Pubblicità

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale (Diosmectite): indicazioni e modo d’uso

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale (Diosmectite) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Numerose sono le esperienze cliniche condotte con diosmectite nell’adulto e nel bambino, con affezioni del:

tratto digerente superiore, che sono di tipo prevalentemente funzionale o iatrogeno: ipersecrezione acida, associata a ridotta attività protettiva della mucosa gastroduodenale, reflusso gastroesofageo e/o duodeno–gastrico, discinesie, assunzione di farmaci potenzialmente lesivi a carico delle mucose;

tratto digerente inferiore, che sono di tipo prevalentemente infettivo: virulentazione della flora batterica saprofita e/o colonizzazione da parte di agenti patogeni.

La patologia funzionale o iatrogena è più frequente nell’adulto, mentre quella infettiva è dominante nel bambino.

I risultati di queste esperienze sono concordi nel riconoscere un’elevata incidenza di guarigioni o di miglioramenti marcati della sintomatologia ottenuti con diosmectite rispetto a quelli dei gruppi omogenei di confronto trattati con farmaci attivi di pari indicazione e, soprattutto, a quelli trattati in doppio cieco con placebo.

trattamento sintomatico orale della sintomatologia dolorosa delle affezioni esofago–gastro–intestinali, quali reflusso esofageo e sue complicazioni (esofagite), ernia dello hiatus, gastrite, ulcera gastroduodenale, bulbite, colite, colopatie funzionali, meteorismo.

trattamento delle diarree acute e croniche nei bambini (inclusi i neonati) e negli adulti, in aggiunta ai trattamenti con soluzioni reidratanti saline.

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale: come si usa?

Pubblicità

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale

Posologia

Trattamento della diarrea acuta: Bambini e neonati:

al di sotto di 1 anno: 2 bustine al giorno per 3 giorni, poi 1 bustina al giorno fino a completa risoluzione della diarrea, per un periodo di trattamento massimo di 14 giorni; se l’episodio di diarrea acuta non si risolve dopo 7 giorni di trattamento, si consiglia di consultare il medico.

al di sopra di 1 anno: 4 bustine al giorno per 3 giorni, poi 2 bustine al giorno fino a completa risoluzione della diarrea, per un periodo di trattamento massimo di 14 giorni; se l’episodio di diarrea acuta non si risolve dopo 7 giorni di trattamento, si consiglia di consultare il medico.

Adulti:

la dose giornaliera raccomandata è di 6 bustine al giorno

Trattamento delle altre indicazioni:

Bambini e neonati:

al di sotto di 1 anno: 1 bustina/die

da 1 a 2 anni: 1–2 bustine/die

al di sopra dei 2 anni: 2–3 bustine/die Adulti:

in media 3 bustine al giorno

Modo di somministrazione :

Il contenuto della bustina deve essere disperso in sospensione poco prima dell’uso.

Si consiglia di somministrare preferibilmente dopo i pasti nella esofagite ed a distanza dei pasti nelle altre indicazioni. Bambini e neonati:

Il contenuto della bustina può essere disperso in sospensione nel biberon in 50 ml di acqua e suddiviso in 2–3 dosi nel corso della giornata o mescolato con qualsiasi altra bevanda o alimento semiliquido.

Adulti:

Per ottenere una sospensione omogenea, versare lentamente la polvere in mezzo bicchiere di acqua e mescolare.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale per quanto riguarda la gravidanza:

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale: si può prendere in gravidanza?

Diosmectal non viene assorbito. Pertanto, non presenta limitazione d’impiego nelle suddette condizioni

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale in caso di sovradosaggio.

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale: sovradosaggio

Non sono segnalati casi di sovradosaggio o di intossicazione.

Diosmectal 3 g polvere per sospensione orale: istruzioni particolari

Per ottenere una sospensione omogenea, versare lentamente la polvere in mezzo bicchiere di acqua e mescolare regolarmente.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

6 Comments

  1. Sto assumendo diosmectal perché ho frequenti evacuazioni, anche diarrea, non ho ancora capito quando assumerle per un maggior effetto. Attualmente sto provando una bustina dopo colazione ed una dopo pranzo va bene o sarebbe meglio assumerle prima dei pasti ?
    Grazie

    Sergio Cavanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *