Braunol: a cosa serve e come si usa

Braunol (Iodopovidone): indicazioni e modo d’uso

Braunol (Iodopovidone) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea

Disinfezione della cute, anche lesa (ferite, piaghe, ecc.) Antisepsi dell’area del campo operatorio

BRAUNOL 10% Unguento Disinfezione di ferite, piaghe, ecc. Trattamento antisettico di micosi.

BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea con 2% di tensioattivo BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea con 6,8% di tensioattivo Disinfezione e pulizia della cute lesa, nel caso di ferite.

Antisepsi anche chirurgica delle mani e della cute integra.

Braunol: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Braunol è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Braunol ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Braunol

BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea

Passare un tampone imbevuto sulla parte da disinfettare, fino a completa irrorazione. Utilizzare diluito (da 1:2 fino a 1:100 v/v) secondo necessità.

Lesioni di dimensioni ridotte: non superare le 5-6 applicazioni/die.

Lesioni estese: il numero di applicazioni/die deve essere tale da non superare i 2,5-3 g/die di iodio libero (pari a circa 330-400 ml di prodotto puro).

Campo operatorio: utilizzare tal quale imbevendo un tampone e passare sulla parte da disinfettare. Lasciare asciugare. Se necessario ripetere l’operazione.

BRAUNOL 10% Unguento

Applicare direttamente sulla parte da trattare da 1 a 3 volte al giorno, secondo necessità.

BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea con 2% di tensioattivo BRAUNOL 7,5% Soluzione Cutanea con 6,8% di tensioattivo

Disinfezione e pulizia della cute lesa: per la disinfezione impiegare il prodotto puro mentre per la pulizia si consiglia di utilizzare diluito secondo necessità (fino a 1:4 v/v).

Applicare con un tampone imbevuto fino a completa irrorazione. Lesioni di dimensioni ridotte: non superare le 5-6 applicazioni/die.

Lesioni estese: il numero di applicazioni/die deve essere tale da non superare i 2,5-3 g/die di iodio libero (pari a circa 330-400 ml di prodotto puro).

Antisepsi anche chirurgica delle mani e della cute integra.

Antisepsi

Inumidire leggermente con acqua le parti da trattare e frizionare in modo uniforme con 5 ml di sapone. Lasciar schiumare e risciacquare (durata 1 minuto). Antisepsi chirurgica

Inumidire con acqua le parti da trattare, distribuire in modo uniforme 5 ml di sapone, lavare per due minuti

(se del caso spazzolare le unghie) e risciacquare con acqua. Versare altri 5 ml di sapone, lavare per tre minuti, risciacquare ed asciugare con panno sterile (durata totale 5 minuti).

NON SUPERARE LE DOSI CONSIGLIATE.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Braunol seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Braunol per quanto riguarda la gravidanza:

Braunol: si può prendere in gravidanza?

Poiché lo iodio viene assorbito per via sistemica l’uso di Povidone-Iodio è controindicato in gravidanza e durante l’allattamento specialmente quando l’area lesa da trattare è estesa o per trattamenti prolungati; infatti lo iodio assorbito può attraversare la barriera placentare ed essere escreto con il latte.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Braunol?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Braunol in caso di sovradosaggio.

Braunol: sovradosaggio

Alle normali condizioni d’uso non sono state riportate manifestazioni di sovradosaggio.

L’applicazione su ustioni o estese superfici prive di epitelio può produrre gli effetti sistemici dello iodio. In caso di ingestione accidentale ricorrere ad un’assistenza professionale.

In caso di ingestione del prodotto, trattare con latte o con soluzioni di amido; praticare aspirazione e lavanda gastrica con sospensioni o soluzioni di amido, con soluzioni di albume d’uovo o tiosolfato di sodio 1-5% (capace di trasformare lo iodio in ioduro). Si lascia poi nello stomaco ulteriore tiosolfato al 5% e si danno copiosi quantitativi di liquidi e mucillagini.

Braunol: istruzioni particolari

e particolari precauzioni per lo smaltimento Particolari informazioni per lo smaltimento

Nessuna particolare.

Altre informazioni

Gestione della confezione con pompa-schiuma: con ogni pressione viene erogata circa 0.75 ml di soluzione. La colorazione bruna della soluzione è una proprietà del prodotto ed indica la presenza di iodio libero. Essendo il PVP-Iodio solubile in acqua, eventuali macchie su tessuti possono essere facilmente eliminate con

acqua e sapone; nei casi più ostinati con ammoniaca o soluzione di tiosolfato di sodio.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco