Pubblicità

Liberen (Destropropossifene Cloridrato): indicazioni e modo d’uso

Liberen (Destropropossifene Cloridrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

In tutte le manifestazioni dolorose: coliche renali, epatiche. Nella analgesia pre e post-operatoria. In tutte le manifestazioni dolorose di qualsiasi origine.

Liberen: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Liberen è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Liberen ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Liberen

Pubblicità

Compresse

2-4 compresse da 30 mg al dì per via orale, a giudizio del Medico.

Nei bambini le dosi vanno proporzionalmente ridotte rispetto all’età.

Soluzione iniettabile

1-2 fiale per via intramuscolare o endovenosa, a giudizio del medico a seconda della gravità della sindrome dolorosa.

Supposte adulti

1-3 supposte nelle 24 ore a giudizio del Medico.

Supposte bambini

1-3 supposte al dì a giudizio del Medico.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Liberen seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Liberen per quanto riguarda la gravidanza:

Liberen: si può prendere in gravidanza?

In gravidanza accertata o presunta il prodotto non può essere somministrato se non in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del Medico.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Liberen?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Liberen in caso di sovradosaggio.

Liberen: sovradosaggio

I sintomi sono analoghi a quelli dei narcotici e comprendono depressione respiratoria, cianosi, grave sonnolenza che può raggiungere lo stato stuporoso e comatoso, miosi e collasso circolatorio.

A seguito di sovradosaggio di destropropoxifene solo o in associazione con altri farmaci psicoattivi sono stati riferiti casi letali.

Il trattamento si fonda sulla somministrazione preferibilmente endovenosa e, se necessario, ripetuta di farmaci antagonisti dei narcotici e sull’adozione di misure atte a ricondurre la respirazione alla norma. Non dovrebbero essere usati farmaci analettici con tendenza a provocare convulsioni. L’ossigeno e i farmaci vasopressori, nonché il lavaggio gastrico ed il carbone attivato che può adsorbire una significativa quantità del destropropoxifene ingerito, rappresentano adeguate misure integrative.

Liberen: istruzioni particolari

Come descritto in posologia e modo di somministrazione.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *