Pubblicità

Maiorad (Tiropramide Cloridrato): indicazioni e modo d’uso

Maiorad (Tiropramide Cloridrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Sindromi spastico-dolorose acute, per esempio coliche epato-biliari, addominali di diversa natura, renali e ureterali.

Spasmi e dolori addominali originati da discinesie gastrointestinali, litiasi biliare, colecistite, aderenze post-operatorie.

Maiorad: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Maiorad è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Pubblicità

Se però non ricordate come prendere Maiorad ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Maiorad

Adulti:

Nelle coliche e nei trattamenti acuti:

1 fiala per via venosa o intramuscolare seguita, se necessario, da una seconda fiala a distanza di 1 ora.

Terapia di mantenimento:

1 compressa 2-3 volte al dì; oppure

1 capsula 2 volte al dì; oppure

1 fiala 1-2 volte al dì.

Compresse, capsule e fiale possono essere utilmente associate.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Maiorad seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Maiorad per quanto riguarda la gravidanza:

Maiorad: si può prendere in gravidanza?

Studi sugli animali non hanno rivelato effetti tossici in gravidanza e sul feto, come per tutti i farmaci l’uso in donne gravide deve essere limitato ai casi di riconosciuta necessità e sotto il controllo diretto del medico.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Maiorad?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Maiorad in caso di sovradosaggio.

Maiorad: sovradosaggio

Non sono note in letteratura segnalazioni di effetti tossici da iperdosaggio nell’uomo. Nell’animale la somministrazione di dosi tossiche da luogo a ipotensione ed a una sintomatologia a carico del sistema nervoso centrale (tremori, scialorrea, spasmi muscolari, convulsioni).

Pertanto, in caso di sovradosaggio accidentale (per via orale), si dovrà ricorrere alle normali manovre per allontanare i farmaco dal tubo digerente, sorreggere il circolo con farmaci cardiotonici, dare, all’occorrenza, sedativi del sistema nervoso centrale (per es. benzodiazepine).

Maiorad: istruzioni particolari

Utilizzare il prodotto secondo la posologia e le modalità sopra indicate.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *