Ibiamox capsule rigide (Amoxicillina Triidrato): indicazioni e modo d’uso

Ibiamox capsule rigide (Amoxicillina Triidrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Infezioni da germi sensibili all’amoxicillina: infezioni acute e croniche delle vie respiratorie, infezioni otorinolaringoiatriche e stomatologiche; infezioni dell’apparato urogenitale, infezioni enteriche e delle vie biliari; infezioni dermatologiche e dei tessuti molli; infezioni di interesse chirurgico.

Ibiamox capsule rigide: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Ibiamox capsule rigide è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Ibiamox capsule rigide ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Ibiamox capsule rigide

Formulazioni orali

Adulti: 1 capsula da 500 mg ogni 6-8 ore, 1 compressa solubile ogni 8-12 ore.

Pubblicità

Le compresse solubili devono essere assunte dopo essere state disciolte in mezzo bicchiere d’acqua. All’occorrenza possono essere anche masticate o deglutite tal quali.

Bambini: Sciroppo estemporaneo: il misurino é contrassegnato da tacche con la dicitura di ½ o 1 dose

Sciroppo 125mg /5 ml

fino a sei mesi: ½ dose da mg 125 (mg 62,5) ogni 8 ore

da 6 mesi a 2 anni: 1 dose da mg 125 ogni 8 ore

Sciroppo 250mg /5 ml

da 6 mesi a 2 anni: ½ dose da mg 250 (mg 125) ogni 8 ore

oltre i 2 anni: 1 dose da 250 mg ogni 8 ore

Per ottenere lo sciroppo aggiungere acqua alla polvere contenuta nel flacone, fino al livello segnato, ed agitare energicamente; dopo aver agitato se occorre aggiungere nuovamente acqua sino al suddetto livello. La confezione è provvista di misurino dose. Il preparato deve essere usato entro 7 giorni dalla ricostituzione.

Soluzione iniettabile

Adulti: 1 flaconcino da 1 g per via intramuscolare ogni 8 o 12 ore a seconda della gravità del caso. Il prodotto è somministrato alle stesse dosi anche per via endovenosa (20-30 ml di soluzione fisiologica o di acqua per preparazioni iniettabili iniettando lentamente) o per infusione venosa lenta in 250-500 ml di soluzione fisiologica.

Bambini: 50-100 mg/kg/die mediante l’impiego di flaconcini da 250 mg suddivise in 2-3 somministrazioni, per via intramuscolare o endovenosa, a seconda della gravità del caso.

La soluzione iniettabile deve essere utilizzata immediatamente dopo la ricostituzione.

La durata del trattamento deve essere stabilita in rapporto all’evoluzione della forma infettiva.

Come per ogni trattamento antibiotico, non sospendere la somministrazione prima di 48 ore dopo lo sfebbramento e la guarigione clinica.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Ibiamox capsule rigide seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Ibiamox capsule rigide per quanto riguarda la gravidanza:

Ibiamox capsule rigide: si può prendere in gravidanza?

Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Ibiamox capsule rigide?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Ibiamox capsule rigide in caso di sovradosaggio.

Ibiamox capsule rigide: sovradosaggio

Non sono noti casi di sovradosaggio.

Nei trattamenti prolungati con dosi elevate, sono raccomandabili controlli periodici della crasi ematica e delle funzionalità epatica e renale. Nell’apparato emolinfopoietico, possono riscontrarsi anemia, trombocitopenia, porpora, eosinofilia, leucopenia ed agranulocitosi, di norma reversibili con l’interruzione della terapia e ritenute anch’esse espressioni di sensibilità.

Ibiamox capsule rigide: istruzioni particolari

Vedi par. 4.2


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *