Doridamina: effetti collaterali e controindicazioni

Doridamina: effetti collaterali e controindicazioni

Doridamina (Lonidamina) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Neoplasie di varia natura, in particolare, del polmone, della mammella, della prostata e del cervello. In associazione alla radioterapia e ad altri trattamenti specifici.

Doridamina: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Doridamina ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Doridamina, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Doridamina: controindicazioni

Pregresse reazioni di ipersensibilita` al farmaco.

Doridamina: effetti collaterali

L`intensita` e la frequenza degli effetti in desiderati di Doridamina sono in genere correlate al deterioramento delle condizioni del paziente, oltre che alla dose. Il disturbo piu` comune consiste in mialgie che, in qualche caso, raggiungono un`intensita` tale da richiedere una riduzione del dosaggio o la temporanea sospensione del trattamento. Le mialgie possono essere mitigate mediante la somministrazione di piccole dosi di cortisonici. Sono stati inoltre riportati dolenzia a diversa localizzazione compresa quella testicolare, disturbi gastrici ed astenia; piu` raramente, anoressia, sonnolenza, disturbi uditivi, fotofobia, iperestesia e rash cutaneo.

Doridamina: avvertenze per l’uso

Doridamina viene coniugata nel fegato ed e` escreta principalmente attraverso il rene; va pertanto utilizzata con cautela nei pazienti con grave insufficienza epatica e renale. Specie durante i trattamenti prolungati e nel caso in cui il farmaco venga impiegato in associazione, si consigliano periodici controlli della funzionalita` epatica e renale e della crasi ematica.

Nell`animale da laboratorio la Doridamina ha mostrato effetti antispermatogenici ed embriotossici. Pertanto, nell`eventuale impiego in individui fertili, il medico deve soppesare i benefici terapeutici contro i possibili rischi connessi a dette osservazioni sperimentali.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco