Elettrocardiogramma (ECG)


La patologia cardiaca costituisce una delle cause più frequenti di consultazione del medico, anche al di fuori degli ambienti ospedalieri o specialistici, e spesso comporta la necessità di poter disporre rapidamente di elementi precisi per un adeguato orientamento diagnostico.

In modo emblematico, tale esigenza si presenta in situazioni di emergenza, come una manifestazione dolorosa retrosternale o un episodio sincopale (svenimento) o presincopale, che richiedono decisioni immediate in ordine ai provvedimenti terapeutici da adottare.

In questo contesto clinico, l’ elettrocardiogramma costituisce giustamente, da almeno 50 anni, lo strumento diagnostico più comunemente utilizzato: è semplice da registrare, non comporta alcun disagio per il paziente e soprattutto presenta il vantaggio della assoluta riproducibilità e della ripetibilità.

Esso è in grado di fornire un complesso di informazioni di ordine anatomico e indirettamente anche di ordine emodinamico, di documentare flussi ionici transmembrana e l’effetto di farmaci, elementi tutti che, in alternativa, possono essere ottenuti solo in base a tutta una serie di altre indagini strumentali più complesse e costose.

Holter cardiaco

L’elettrocardiogramma dinamico secondo Holter (Holter ECG) rappresenta una evoluzione del comune elettrocardiogramma, in quanto permette di registrare il tracciato elettrocardiografico continuamente per 24 o 48 ore.

E’ uno strumento prezioso per diagnosticare quelle patologie cardiache che si manifestano solo saltuariamente.

Pensiamo ad esempio alle aritmie extrasistoliche o a brevi episodi di Fibrillazione Atriale o di tachicardia parossistica sopraventricolare.

Sono tutti disturbi del ritmo che possono durare anche pochi secondi e che spesso l’elettrocardiogramma di base, che dura meno di un minuto, non riesce a registrare.

Si tratta di un piccolo apparecchietto a batterie che si posiziona appeso al collo del paziente in un’apposita sacchetta e che si collega al paziente tramite 3 o più elettrodi adesivi sul torace.

Dopo 24 o 48 ore di registrazione l’apparecchio viene smontato ed i dati trasferiti su un PC dove vengono elaborati da un apposito software ed esaminati dal medico specialista.

 

Come si prenota l’esame?

Per prenotare l’esame, è sufficiente prendere appuntamento con la nostra segretaria telefonando allo 06.529.05.09

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *