Biomunil Aerosol

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Biomunil Aerosol: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Biomunil

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

BIOMUNIL aerosol

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

100 ml contengono:

frazioni ribosomiali (contenenti 14 mg di ARN) da:

ribosomi di Klebsiella pneumoniae 35%

ribosomi di Diplococcus pneumoniae 30%

ribosomi di Streptococcus pyogenes gr A30%

ribosomi di Haemophilus influenzae 5%

frazioni di membrana di Klebsiella pneumoniae (contenenti 30 mg di proteoglicani).

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Aerosol dosato.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Biomunil é indicato quale immunostimolante nella prevenzione delle infezioni batteriche recidivanti in:

otorinolaringoiatria: rinofaringiti, laringiti, sinusiti, angine, faringiti, otiti, ecc.; e pneumologia: complicazioni infettive delle rinotracheobronchiti, e delle bronchiti.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Pubblicità

La posologia va adattata, secondo il parere del medico, in funzione della gravità della malattia e della reattività dei soggetti.

Non esistono differenze posologiche tra adulti e bambini.

Lo schema proposto ha esclusivamente carattere indicativo e può essere modificato secondo il parere del medico.

1a -2a settimana: una erogazione in ciascuna narice e nell’orofaringe tre volte al giorno.

3a settimana: sospensione del trattamento.

4a settimana: una erogazione in ciascuna narice e nell’orofaringe tre volte al giorno.

N.b.: Al fine di permettere al medicamento di svolgere la sua piena attività, si raccomanda di non interrompere il ciclo terapeutico, attenendosi alle indicazioni del medico.

Modalità d’uso Agitare il flacone prima dell’uso.

Per erogazione nasale

1) Togliere dal flacone il cappuccio di protezione della valvola.

2) Applicare sulla valvola l’erogatore nasale.

3) Togliere il cappuccio di protezione dell’erogatore.

4) Introdurre l’estremità dell’erogatore in ciascuna narice ed esercitare pressione sulla valvola spingendo l’erogatore verso il basso: inspirare contemporaneamente a bocca chiusa.

Non dimenticare di soffiarsi il naso prima di ogni erogazione.

Per inalazione

1) Togliere dal flacone il cappuccio di protezione della valvola.

2) Applicare sulla valvola l’inalatore.

3) Introdurre l’estremità dell’inalatore in bocca serrando le labbra. Esercitare pressione sulla valvola spingendo verso il basso l’inalatore: inspirare nello stesso tempo a naso chiuso profondamente.

Attenzione: ogni pressione esercitata sulla valvola libera una dose terapeutica. Da ciò la necessità di iniziare l’inspirazione prima di esercitare la pressione sulla valvola.

04.3 Controindicazioni

Indice

Non esistono controindicazioni specifiche a Biomunil salvo i casi di riconosciuta ipersensibilità individuale verso il prodotto.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Nei soggetti nei quali può essere sospettata una iperreattività è consigliabile adottare un tipo di trattamento a dosi progressivamente crescenti. Una certa cautela va osservata all’inizio nell’impiego dell’aerosol nei soggetti asmatici.

Non lasciare il medicinale alla portata dei bambini.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Nessuna.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Nelle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non risultano limitazioni.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Gli effetti collaterali che possono verificarsi in seguito a trattamento con Biomunil sono piuttosto modesti, transitori e sono dovuti alla reazione dell’organismo alla terapia.

Tali fenomeni sono di tipo locale (rinorrea) e di tipo generale (episodi sub-febbrili transitori).

Qualora questi fenomeni assumessero particolare intensità si consiglia di farne segnalazione al medico curante, il quale potrà decidere per una riduzione della dose, che potrà successivamente essere aumentata, o eventualmente per l’interruzione del trattamento.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non sono note sindromi da sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Biomunil stimola le difese locali e generali sia specifiche che aspecifiche dell’organismo.

Studi farmacologici e clinici hanno infatti evidenziato che Biomunil:

aumenta, a livello delle mucose delle vie aeree, la concentrazione delle IgA secretorie;attiva la produzione delle IgA, IgG e IgM seriche e in particolare aumenta la concentrazione delle immunoglobuline specifiche per gli antigeni ribosomiali presenti nel preparato e per i corrispondenti batteri omologhi;stimola la memoria immunitaria mediante attivazione degli specifici linfociti T;incrementa la fagocitosi da parte dei macrofagi, specie di quelli alveolari, e dei granulociti;aumenta la sintesi di interleuchina IL-1 e IL-2 e di interferone alfa;incrementa l’attività citotossica delle cellule N.K. (natural killer).

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Le caratteristiche granulometriche di Biomunil, le cui particelle più piccole hanno un diametro compreso fra 3 e 7,5 micron, consentono ai principi attivi di distribuirsi a tutto l’albero bronchiale e agli alveoli polmonari.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

La tossicità acuta è estremamente bassa. Non è stato possibile determinare la DL50 in quanto alle dosi più elevate possibili non si aveva alcun caso di morte né alcun segno di tossicità. La tossicità subcronica e cronica è stata valutata dopo somministrazioni ripetute dell’aerosol per periodi variabili da 6 settimane ad 1 anno nel topo.

Non si sono rilevati in alcun animale né segni di tossicità, né modificazioni dello sviluppo e del comportamento normale. Dopo inalazioni per parecchi giorni successivi (5 giorni su 7 per 6 settimane o una settimana al mese per la durata di un anno) non si rilevavano modificazioni del comportamento e dell’incremento ponderale.

Negli animali trattati i parametri ematologici, biochimici, enzimatici e i reperti istologici erano costantemente nei limiti della norma. Anche la tolleranza al preparato è stata sempre eccellente sia per somministrazioni locali che sistemiche. In particolare la funzionalità ciliare della trachea era perfettamente rispettata, la funzionalità cardiovascolare non veniva modificata e l’impiego del preparato non ha mai provocato reazioni anafilattiche e sensibilizzazioni.

Anche dopo somministrazione sottocutanea o endovenosa, Biomunil non determina la comparsa di segni di tossicità nelle diverse specie animali anche in dosi 600 volte superiori a quella terapeutica. Eventuali effetti embriotossici e/o teratogenici sono stati ricercati in differenti specie animali: topi, ratti e conigli. Biomunil somministrato per via sottocutanea non ha evidenziato in nessun animale effetti negativi sulla fecondità, sulla percentuale di riassorbimenti placento-fetali, né anomalie nei feti o nei neonati all’esame microscopico dei visceri o dello scheletro.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Gliceridi oleici poliossietilenici, eucaliptolo, diclorodifluorometano

06.2 Incompatibilità

Indice

Nessuna nota finora.

06.3 Periodo di validità

Indice

36 mesi.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Conservare a temperatura non superiore a 50 °C. Il contenitore è pressurizzato. Non danneggiare e tenere lontano da fiamma.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Bomboletta in alluminio con valvola a dosaggio. Astuccio in cartoncino contenente flacone aerosol da 10 ml ad erogazione dosata (circa 200 dosi), corredato di inalatore ed erogatore nasale.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Vedere paragrafo `04.2 Posologia e modo di somministrazione’.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

LUSOFARMACO Istituto Luso Farmaco d’Italia S.p.A.

Via Carnia, 26 – 20132 Milano

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

AIC n. 026730010

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

30.07.87 / 1.06.2000

10.0 Data di revisione del testo

Indice

2000

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *