latte umano, ma la metformina viene escreta in piccole quantità nel latte umano.
Icandra non deve essere utilizzato durante l’allattamento, sia per il potenziale
rischio di ipoglicemia nel neonato dovuto alla metformina, che per la mancanza
di dati nell’essere umano con vildagliptin (vedere paragrafo 4.3).

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film in caso di sovradosaggio.

Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film: sovradosaggio

Non sono disponibili dati sul sovradosaggio con Icandra.

Vildagliptin

Le informazioni sul sovradosaggio con vildagliptin sono limitate.

Informazioni sui probabili sintomi di sovradosaggio con vildagliptin sono
state desunte da uno studio di tollerabilità a dosi incrementali in soggetti
sani, trattati con vildagliptin per 10 giorni. A 400 mg, si sono verificati tre
casi di dolore muscolare e casi individuali di parestesia lieve e transitoria,
febbre, edema ed un aumento transitorio dei livelli di lipasi. A 600 mg, un
soggetto ha sviluppato edema ai piedi e alle mani e un aumento dei livelli di
creatin-fosfochinasi (CPK), AST, proteina C-reattiva (CRP) e mioglobina. Altri
tre soggetti hanno sviluppato edema ai piedi, con parestesia in due casi. Tutti
i sintomi e le anormalità di laboratorio si sono risolte senza trattamento dopo
la sospensione del medicinale in studio.

Metformina

Un grave sovradosaggio di metformina (od il coesistente rischio di acidosi
lattica) può portare ad acidosi lattica, che costituisce una condizione medica
di emergenza e deve essere trattata in ospedale.

Trattamento Il metodo più efficace per rimuovere la metformina è
l’emodialisi. Vildagliptin non può tuttavia essere eliminato con l’emodialisi,
sebbene lo possa essere il principale metabolita derivato dall’idrolisi (LAY
151). Si raccomanda un trattamento di supporto.

Icandra 50 mg/1000 mg compresse rivestite con film: istruzioni particolari

Nessuna istruzione particolare.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *