Berocca: effetti collaterali e controindicazioni

Berocca (Complesso Vitaminico) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Carenze manifeste o latenti in vitamine del complesso B e vitamina C. Per migliorare il rendimento negli stati di surmenage e in caso di stress.

Negli stati di astenia, anoressia, insufficienza ponderale e nella convalescenza.

Manifestazioni carenziali in periodi di vita contrassegnati da una forte sollecitazione metabolica: rapida crescita, gravidanza, allattamento.

Pubblicità

Carenze vitaminiche conseguenti a trattamento antibiotico o chemioterapico; nelle malattie infettive, in particolare se accompagnate da febbre e diarrea.

Come coadiuvante nelle sequele di intossicazione, per esem­pio in caso di turbe neurologiche conseguenti a stati tossi­ci provocati da metalli, funghi velenosi, taluni farmaci, solventi organici, ecc.; come coadiuvante per neutralizzare gli effetti di tossine endogene ed esogene (tossine batteri­che, veleni industriali, alcool, ecc.).

Berocca: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Berocca ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Berocca, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Berocca: controindicazioni

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

Berocca: effetti collaterali

In soggetti predisposti possono manifestarsi reazioni di ipersensibilità.

Berocca: avvertenze per l’uso

La colorazione gialla che assumono le urine dopo assunzione di Berocca è dovuta alla presenza di vitamina B2.

I medicinali non vanno tenuti a portata di mano dei bambini.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.