Pubblicità

Lunibron (Flunisolide): indicazioni e modo d’uso

Lunibron (Flunisolide) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Controllo dell’evoluzione della malattia asmatica e delle condizioni di broncostenosi, bronchite cronica asmatiforme. Riniti allergiche croniche e stagionali, compresa la febbre da fieno.

Lunibron: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Lunibron è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Lunibron ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Lunibron

Lunibron 30 mg/30 ml soluzione da nebulizzare (contenitore multidose)

Deve essere usato con nebulizzatori elettrici anche a ultrasuoni e può essere diluito con soluzione fisiologica.

Si consiglia, salvo diversa prescrizione del medico, il seguente dosaggio: ADULTI: 1 mg (25 gocce) 2 volte al giorno.

BAMBINI: 20 µg/kg 2 volte al giorno.

1 goccia di Lunibron corrisponde a 40 microlitri e a 40 microgrammi di Flunisolide.

Pubblicità

Per determinare la dose, espressa in gocce, in funzione del peso corporeo, fare riferimento alla tabella seguente:

Correlazione peso, numero gocce e mg di Flunisolide

Kg
DA
5 8 11 14 17 20 23 26 29 32 35 38 >
A 7 10 13 16 19 22 25 28 31 34 37 40 40
goc
ce
3 5 6 8 9 11 12 14 15 17 18 20 25
mg 0,1

2

0,2

0

0,2

4

0,3

2

0,3

6

0,4

4

0,4

8

0,5

6

0,6

0

0,6

8

0,7

2

0,8

0

1,0

Lunibron 2 mg/2 ml e Lunibron 1 mg/2 ml soluzione da nebulizzare (contenitore monodose)

Deve essere usato con nebulizzatori elettrici sia per uso ambulatoriale che domiciliare. La soluzione va usata tal quale senza diluire

ADULTI: Contenitori monodose da 2 mg/2ml: 1 ml (corrispondente a metà contenitore), pari a 1 mg, due volte al giorno.

BAMBINI: Contenitori monodose da 1 mg/2ml: 1 ml, corrispondente a metà dose pari a 500 µg, due volte al giorno.

Per un corretto utilizzo del contenitore multidose e dei contenitori monodose v. par. 6.6.

Come è noto la somministrazione di farmaci in soluzione mediante nebulizzatori elettrici comporta un residuo di soluzione che, aderendo alle pareti dell’ampollina o sul fondo, non viene erogato.

Tenendo conto di ciò occorre, in fase di preparazione, considerare la necessità di integrare la parte non erogabile.

Lunibron può essere impiegato nel corso di terapia con broncodilatatori, chemioterapici e nella fase sostitutiva della corticoterapia orale.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Lunibron seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Lunibron per quanto riguarda la gravidanza:

Lunibron: si può prendere in gravidanza?

Il prodotto non è raccomandato nei primi tre mesi di gravidanza; nell’ulteriore periodo e durante l’allattamento il prodotto va somministrato solo nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Lunibron?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Lunibron in caso di sovradosaggio.

Lunibron: sovradosaggio

La somministrazione di dosi elevate di flunisolide in un breve periodo di tempo, può determinare la soppressione della funzione ipotalamica- ipofisaria-surrenale. In questo caso, la dose somministrata deve essere ridotta immediatamente alla dose raccomandata.

Lunibron: istruzioni particolari

Il medicinale non utilizzato e i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente

Lunibron 30 mg/30 ml Soluzione da nebulizzare

Per evitare che il flacone sia facilmente apribile si è impiegato un contagocce per la cui apertura si richiede un movimento non istintivo ma razionale.

Per aprire il flacone occorre esercitare contemporaneamente una pressione sulla ghiera del contagocce e una torsione in senso antiorario. Per la chiusura del flacone si deve avvitare la ghiera come di norma in senso orario

Lunibron 2 mg/2 ml Soluzione da nebulizzare Lunibron 1 mg/2 ml Soluzione da nebulizzare

Aprire il contenitore esercitando una leggera pressione sul cannello.

Prelevare il contenuto nella quantità prescritta con l’ausilio di una siringa o capovolgendo il contenitore aperto e picchiettando sul fondo dello stesso con un dito. Per prelevare 1 solo ml svuotare fino al segno indicato sul contenitore.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *