Bronx: effetti collaterali e controindicazioni

Bronx 1,5 g granulato (Carbocisteina) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Mucolitico, fluidificante nelle affezioni acute e croniche dell’apparato respiratorio.

Bronx 1,5 g granulato: effetti collaterali

Pubblicità

Come tutti i farmaci, però, anche Bronx 1,5 g granulato ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Bronx 1,5 g granulato, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Bronx 1,5 g granulato: controindicazioni

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto ed i suoi componenti. Ulcere gastroduodenali.

Bronx 1,5 g granulato: effetti collaterali

Possono verificarsi: vertigini, nausea, gastralgia e diarrea. In tali casi si consiglia di ridurre la posologia.

Bronx 1,5 g granulato: avvertenze per l’uso

Questo medicinale contiene il colorante Giallo tramonto FCF (E 110) che può causare reazioni di tipo allergico incluso l’asma. Tali reazioni sono più comuni nelle persone che sono allergiche all’aspirina.

Per la presenza di sali di sodio, il prodotto può essere controindicato in soggetti sottoposti a dieta a basso contenuto di sodio.

Il prodotto contiene inoltre 1,344 g di saccarosio. Se assunto secondo la posologia raccomandata, ogni dose fornisce fino a 1,344 g di saccarosio. Il medicinale è quindi controindicato nell’intolleranza ereditaria al fruttosio, nella sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio o nella deficienza di saccarasi-isomaltasi. Di ciò si tenga conto anche in caso di diabete o diete ipocaloriche.

L’aumento dell’espettorato, osservabile sin dai primi giorni e dimostrante la lisi delle secrezioni patologiche, si attenua rapidamente.

La sperimentazione clinica ha dimostrato che non esistono particolari precauzioni per l’uso.

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *