Acumel: a cosa serve e come si usa

Acumel (Aminoacidi + Glucosio Anidro + Lipidi): indicazioni e modo d’uso

Acumel (Aminoacidi + Glucosio Anidro + Lipidi) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Acumel è indicato per la nutrizione parenterale negli adulti e nei bambini al di sopra dei 2 anni, quando l’alimentazione orale o enterale è impossibile, insufficiente o controindicata.

Acumel: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Acumel è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Acumel ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Acumel

Aspetto dopo ricostituzione: liquido omogeneo dall’aspetto lattiginoso

Solo per infusione attraverso una vena centrale (vedere sotto)

Posologia:

Il dosaggio viene scelto in funzione delle necessità metaboliche, del dispendio energetico e delle condizioni cliniche del paziente.

La somministrazione può essere protratta per il tempo richiesto dalle condizioni cliniche del paziente.

Negli adulti e negli adolescenti

Fabbisogno:

I fabbisogni medi di azoto variano da 0,16 a 0,35 g/kg/die (da 1 a 2 g di aminoacidi/kg/die).

Il fabbisogno energetico dipende dallo stato nutrizionale del paziente e dal livello del catabolismo. I valori medi sono compresi tra 25 e 40 kcal/kg/die.

Dose massima giornaliera:

La dose massima giornaliera è di 40 ml/kg peso corporeo (equivalente a 2,00 g di aminoacidi, 5 g di glucosio e 1,20 g di lipidi per kg), per esempio 2800 ml di emulsione per infusione per un paziente del peso di 70 kg.

Nei bambini al di sopra dei due annisottoposti a nutrizione parenterale non esclusiva

Fabbisogno:

I fabbisogni medi di azoto variano da 0,35 a 0,45 g/kg/die (da 2 a 3 g di aminoacidi/kg/die).

Il fabbisogno energetico dipende dall’età, dallo stato nutrizionale del paziente e dal livello del catabolismo. I valori sono compresi in media tra 60 e 110 kcal/kg/die.

Posologia:

Il dosaggio deve essere in funzione dell’apporto di liquidi e dei fabbisogni giornalieri di azoto.

Tali apporti devono essere regolati prendendo in considerazione lo stato di idratazione del bambino.

Dose massima giornaliera:

La dose massima giornaliera è di 60 ml/kg di peso corporeo (equivalente a 3 g di aminoacidi, 7,5 g di glucosio e 1,8 g di lipidi per kg di peso corporeo).

Come regola generale non somministrare dosi superiori a 3 g/kg/die di aminoacidi e/o 17 g/kg/die di glucosio e/o 3 g/kg/die di lipidi, fatta eccezione per i casi specifici.

Modo di somministrazione:

Infusione endovenosa attraverso una vena centrale.

Per le istruzioni sulla preparazione e il trattamento dell’emulsione per infusione, vedere il paragrafo 6.6

Per l’infusione in nutrizione parenterale si raccomanda una durata compresa tra 12 e 24 ore.

Il flusso di infusione deve essere regolato in modo da tenere in considerazione la dose che deve essere somministrata, le caratteristiche della miscela finale somministrata, il volume giornaliero infuso e la durata dell’infusione (vedere il paragrafo 4.4).

Normalmente, la velocità di infusione deve essere aumentata gradualmente durante la prima ora.

Di regola, l’infusione nei bambini piccoli deve iniziare con una dose bassa, per esempio 12,5 – 25 ml/kg ed essere progressivamente aumentata fino alla dose massima di 60 ml/kg/giomo.

Velocità massima di infusione (Adulti e bambini al di sopra dei due anni)

Come regola generale non somministrare più di 2,0 ml/kg/ora dell’ emulsione per infusione, cioè 0,10 g di aminoacidi, 0,25 g di glucosio e 0,06 g di lipidi per kg di peso corporeo per ora.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Acumel seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Acumel per quanto riguarda la gravidanza:

Acumel: si può prendere in gravidanza?

Non sono disponibili sufficienti dati clinici per valutare la tollerabilità degli ingredienti che compongono Acumel emulsione per infusione endovenosa nelle donne in gravidanza o durante l’allattamento al seno.

In assenza di dati, il medico deve valutare il rapporto rischio/beneficio prima di prescrivere la somministrazione di questa emulsione a donne in gravidanza o che allattano al seno.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Acumel?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Acumel in caso di sovradosaggio.

Acumel: sovradosaggio

In caso di somministrazione inappropriata (sovradosaggio e/o velocità di infusione maggiore di quella raccomandata), possono comparire segni di ipervolemia e acidosi.

Se viene somministrata una quantità eccessiva di glucosio, possono insorgere iperglicemia, glicosuria e una sindrome iperosmolare.

Un’infusione troppo rapida o la somministrazione di un volume eccessivo può causare nausea, vomito, brividi e disordini del bilancio elettrolitico. In caso di insorgenza di questi sintomi, bisogna interrompere immediatamente l’infusione.

Una ridotta capacità di eliminazione dei lipidi può provocare la “sindrome da sovraccarico di grassi”, i cui effetti sono reversibili dopo l’interruzione dell’infusione di lipidi ( vedere anche il paragrafo 4.8).

In alcuni casi gravi, possono essere necessarie emodialisi, emofiltrazione o emodiafiltrazione.

Acumel: istruzioni particolari

Apertura:

Strappare l’involucro esterno protettivo.

Eliminare il sacchetto di assorbimento dell’ossigeno, dopo aver rimosso l’involucro esterno.

Assicurarsi sull’integrità della sacca e delle membrane di separazione.

Utilizzare solo se la sacca non è danneggiata, se le membrane di separazione sono intatte (per esempio non deve esistere miscelazione fra il contenuto dei tre compartimenti) e se la soluzione di aminoacidi e la soluzione di glucosio sono limpide e se l’emulsione lipidica è un liquido omogeneo dall’aspetto lattiginoso

Miscelazione delle soluzioni e dell’emulsione

Assicurarsi che il prodotto sia a temperatura ambiente prima di rompere le membrane di separazione.

Arrotolare la sacca su se stessa partendo dal lato superiore (lato da cui si appende).

Le membrane di separazione spariranno a partire dal lato dei punti di accesso.

Continuare ad arrotolare la sacca fino a quando le membrane non risulteranno aperte per metà della lunghezza.

Miscelare capovolgendo la sacca almeno 3 volte.

Preparazione per l’infusione:

Devono essere osservate condizioni asettiche

Appendere la sacca.

Rimuovere la protezione in plastica dal punto di accesso alla sacca.

Inserire saldamente il dispositivo di infusione al punto di accesso.

Integrazioni:

È possibile effettuare qualsiasi integrazione (incluse le vitamine) nella miscela ricostituita (dopo l’apertura delle membrane di separazione e la miscelazione del contenuto dei tre compartimenti).

È possibile inoltre aggiungere vitamine al compartimento di glucosio prima di ricostituire la miscela (prima di aprire le membrane di separazione e miscelare le soluzioni e l’emulsione).

Acumel può essere integrato con:

Elettroliti:

La stabilità della miscela ternaria per litro è stata dimostrata fino ad una quantità totale di:

Sodio: 150 mmol/l

Potassio: 150 mmol/l

Magnesio: 5,60 mmol/l

Calcio: 5 mmol/l

Fosfati inorganici 15 mmol/l

Fosfati organici 15 mmol/l

Oligoelementi e vitamine

La stabilità è stata dimostrata fino alla dose giornaliera raccomandata

Esistono formule autorizzate per adulti, che sono mutualmente esclusive.

Per i bambini sono necessarie formulazioni pediatriche.

Le aggiunte di micronutrienti devono essere eseguite in condizioni di asepsi e da personale qualificato.

Tali aggiunte vengono effettuate attraverso il punto di iniezione, utilizzando un ago:

preparare il punto di iniezione,

perforare il punto di iniezione e iniettare,

miscelare il contenuto della sacca e gli additivi.

Somministrazione:

Se Acumel è stato conservato a bassa temperatura, assicurarsi che il prodotto abbia raggiunto la temperatura ambiente prima di utilizzarlo.

Somministrare il prodotto solo dopo la rottura delle membrane di separazione non permanenti poste tra i tre compartimenti e dopo che il contenuto dei tre compartimenti sia stato miscelato.

Assicurarsi che l’emulsione finale, pronta per l’infusione, non mostri segni evidenti di separazione di fase.

Per uso singolo.

Dopo aver aperto la sacca utilizzare immediatamente il contenuto, non conservare mai eventuali residui per un’infusione successiva.

Non conservare sacche parzialmente utilizzate e scartare tutti i dispositivi dopo l’uso.

Non ricollegare sacche parzialmente utilizzate

Non collegare in serie per evitare possibili fenomeni di embolia gassosa derivanti dall’eventuale residuo d’aria contenuto nella sacca primaria.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco