Systen: a cosa serve e come si usa

Systen cerotto transdermico (Estradiolo Emiidrato): indicazioni e modo d’uso

Systen cerotto transdermico (Estradiolo Emiidrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Trattamento dei sintomi da carenza di estrogeni conseguenti a menopausa fisiologica o indotta chirurgicamente, come ad esempio: vampate di calore, disturbi del sonno, atrofia urogenitale, instabilità emotiva. Nelle donne con utero intatto, deve essere usato, come terapia aggiuntiva, un progestinico per la prevenzione dell’iperplasia e del cancro dell’endometrio.

Terapia di seconda scelta per la prevenzione dell’osteoporosi in donne in postmenopausa, ad alto rischio di future fratture che presentano intolleranze o controindicazioni specifiche ad altri farmaci autorizzati per la prevenzione dell’osteoporosi.

L’esperienza clinica in donne al di sopra dei 65 anni è limitata. Deve pertanto essere prestata particolare attenzione quando si inizia un trattamento con SYSTEN in questa popolazione di pazienti.

Systen cerotto transdermico: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Systen cerotto transdermico è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Systen cerotto transdermico ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Systen cerotto transdermico

Posologia

Adulti

SYSTEN deve essere applicato due volte alla settimana: ogni cerotto deve essere sostituito con un nuovo cerotto ogni 3-4 giorni.

SYSTEN viene usato generalmente in modo ciclico: 3 settimane di trattamento seguite da 1 settimana senza cerotto. Durante questa settimana si possono verificare perdite ematiche.

La mancata assunzione di una o più dosi può aumentare la probabilità che si verifichino metrorragia e spotting.

Un trattamento continuo con SYSTEN può essere indicato in donne isterectomizzate oppure in caso di gravi sintomi da carenza di estrogeni durante il periodo senza terapia.

Si consiglia di iniziare la terapia con SYSTEN 50 ?g/die. La dose potrà poi essere corretta, se necessario, in funzione dell’eventuale presenza di sintomi persistenti da eccesso di estrogeni o in funzione della mancanza di efficacia.

Per la terapia di mantenimento si consiglia di adottare la dose minima efficace.

Per il trattamento dell’osteoporosi si raccomanda l’uso di SYSTEN 50 ?g/die, 75 ?g/die o 100 ?g/die secondo prescrizione medica. Non deve essere superata la dose di 100 ?g di estradiolo nelle 24 ore.

Nelle donne con utero intatto l’uso di SYSTEN 75 ?g/die e 100 ?g/die non è raccomandato, poichè non è stata studiata la sicurezza per l’endometrio di una terapia con progestinico in aggiunta a dosi transdermiche di estradiolo superiori a 50 ?g al giorno.

Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire aggiustamenti di dose nei pazienti con gravi malattie epatiche o renali.

Per il trattamento dei sintomi post-menopausali deve essere utilizzata la dose efficace più bassa. La terapia ormonale sostitutiva dovrebbe essere continuata solo finchè il beneficio nell’alleviare i sintomi più gravi non sia superiore al rischio.

Il trattamento con progestinico è raccomandato nelle donne non isterectomizzate:

in caso di trattamento continuo con SYSTEN per12-14 giorni consecutivi al mese

in caso di trattamento ciclico di 21 giorni con SYSTEN durante gli ultimi 12-14 giorni (cioè a partire dal giorno 8 o 10 del ciclo)

Durante lo sviluppo clinico di SYSTEN sono stati utilizzati, in combinazione con SYSTEN 50 ?g/die (13 cicli, n = 147) e SYSTEN 50 ?g/die e 75 ?g/die (24 mesi, n = 120), 1 mg di noretisterone per via orale durante gli ultimi 12 giorni del ciclo e 10 mg/die di diidrogesterone, rispettivamente.

A meno che non vi sia una precedente diagnosi di endometriosi, l’aggiunta di un progestinico non è raccomandata in donne senza utero.

Se esiste una precedente diagnosi di endometriosi, l’aggiunta di progestinico a SYSTEN deve essere effettuata anche per le donne isterectomizzate.

Dopo l’inizio del trattamento con il progestinico si possono avere sanguinamenti vaginali.

Bambini

SYSTEN non è indicato nei bambini

Anziani

Non ci sono dati sufficienti per l’uso di SYSTEN negli anziani (> 65 anni).

Modo di somministrazione

SYSTEN deve essere applicato su pelle intatta, pulita, asciutta e priva di arrossamenti o irritazioni. La zona di applicazione è quella del tronco al di sotto della vita.

L’uso di creme, lozioni o polveri può interferire con le proprietà adesive del cerotto.

E’ importante che SYSTEN non venga applicato sul seno o vicino ad esso.

L’area di applicazione dovrebbe essere cambiata; si deve mantenere un intervallo di almeno una settimana prima di riapplicare il cerotto nello stesso punto. La zona scelta non deve essere danneggiata o irritata. Non applicare sulla vita per evitare eccessivi sfregamenti del cerotto.

Il cerotto deve essere applicato immediatamente dopo l’apertura del sacchetto. Rimuovere una parte del foglio di protezione. Applicare la parte adesiva esposta partendo dal bordo verso il centro, evitando che si formino pieghe. Rimuovere ora la seconda parte del foglio di protezione ed applicare il resto del cerotto. Evitando pieghe, premere con il palmo della mano per far aderire il cerotto alla pelle, e per portarlo alla temperatura corporea, ideale per ottenere l’effetto adesivo ottimale.

Evitare il contatto delle dita con la parte adesiva del cerotto durante l’applicazione.

Se il cerotto si dovesse staccare, se ne deve sempre applicare uno nuovo, mantenendo però lo stesso giorno per il cambio del cerotto.

Se SYSTEN è applicato correttamente si può fare tranquillamente il bagno e la doccia. Tuttavia si raccomanda di rimuovere il cerotto prima di una eventuale sauna e di applicarne uno nuovo immediatamente dopo.

Se si dimentica di cambiare il cerotto, la sostituzione deve avvenire appena ci si ricorda. Tuttavia, la successiva sostituzione deve seguire la periodicita’ abituale. Dimenticare una dose può aumentare la probabilità di sanguinamenti interciclo e spotting.

Per rimuovere il cerotto sollevarne un lato e staccarlo dalla pelle (vedere paragrafo 6.6.).

Se dovesse rimanere dell’adesivo sulla pelle, rimuoverlo lavando con acqua e sapone o sfregandolo con le dita.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Systen cerotto transdermico seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Systen cerotto transdermico per quanto riguarda la gravidanza:

Systen cerotto transdermico: si può prendere in gravidanza?

Con la somministrazione transdermica si evita l’effetto di primo passaggio nel fegato e quindi, gli estrogeni applicati per via transdermica possono essere meno influenzati dagli induttori enzimatici rispetto agli ormoni assunti per via orale.

È dimostrato che i contraccettivi orali contenenti estrogeni causano una diminuzione significativa della concentrazione plasmatica di lamotrigina per induzione della glucuronidazione della lamotrigina. Ciò può ridurre il controllo delle crisi convulsive. Sebbene la possibile interazione tra terapia ormonale sostitutiva contenente estrogeni e lamotrigina non sia stata studiata, ci si aspetta che un’interazione simile esista. Tale interazione può portare ad un ridotto controllo delle crisi convulsive in donne che assumono entrambi i farmaci; pertanto, in conclusione, può rendersi necessario un aggiustamento di dosaggio della lamotrigina.

Clinicamente, un aumento del metabolismo degli estrogeni e dei progestinici può causare una diminuzione del loro effetto e cambiamenti del profilo di sanguinamento uterino.

Gravidanza e allattamento Gravidanza

SYSTEN non è indicato in gravidanza.

Se si verifica una gravidanza durante l’utilizzo di SYSTEN, il trattamento deve essere interrotto immediatamente.

I risultati della maggior parte degli studi epidemiologici condotti finora, relativi ad accidentale esposizione del feto agli estrogeni, non indicano alcun effetto teratogeno o fetotossico.

Allattamento

SYSTEN non è indicato durante l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Systen cerotto transdermico?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Systen cerotto transdermico in caso di sovradosaggio.

Systen cerotto transdermico: sovradosaggio

Il sovradosaggio è poco probabile con questa tipologia di applicazione. In alcune donne posso verificarsi nausea, vomito e sanguinamento da sospensione. Non c’è un antidoto specifico e il trattamento deve essere sintomatico. Il cerotto deve essere rimosso.

Systen cerotto transdermico: istruzioni particolari

Il cerotto già utilizzato deve essere ripiegato su se stesso ed eliminato con i rifiuti domestici (non gettare nella toilette). Il cerotto usato deve essere tenuto fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco