Pubblicita'

Ferlatum Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Ferlatum


Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Ferlatum 40 mg/15 ml soluzione orale

ferriprotinato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio,

si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

  1. Che cos’è Ferlatum e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di prendere Ferlatum
  3. Come prendere Ferlatum
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare Ferlatum
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Che cos’è Ferlatum e a cosa serve

    Ferlatum contiene il principio attivo ferriprotinato, usato per trattare la carenza di ferro nel sangue.

    Ferlatum è utilizzato per il trattamento degli stati di carenza di ferro assoluta o relativa quali: anemie sideropeniche (causate da insufficiente apporto o assorbimento di ferro) latenti o conclamate, anemie dell’infanzia e dell’età adulta, anemie causate da emorragie croniche, anemie in gravidanza e allattamento.

  2. Cosa deve sapere prima di prendere Ferlatum Non prenda Ferlatum

    • se è allergico al ferriprotinato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
    • se soffre di pancreatite cronica (infiammazione cronica del pancreas) o di cirrosi epatica (infiammazione cronica del fegato) secondarie ad emocromatosi (eccessivo accumulo di ferro nell’organismo);
    • se soffre di emosiderosi o emocromatosi (condizioni di eccessivo accumulo di ferro nell’organismo);
    • se soffre di anemia aplastica (insufficiente produzione di cellule del sangue nel midollo osseo) o anemia emolitica (da eccessiva distruzione di globuli rossi) o anemia da difettosa utilizzazione del ferro (sideroacrestica).

      Avvertenze e precauzioni

      Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Ferlatum.

      La causa della carenza di ferro o dell’anemia deve essere individuata e, accanto alla terapia con ferro, il suo medico le prescriverà un trattamento per queste condizioni, se disponibile.

      Il medicinale non dà luogo a rischi di assuefazione o di dipendenza. La sua somministrazione, comunque, non dovrebbe superare i 6 mesi, se non in presenza di emorragia continua, menorragia (eccessiva perdita di sangue durante il ciclo mestruale) o gravidanza.

      Faccia particolare attenzione con Ferlatum se soffre di intolleranza alle proteine del latte, poiché potrebbe manifestare reazioni allergiche.

      Altri medicinali e Ferlatum

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

      L’assorbimento del ferro può essere incrementato dalla contemporanea somministrazione di oltre 200 mg di acido ascorbico, o ridotto dalla contemporanea somministrazione di medicinali antiacidi.

      Il cloramfenicolo (un antibiotico) può ritardare la risposta alla terapia con medicinali contenenti ferro

      Il ferro può ridurre l’assorbimento o la biodisponibilità (la quantità di medicinale che entra nell’organismo dopo la somministrazione) dei seguenti medicinali:

      • tetracicline e chinolonici (antibiotici);

      • bifosfonati (usati per l’osteoporosi e per alcuni tumori);

      • penicillamina (usata per l’artrite reumatoide e per alcuni affezioni del fegato e dei reni);

      • tiroxina (un ormone);

      • levodopa e carbidopa (usati per il morbo di Parkinson);

      • alfa-metildopa (usata per la pressione del sangue alta).

        Assuma Ferlatum a distanza di almeno 2 ore dall’assunzione di questi medicinali.

        Ferlatum con cibi e bevande

        Sostanze che si legano al ferro (quali fosfati, fitati e ossalati) contenute nelle verdure, nel latte, nel caffè o nel tè, inibiscono l’assorbimento del ferro. Assuma Ferlatum a distanza di almeno 2 ore dall’ingestione di questi alimenti.

        Gravidanza e allattamento

        Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

        FERLATUM è indicato negli stati di carenza di ferro che si possono verificare in gravidanza e e durante l’allattamento.

        Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

        Non sono noti effetti sulla capacità di guidare veicoli o sull'impiego di macchinari.

        Ferlatum contiene parabeni e sorbitolo E420

        Questo medicinale contiene parabeni (conservanti) quali metile para-idrossibenzoato sale sodico e propile para-idrossibenzoato sale sodico, che possono causare reazioni allergiche, anche ritardate. Questo medicinale contiene sorbitolo. Se il medico le ha diagnosticato un’intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  3. Come prendere Ferlatum

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    La dose raccomandata è:

    Adulti: da 1 a 2 contenitori al giorno (equivalenti a 40-80 mg di Fe3+/die), secondo giudizio medico, suddivisi in due somministrazioni, preferibilmente prima dei pasti.

    Uso nei bambini

    Prelevi dal contenitore 1,5 ml/kg/giorno (pari a 4 mg/kg/die di Fe3+), o secondo giudizio medico, in due somministrazioni, preferibilmente prima dei pasti.

    Beva il contenuto del contenitore monodose tal quale, oppure diluito in acqua naturale.

    Il medicinale va preso sino a quando l’organismo ha ricostituito le sue normali scorte di ferro (in genere, 2-3 mesi).

    Non si hanno indicazioni relative all’utilizzo del medicinale a dosaggi superiori rispetto a quelli consigliati.

    Se prende più Ferlatum di quanto deve

    In caso di ingestione/assunzione di una dose eccessiva di questo medicinale consulti immediatamente il medico o si rivolga all’ospedale più vicino.

    In questo caso potrebbero presentarsi sintomi quali: epigastralgia (dolori allo stomaco, pancia, petto), nausea, vomito, diarrea ed ematemesi (vomito di sangue), spesso associati a sonnolenza, pallore, cianosi (colorazione bluastra della pelle), shock, fino al coma.

    Il trattamento deve essere il più sollecito possibile e consiste nella somministrazione di un emetico (medicinale che provoca il vomito), seguito eventualmente da lavanda gastrica, e nel praticare una terapia di supporto adatta. Va inoltre valutata l’opportunità di somministrare un chelante del ferro (medicinale in grado di legare ed eliminare il ferro dall’organismo), quale la desferoxamina.

    Se ha qualsiasi dubbio sull'uso di questo medicinale si rivolga al medio o al farmacista.

  4. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Con l’uso di Ferlatum sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati:

    • diarrea,
    • stitichezza,
    • nausea,
    • epigastralgie (dolori allo stomaco, pancia, petto).

      Questi effetti indesiderati compaiono particolarmente con dosaggi più elevati e regrediscono con la sospensione del trattamento o la riduzione delle dosi.

      I preparati a base di ferro possono colorare le feci di nero o grigio scuro.

      Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

      Segnalazione degli effetti indesiderati

      Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  5. Come conservare Ferlatum

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Ferlatum

  • Il principio attivo è ferriprotinato. Un contenitore monodose contiene 800 mg di ferriprotinato

    (pari a Fe3+ 40 mg).

  • Gli altri componenti sono: sorbitolo E420, glicole propilenico, metile para-idrossibenzoato sale sodico, propile para-idrossibenzoato sale sodico, aroma morella, saccarina sodica, acqua depurata.

Descrizione dell’aspetto di Ferlatum e contenuto della confezione

Pubblicita'

Ferlatum si presenta sotto forma di soluzione orale.

Il contenuto della confezione è di 10 o 20 contenitori monodose da 15 ml.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

LIFEPHARMA S.p.A. – Via dei Lavoratori, 54 – 20092 Cinisello Balsamo (MI)

Concessionario per la vendita

Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco A.C.R.A.F. S.p.A. – ROMA

Produttore

Italfarmaco S.A. – Calle S. Rafael, 3 Polígono Industrial – 28108 Alcobendas – Madrid – SPAGNA

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Pubblicita'

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Ferlatum 800 mg bustine

Ferlatum 400 mg compresse masticabili

Ferroproteinsuccinilato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

  1. Che cos’è Ferlatum e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di prendere Ferlatum
  3. Come prendere Ferlatum
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare Ferlatum
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Che cos’è Ferlatum e a cosa serve

    Ferlatum contiene il principio attivo ferroproteinsuccinilato, usato per trattare la carenza di ferro nel sangue.

    Ferlatum è utilizzato per il trattamento degli stati di carenza di ferro assoluta o relativa quali: anemie sideropeniche (causate da insufficiente apporto o assorbimento di ferro) latenti o conclamate dell'infanzia e dell'età adulta, anemie causate da emorragie acute o croniche oppure da malattie infettive, anemie in gravidanza e allattamento.

  2. Cosa deve sapere prima di prendere Ferlatum Non prenda Ferlatum

    • se è allergico al ferroproteinsuccinilato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati

      al paragrafo 6);

    • se soffre di pancreatite cronica (infiammazione cronica del pancreas) o di cirrosi epatica (infiammazione

    cronica del fegato).

    – se soffre di emosiderosi o emocromatosi (condizioni di eccessivo accumulo di ferro nell’organismo);

    • se soffre di anemia aplastica (insufficiente produzione di cellule del sangue nel midollo osseo) o anemia emolitica (da eccessiva distruzione di globuli rossi) o anemia da difettosa utilizzazione del

      ferro (sideroacrestica).

      Avvertenze e precauzioni

      Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Ferlatum.

      Prima di iniziare il trattamento il medico deve stabilire la causa dell’anemia.

      Il medicinale non dà luogo a rischi di assuefazione o di dipendenza. La sua somministrazione, comunque, non dovrebbe superare i 6 mesi, se non in presenza di emorragia continua, menorragia (eccessiva perdita di sangue durante il ciclo mestruale) o gravidanza.

      Altri medicinali e Ferlatum

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

      L'assorbimento del ferro può essere incrementato dalla contemporanea somministrazione di oltre 200 mg di acido ascorbico o ridotto dalla contemporanea somministrazione di medicinali antiacidi.

      Il cloramfenicolo (un antibiotico) può ritardare la risposta alla terapia con medicinali contenenti ferro

      I derivati del ferro possono ridurre l'assorbimento delle tetracicline (antibiotici); eviti pertanto la somministrazione contemporanea dei due medicinali.

      Gravidanza e allattamento

      Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

      Ferlatum è indicato negli stati di carenza di ferro che possono verificarsi in gravidanza e e durante l’allattamento.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      Non sono noti effetti sulla capacità di guidare veicoli o sull'impiego di macchinari.

      Ferlatum contiene parabeni, sorbitolo, lattosio e saccarosio

      Questo medicinale contiene parabeni (conservanti) quali metile para-idrossibenzoato sale sodico e propile para-idrossibenzoato sale sodico, che possono causare reazioni allergiche, anche ritardate.

      Inoltre le bustine di Ferlatum contengono sorbitolo e lattosio mentre le compresse contengono saccarosio. Pertanto se il medico le ha diagnosticato un’intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  3. Come prendere Ferlatum

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    La dose raccomandata è:

    Bustine

    Adulti: da 1 a 2 bustine al giorno (equivalenti a 40-80 mg di Fe3+), secondo giudizio medico, suddivise in due somministrazioni, preferibilmente prima dei pasti.

    Compresse masticabili

    Adulti: da 2 a 4 compresse al giorno (equivalenti a 40-80 mg di Fe3+), suddivise in 2 somministrazioni, secondo giudizio medico, preferibilmente prima dei pasti.

    Se prende più Ferlatum di quanto deve

    In caso di ingestione/assunzione di una dose eccessiva di questo medicinale consulti immediatamente il medico o si rivolga all’ospedale più vicino.

    Nel corso delle prime 6-8 ore dalla ingestione di dosi eccessive potrebbero presentarsi sintomi quali: epigastralgia (dolori allo stomaco, pancia, petto), nausea, vomito, diarrea ed ematemesi (vomito di sangue), spesso associati a sonnolenza, pallore, cianosi (colorazione bluastra della pelle), shock, fino al coma.

    Il trattamento deve essere il più sollecito possibile e consiste nella somministrazione di un emetico (medicinale che provoca il vomito), seguito eventualmente da lavanda gastrica, e nel praticare una terapia di supporto adatta.

    Se ha qualsiasi dubbio sull'uso di questo medicinale si rivolga al medico o al farmacista.

  4. Possibili effetti indesiderati

Pubblicita'

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Con l’uso di Ferlatum sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati:- diarrea,

  • stitichezza,
  • nausea,
  • epigastralgie (dolori allo stomaco, pancia, petto).

    Questi effetti indesiderati compaiono particolarmente con dosaggi più elevati e regrediscono con la sospensione del trattamento o la riduzione delle dosi.

    Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

    Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

    5. Come conservare Ferlatum

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

    6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Ferlatum

    Bustine:

  • Il principio attivo è ferroproteinsuccinilato. Una bustina da 5 g contiene 800 mg di ferroproteinsuccinilato (pari a 40 mg di Fe3+).
  • Gli altri componenti sono: sorbitolo, lattosio, sodio laurisolfato, metile p- idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, aroma caramel mou, aroma morella, saccarina sodica.

    Compresse:

  • Il principio attivo è ferroproteinsuccinilato. Una compressa contiene 400 mg di ferroproteinsuccinilato (pari a 20 mg di Fe3+).
  • Gli altri componenti sono: saccarosio, polivinilpirrolidone, magnesio sterato, silicio biossido,

polietilenglicole, aroma morella, metil p-idrossibenzoato, propile p- idrossibenzoato.

Descrizione dell’aspetto di Ferlatum e contenuto della confezione

Ferlatum bustine si presenta sotto forma di granulato per uso orale. Il contenuto della confezione è di 12 bustine monodose.

Ferlatum compresse si presenta sotto forma di compresse masticabili per uso orale.

Il contenuto della confezione è di 20 compresse da 400 mg in blister.

Pubblicita'

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

LIFEPHARMA S.r.l. – Via dei Lavoratori 54 – 20092 Cinisello Balsamo (MI)

Concessionario per la vendita

Pubblicita'

Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco A.C.R.A.F. S.p.A. ROMA

Produttore

Officina Italfarmaco S.p.A. – Viale Fulvio Testi, 330 – 20126 Milano

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: