Pubblicità

Tissucol

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Tissucol: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

 

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

TISSEEL

 

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Il TISSEEL adesivo tissutale è una colla biologica a due componenti costituita da:

– una soluzione di TISSEEL-aprotinina, congelata;

– una soluzione di Trombina-cloruro di calcio, congelata

Principi attivi:

Soluzione di TISSEEL-aprotinina 1 ml della soluzione contiene: proteine plasmatiche umane coagulabili 75-115 mg, di cui fibrinogeno 70-110 mg e fibronectina plasmatica 2-9 mg, fattore XIII 10-50 U*, plasminogeno 0,04-0,12 mg, aprotinina 3000 UIK**.

Soluzione di trombina-cloruro di calcio: 1 ml della soluzione contiene: proteine 50 mg di cui trombina umana 500 U.I.***, cloruro di calcio 40 mcmol.

21 Unità del fattore della coagulazione XIII corrisponde all’attività di fattore XIII in 1 ml di plasma fresco normale.

**1 U. Ph. Eur. (Unità Farmacopea Europea) corrisponde a 1800 unità di inattivatore della callidinogenasi (UIK)

***1 Unità Internazionale (UI) di trombina umana è definita come l’attività contenuta in 0,0853 mg del I. Standard Internazionale di trombina umana (Codice 70/175)

Per gli eccipienti, vedere 6.1

 

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Adesivo tissutale

 

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Il meccanismo d’azione del TISSEEL si esplica mediante adesione rapida e permanente di tessuti di vari organi, a sostegno o in sostituzione di suture convenzionali, con azione emostatica e biostimolante la rigenerazione tissutale. Il TISSEEL può essere adoperato anche in pazienti sotto trattamento totale con eparina (p.e. circolazione extracorporea). In base alle sue proprietà si possono evidenziare diversi campi di applicazione come ad esempio:

Capacità emostatica e tamponamento delle ferite

Assicura l’impermeabilità delle protesi vascolari ed esercita un valido potere emostatico dopo prostatectomie e dopo adenoidectomie, tonsillectomie, interventi ortopedici e maxillo-odontoiatrici in pazienti affetti da diatesi emorragiche.

Capacità adesiva

In interventi di timpanoplastica, rivestimento del seno mascellare e trattamento di fistole del liquido cefalorachidiano, incollaggio di membrane fetali; incollaggio del tessuto parenchimatico in seguito ad interventi sul rene, fegato, milza e pancreas; riempimento di cavità ossee, come sostegno di suture in caso di enteroanastomosi in chirurgia addominale; pleurodesi in pneumotorace spontaneo; rivestimento ermetico delle suture dopo pneumectomia e resezione tracheale; trapianti cutanei; incollaggio di frammenti osteocartilaginei; incollaggio di nervi periferici; impermeabilizzazione e sostegno delle suture in interventi di anastomosi microvascolare.

Capacità biostimolante la rigenerazione tissutale

Trapianti cutanei su ricevente con letto devascolarizzato e/o altrimenti compromesso; attecchimento di trapianti ossei.

Nella riparazione delle lesioni come ulcere trofiche, piaghe da decubito, superfici abrase o ustionate, ecc.

In linea più generale l’uso del TISSEEL trova impiego in tutte le applicazioni della chirurgia generale e specialistica.

 

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

La quantità di soluzione di TISSEEL e di soluzione di trombina da impiegare dipende dall’estensione della superficie da incollare o da connettere, dallo spessore dello strato desiderato o dall’ampiezza della cavità da colmare. Si deve inoltre tener presente che il tempo di assorbimento della fibrina aumenta in funzione dello spessore dello strato di colla di fibrina applicato.

Come riferimento generale si consideri la tabella seguente:

Superficie da incollare Confezione di TISSEEL necessaria
4 cm² TISSEEL 0,5 ml adesivo tissutale
8 cm² TISSEEL 1,0 ml adesivo tissutale
16 cm² TISSEEL 2,0 ml adesivo tissutale
40 cm² TISSEEL 5,0 ml adesivo tissutale

Con la confezione di TISSEEL 1,0 ml adesivo tissutale utilizzando la tecnica di applicazione mediante DUPLOJECT e TISSU SPRAY si possono trattare, a seconda delle indicazioni, superfici da 25 a 100 cm².

Modo di somministrazione

Pubblicità

Solo per uso locale. Per ulteriori dettagli vedere la sezione 6.6

 

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità ai principi attivi, alle proteine bovine o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

TISSEEL adesivo tissutale è controindicato per via intravascolare. (vedere 4.4)

 

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Avvertenze speciali

Quando si somministrano prodotti medicinali che contengono proteine, sono possibili reazioni di ipersensibilità di tipo allergico, i sintomi più comuni includono: ponfi, orticaria generalizzata, senso di costrizione toracica, dispnea, ipotensione e anafilassi. Nel caso in cui questi sintomi si verificassero, l’applicazione del farmaco deve essere interrotta immediatamente. In caso di shock il paziente dovrebbe essere trattato seguendo le linee guida pertinenti.

Quando si utilizzano medicinali preparati a partire da plasma umano non si può escludere completamente la trasmissione di agenti infettivi conosciuti o ad oggi sconosciuti. Per evitare tale trasmissione con l’applicazione del concentrato di proteina adesiva TISSEEL e della trombina umana, la raccolta e i controlli del plasma e la produzione avvengono secondo direttive prestabilite che prevedono sia misure per la selezione* dei donatori e del plasma sia fasi produttive di rimozione ed inattivazione virale. L’efficacia di tali fasi applicate nel corso del procedimento di produzione del concentrato di proteina adesiva TISSEEL e della trombina umana è stata dimostrata con studi di validazione condotti sia con il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) e con il virus dell’epatite A (HAV), sia con modelli virali del virus dell’epatite B (HBV), dell’epatite C (HCV) e del virus senza capside.

In uno studio multicentrico internazionale di sicurezza condotto con concentrati di fattori della coagulazione virus inattivati mediante trattamento con calore umido non è risultato alcun inizio di trasmissione di virus dell’epatite o di virus HIV.

Nel corso della sorveglianza farmacoepidemiologica del TISSEEL non è stato rilevato alcun caso di trasmissione di agenti infettivi connessa con il prodotto.

Per la produzione del concentrato di proteina adesiva TISSEEL e della trombina umana le singole donazioni di plasma umano sono riunite in cosiddetti pool di plasma. Sottoponendo tali pools al test HIQ-PCR** per la verifica dell’assenza di sequenza dei genomi del virus dell’immunodeficienza umana (HIV-1), del virus dell’epatite B (HBV) e del virus dell’epatite C (HCV) si garantisce che alla

lavorazione successiva siano destinati esclusivamente i pools la cui qualità è stata in tal modo accertata. Prima dell’approvazione da parte del controllo di qualità, il concentrato di proteina adesiva TISSEEL e la trombina umana sono nuovamente controllati mediante test HIQ-PCR per l’assenza di sequenze dei genomi dei virus HIV-1, HBV e HCV.

L’insieme di tali misure assicura un margine di sicurezza costantemente alto e, in base alle attuali conoscenze scientifiche e tecnologiche, il rischio di trasmissione degli agenti patogeni causanti la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) e l’epatite B o C a mezzo di questo preparato può essere escluso.

E’ necessario usare prudenza quando la colla di fibrina è applicata utilizzando gas pressurizzato. Qualsiasi applicazione di gas pressurizzato può essere associata ad un potenziale rischio di enfisema gassoso, danno a tessuti, ritenzione di gas con compressione o embolia gassosa, che possono rappresentare un rischio per la vita.

TISSEEL contiene proteine bovine (aprotinina). Anche in caso di applicazioni locali scrupolose, c’è comunque il rischio di reazioni anafilattiche legate alla presenza dell’aprotinina bovina. Il rischio di eventuali reazioni allergiche è maggiore nei soggetti precedentemente esposti all’aprotinina, anche se questa era stata ben tollerata.

In caso di shock il paziente dovrebbe essere trattato seguendo le linee guida pertinenti.

Precauzioni per l’uso

Solo per uso locale

TISSEEL adesivo tissutale è controindicato per via intravascolare (vedere 4.3). Infatti, se incidentalmente venisse somministrato per questa via può causare reazioni anafilattiche e/o complicanze tromboemboliche, entrambe a rischio di vita per il paziente.

In particolare, nella chirurgia del bypass coronarico, TISSEEL deve essere impiegato con cautela al fine di minimizzare qualsiasi rischio di somministrazione endovenosa.

I guanti e gli strumenti che vengono a contatto con la colla di fibrina devono essere preventivamente inumiditi con soluzione salina sterile per evitare che la colla vi si attacchi.

2Per la produzione si utilizzano esclusivamente unità di plasma controllate e risultate negative ai tests per la ricerca dell’antigene HBs e degli anti-HIV-1, anti-HIV-2 ed anti-HCV. Prima della lavorazione successiva tutte le singole donazioni di plasma sono poste in quarantena in modo che sia possibile rintracciare le donazioni sospette di essere contaminate.

**HIQ-PCR= Hyland Immuno Quality Assured Polymerase Chain Reaction

Per evitare la formazione eccessiva di tessuti di granulazione ed un assorbimento troppo lento della colla di fibrina si raccomanda di applicare i due componenti in strato sottile.

Il TISSEEL che nel corso dell’applicazione giunge su tessuti al di fuori della zona da trattare dovrebbe essere possibilmente eliminato.

Quando di utilizza il TISSU SPRAY è consigliabile coprire le zone sulle quali il TISSEEL non deve essere nebulizzato.

 

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Per evitare un’eventuale denaturazione, le soluzioni di TISSEEL e di trombina non devono venire a contatto con soluzioni alcooliche e/o contenenti iodio oppure con sostanze contenenti metalli pesanti. Pertanto prima di applicare la colla di fibrina, si deve provvedere all’eliminazione di tali sostanze.

 

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Non sono disponibili studi controllati su animali e in donne in gravidanza. Pertanto il TISSEEL deve essere applicato solo se il potenziale beneficio prevale sugli eventuali rischi per il feto.

Pubblicità

 

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Si può escludere l’eventualità di effetti sulla capacità di guida e dell’uso di macchinari.

 

04.8 Effetti indesiderati

Indice

In rari casi si possono verificare reazioni di ipersensibilità o reazioni allergiche (che possono includere angioedema, bruciore e sensazione di puntura nel sito di applicazione, broncospasmo, brividi, rossore, orticaria generalizzata, mal di testa, ponfi, ipotensione, letargia, irrequietezza, nausea, vomito, tachicardia, formicolio, senso di costrizione toracica, dispnea). In casi isolati, queste reazioni possono progredire fino all’anafilassi.

Queste reazioni si verificano con maggior frequenza dopo applicazioni ripetute e nei pazienti ipersensibili all’aprotinina (vedere 4.4) o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Se i sintomi richiedono un trattamento, esso deve essere effettuato in modo consueto, somministrando ad es. antistaminici, corticoidi, adrenalina.

La somministrazione accidentale del TISSEEL per via intravascolare può causare reazioni anafilattiche e/o complicanze tromboemboliche, entrambe a rischio di vita per il paziente (vedere 4.4.)

 

04.9 Sovradosaggio

Indice

Trattandosi di un prodotto ad applicazione topica, non esistono rischi da iperdosaggio.

 

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: emostatici locali.

Codice ATC: B02BC99.

Il TISSEEL è una colla di fibrina biologica a due componenti (soluzione di TISSEEL-aprotinina e soluzione di trombina-cloruro di calcio) che si presentano in forma congelata, confezionate in siringhe pronto uso, e devono essere scongelate prima dell’uso. A tale scopo esse vanno portate a temperatura corporea (non superiore a 37°C). Durante l’applicazione oppure immediatamente prima (vedi Modo di applicazione) le due soluzioni vengono miscelate. Il risultato è una soluzione viscosa di colla di fibrina che forma rapidamente una massa bianca elastica che aderisce saldamente al tessuto.

Tale processo può essere schematizzato come segue:

Soluzione di TISSEEL aprotinina (3000 UIK/ml) Soluzione di TISSEEL Colla di fibrina (= TISSEEL)
Soluzione di trombina (500 U.I./ml) cloruro di calcio (40 mcmol/ml) Soluzione di trombina Completo riassorbimento

Il processo di solidificazione del TISSEEL è simile all’ultima fase della coagulazione. La fibrina risultante dal TISSEEL aderisce ai tessuti da incollare per mezzo di legami fisiologici.

Il meccanismo d’azione della colla biologica TISSEEL riproduce l’ultima fase della coagulazione sanguigna fisiologica: sotto l’azione della trombina il fibrinogeno si trasforma in monomeri di fibrina con liberazione dei fibrinopeptidi A e B. I monomeri di fibrina si aggregano "end-to-end" e "side-to-side". Allo stesso tempo il Fattore XIII, attivato dalla trombina in presenza di Ca2+dà inizio alla stabilizzazione degli aggregati di fibrina mediante legami covalenti delle catene a e g adiacenti. Infine questi polimeri di fibrina insolubili formano dei filamenti di fibrina reticolati mediante aggregazione "side-to-side". L’aprotinina aggiunta alla colla di fibrina TISSEEL ha la funzione di evitare una fibrinolisi troppo precoce.

 

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Nel corso del processo di guarigione della lesione e di cicatrizzazione la colla di fibrina viene metabolizzata nello stesso modo della fibrina endogena, mediante fibrinolisi e fagocitosi e viene riassorbita completamente.

 

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Proprietà tossicologiche:

Poiché la colla di fibrina viene applicata localmente e agisce allo stesso modo dell’ultima fase della coagulazione sanguigna fisiologica, degli effetti da tossicità acuta sono improbabili. L’applicazione ripetuta su animali e sull’uomo non ha finora mostrato alcun effetto tossico. Finora non è stato riportato alcun caso in cui la colla di fibrina sia associata a tossicità embriofetale, oncogena o mutagena.

 

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Albumina umana 10 – 20 mg;

glicina 15 – 35 mg;

sodio cloruro 2 – 4 mg;

citrato trisodico 4 – 8 mg;

triton WR 1339 0,2 – 0,4 mg;

Pubblicità

creatina monidrato 12 – 18 mg.

 

06.2 Incompatibilità

Indice

Per evitare un’eventuale denaturazione, le soluzioni di TISSEEL e di trombina non devono venire a contatto con soluzioni alcoliche e/o contenenti iodio oppure con sostanze contenenti metalli pesanti. Pertanto prima di applicare la colla di fibrina, si deve provvedere all’eliminazione di tali sostanze.

 

06.3 Periodo di validità

Indice

2 anni dalla data di preparazione.

Trascorsa la data di scadenza indicata sull’etichetta e sul confezionamento, il prodotto non deve essere più utilizzato.

 

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Conservare a temperatura pari o non superiore a -18°C e al riparo dalla luce. (La catena del freddo non deve essere interrotta fino all’applicazione).

Il TISSEEL adesivo tissutale deve essere utilizzato entro 36 ore dallo scongelamento.

Dopo lo scongelamento, il prodotto può essere conservato solo a temperatura ambiente e comunque non superiore a 37°C. Evitare assolutamente la conservazione successiva in frigorifero o il ricongelamento.

Tenere il medicinale fuori della portata dei bambini.

Eliminare opportunamente eventuali residui.

 

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Le soluzioni di TISSEEL-aprotinina e di trombina-cloruro di calcio sono confezionate in siringhe di polipropilene munite di tappi di protezione di polietilene e di tappi di tenuta del pistone in silicone ad uso medico.

Il TISSEEL adesivo tissutale è disponibile in forma congelata nelle seguenti confezioni:

TISSEEL 0,5 ml adesivo tissutale – 2 siringhe preriempite da 0,5 ml (per 1,0 ml di colla di fibrina)

TISSEEL 1 ml adesivo tissutale – 2 siringhe preriempite da 1 ml (per 2,0 ml di colla di fibrina)

TISSEEL 2 ml adesivo tissutale – 2 siringhe preriempite da 2 ml (per 4,0 ml di colla di fibrina)

TISSEEL 5 ml adesivo tissutale – 2 siringhe preriempite da 5 ml (per 10 ml di colla di fibrina)

Ogni confezione comprende le due siringhe contenenti i componenti della colla di fibrina, 2 raccordi per le siringhe e 4 aghi per l’applicazione. Le siringhe sono già inserite nel dispositivo DUPLOJECT.

 

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Scongelamento e riscaldamento del TISSEEL adesivo tissutale

Le due siringhe pronto uso contenenti le componenti della colla sono inserite nel loro supporto (dispositivo DUPLOJECT) e, assieme ad esso, confezionate in un doppio involucro di plastica sterile.

Il differente aspetto dei due componenti è dovuto alla loro diversa concentrazione proteica. Per lo scongelamento a temperatura ambiente del TISSEEL adesivo tissutale confezionato si devono calcolare dai 20 minuti (confezione da 0,5 ml) ai 90 minuti (confezione 5,0 ml) circa.

Se si decide di utilizzare il TISSEEL adesivo tissutale nel corso dell’intervento, si può ottenere lo scongelamento nel giro di pochi minuti prelevando il prodotto dall’involucro di plastica e riscaldandolo con le mani (in condizioni sterili) o immergendolo in acqua sterile regolata ad una temperatura non superiore ai 37°C.

Generalmente, al fine di ottenere la massima efficacia e un’ottimale applicazione, poco prima dell’impiego si raccomanda di riscaldare il TISSEEL adesivo tissutale a temperatura corporea (non oltre 37°C).

Il TISSEEL adesivo tissutale è pronto per l’applicazione non appena la soluzione di TISSEEL presenta, dopo lo scongelamento, una consistenza viscosa (quando si capovolge il sistema di applicazione, una bollicina d’aria sale lentamente nella siringa contenente la soluzione di TISSEEL).

Se la consistenza è simile ad un gel si deve presumere che il TISSEEL adesivo tissutale si sia deteriorato in seguito ad una non corretta conservazione. In questo caso non può essere più utilizzato.

Modo di applicazione

Pubblicità

A prescindere dal metodo usato, dopo l’applicazione dei due componenti è consigliabile mantenere la zona da far aderire o il foglio di collagene inumidito nella posizione desiderata per almeno 3 minuti, esercitando una pressione lieve e continua. Questo accorgimento consente di ottenere un’aderenza ottimale fra la colla di fibrina solidificata ed il tessuto.

Le componenti del TISSEEL adesivo tissutale possono essere applicate secondo le seguenti modalità:

I. Applicazione simultanea

a) mediante DUPLOJECT ed ago applicatore

b) mediante DUPLOJECT e TISSU SPRAY

Il sistema DUPLOJECT consente l’applicazione simultanea di quantità uguali delle soluzioni di TISSEEL e di trombina. Premessa importante per ottenere un coagulo stabile è la buona miscelazione delle sue componenti.

a) Applicazione simultanea mediante DUPLOJECT ed ago applicatore

Il sistema sterile DUPLOJECT è costituito da un supporto per due siringhe monouso, di ugual volume con un unico pistone. Premendo il pistone quantità uguali delle due componenti passano attraverso un raccordo, all’interno dell’ago applicatore, dove si miscelano

– Nella confezione del TISSEEL adesivo tissutale le due siringhe monouso si trovano già nel supporto DUPLOJECT. Togliere i tappi di protezione

– Applicare uno dei raccordi inclusi nella confezione ai coni delle due siringhe

– Fissare il sostegno del raccordo al supporto delle siringhe

– Inserire uno degli aghi per applicazione sul raccordo

– Applicare la colla di fibrina TISSEEL su una o su entrambe le superfici da far aderire

Avvertenza: se l’applicazione mediante DUPLOJECT e ago applicatore viene interrotta, può formarsi un coagulo all’interno dell’ago. Pertanto, prima di riprendere l’applicazione si deve sostituire l’ago. (La confezione contiene 3 aghi di riserva).

Sostituire l’ago solo immediatamente prima di riprendere l’applicazione per evitare l’occlusione del raccordo; se ciò dovesse verificarsi, usare l’altro raccordo incluso nella confezione.

b) Applicazione simultanea mediante DUPLOJECT e TISSU SPRAY

Questo metodo di applicazione, che consente di nebulizzare i due componenti della colla di fibrina mediante gas propellente, è particolarmente adatto al trattamento di superfici estese.

Nota: la descrizione di questo metodo di applicazione è inclusa nella confezione del TISSU SPRAY

II. Applicazione sequenziale

Prima si applica la soluzione TISSEEL su una delle due superfici da far aderire, subito dopo la stessa quantità di soluzione di trombina sull’altra, e quindi si uniscono tra loro.

Pubblicità

 

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

BAXTER AG – Industriestraβe 67, A 1220 Vienna

Concessionaria: Baxter S.p.A. – Roma

 

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

TISSEEL 0,5 ml adesivo tissutale n. AIC 025243130

TISSEEL 1 ml adesivo tissutale n. AIC 025243142

TISSEEL 2 ml adesivo tissutale n. AIC 025243155

TISSEEL 5 ml adesivo tissutale n. AIC 025243167

 

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

1 giugno 2005

 

10.0 Data di revisione del testo

Indice

febbraio 2010

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

  • Twinrix adulti – im 1 Sir20 mcg/ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *