Home Schede Tecniche Levocarvit: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Levocarvit: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Levocarvit

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Levocarvit: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Levocarvit

INDICE DELLA SCHEDA

Levocarvit: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

LEVOCARVIT “1 G/10 ML SOLUZIONE ORALE”

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

1 g/10 ml soluzione orale

Un contenitore monodose da 10 ml contiene: Principio attivo: L(-)carnitina g 1

Per gli eccipienti, vedere 6.1

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Soluzione orale.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Deficienze primarie e secondarie di carnitina.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Mediamente 2-3 g al giorno.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Essendo un prodotto naturale la L-carnitina non presenta rischio di assuefazione nè di dipendenza.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Non sono note interazioni o incompatibilità con altri farmaci.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Non sussistono controindicazioni all’uso di Levocarvit durante la gravidanza e l’allattamento.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

LEVOCARVIT non influisce sulla capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Sono stati riportati lievi disturbi gastrointestinali e, in pazienti uremici, lievi sintomi di miastenia.

Sono stati riportati casi di convulsioni in pazienti, con o senza precedenti di attività convulsiva, che avevano ricevuto "Levocarnitina" per via orale od endovenosa.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: Aminoacidi e derivati, Codice ATC: A16AA01.

La L-carnitina è una sostanza naturale presente in tutte le cellule nelle quali svolge un ruolo fondamentale nella utilizzazzione dei substrati lipidici. E’ infatti l’unico "carrier" utilizzabile degli acidi grassi a lunga catena per attraversare la membrana interna mitocondriale ed essere avviato verso la ß-ossidazione. Le maggiori riserve naturali di carnitina risultano essere i muscoli scheletrici ed il miocardio che preferenzialmente, ai fini energetici, utilizza gli acidi grassi. E’ stato inoltre notato che pazienti uremici, sottoposti ad emodialisi periodica, presentano bassi livelli muscolari di carnitina unitamente ad una forte perdita di tale sostanza col liquido di dialisi. La somministrazione di carnitina in questi pazienti si rende, pertanto, opportuna per il ristabilimento di livelli normali della sostanza.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

La L-carnitina, somministrata per os, viene assorbita a livello intestinale e raggiunge i massimi livelli ematici alla 3^ ora. Buoni livelli si mantengono per circa 9 ore. Viene escreta per via renale in forma immodificata per oltre l’80% nelle 24 ore.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

I dati preclinici rivelano assenza di rischi per gli esseri umani sulla base di studi convenzionali di farmacologia di sicurezza, tossicità per somministrazioni ripetute, genotossicità, potenziale cancerogeno, tossicità riproduttiva.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Saccarosio; Sorbitolo soluzione 70%; Metile p-idrossibenzoato; Propile p- idrossibenzoato; Aroma di ciliegia; Aroma di amarena; Acqua distillata.

Note addizionali:

Il prodotto contiene 5,60 g di saccarosio. Quando assunta secondo la posologia raccomandata, ogni dose fornisce fino a 0,560 g di saccarosio.

I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale.

Il prodotto contiene 14 g di sorbitolo. Quando assunta secondo la posologia raccomandata, ogni dose fornisce fino a 1,4 g di sorbitolo. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, non devono assumere questo medicinale.

Può causare reazioni allergiche anche ritardate.

06.2 Incompatibilità

Indice

Non pertinente.

06.3 Periodo di validità

Indice

4 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Contenitori monodose contenenti una soluzione limpida, incolore, con odore di frutta e sapore gradevole e dolce.

1 g/10 ml soluzione orale – 10 contenitori monodose da 10 ml

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Il prodotto non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità ai requisiti di legge locali.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

AESCULAPIUS FARMACEUTICI S.r.l. – Via Cozzaglio, 24 – 25125 BRESCIA

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

A.I.C. n. 025943010

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data di rinnovo: Giugno 2010

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Luglio 2010

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Torna all’indice

Levocarvit – Os 10 fl 10 ml 1 G (Levocarnitina)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: A16AA01 AIC: 025943010 Prezzo: 12 Ditta: Aesculapius Farmaceutici Srl


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983