Atrovent: a cosa serve e come si usa

Atrovent udv 0,25 (Ipratropio Bromuro): indicazioni e modo d’uso

Atrovent udv 0,25 (Ipratropio Bromuro) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

ATROVENT è indicato come broncodilatatore nella prevenzione e nel trattamento dei sintomi delle affezioni di tipo cronico ostruttivo delle vie aeree con broncospasmo reversibile, quali asma bronchiale e specialmente bronchite cronica con o senza enfisema.

Atrovent udv 0,25: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Atrovent udv 0,25 è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Atrovent udv 0,25 ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Atrovent udv 0,25

A meno di diversa prescrizione medica, sono raccomandati i seguenti dosaggi:

Adulti (includendo anziani) e bambini tra i 6 e 14 anni:

1 fialoide 3-4 volte al giomo

Bambini sotto i 6 anni: poichè sono disponibili limitate informazioni sull’impiego in pazienti di questa età, il seguente dosaggio va somministrato solamente sotto il controllo medico:

1 fialoide 3-4 volte al giomo.

Il fialoide successivo deve essere inalato, come minimo, a due ore di distanza dal precedente.

Nella terapia di mantenimento non deve essere superata la dose totale giornaliera di 2 mg.

Dosi giornaliere superiori a 2 mg devono essere somministrate sotto controllo medico.

In caso di dispnea acuta o in rapido peggioramento (difficoltà nel respirare), se ulteriori inalazioni non producono un adeguato miglioramento, i pazienti dovrebbero consultare immediatamente un medico o l’ospedale più vicino.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Atrovent udv 0,25 seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Atrovent udv 0,25 per quanto riguarda la gravidanza:

Atrovent udv 0,25: si può prendere in gravidanza?

Gli studi preclinici non hanno dimostrato alcun rischio, ma la sicurezza durante la gravidanza non è ancora stata stabilita. Devono essere osservate le normali precauzioni sull’uso dei farmaci in gravidanza, specialmente durante il primo trimestre. Non sono disponibili dati sul passaggio del farmaco nel latte materno.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Atrovent udv 0,25?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Atrovent udv 0,25 in caso di sovradosaggio.

Atrovent udv 0,25: sovradosaggio

Oltre che a disturbi reversibili dell’accomodazione, fino ad oggi non si sono verificati sintomi da sovradosaggio. Considerato l’elevato indice terapeutico e la somministrazione topica di ATROVENT UDV 0,25, non sono attesi altri effetti. Se necessario, è consigliato un trattamento sintomatico.

Atrovent udv 0,25: istruzioni particolari

I fialoidi monodose sono destinati solo all’erogazione mediante idonei nebulizzatori e non devono essere assunti per via orale.

ATROVENT UDV 0,25 soluzione inalatoria può essere somministrato usando una gamma di nebulizzatori disponibili sul mercato. Qualora fosse disponibile la tenda ad ossigeno, è meglio somministrare la soluzione alla velocità di 6-8 litri per minuto.

1. Predisporre il nebulizzatore per il riempimento secondo le istruzioni fornite dal produttore o dal medico.

2. Staccare il fialoide monodose dallo strip

3. Aprire il fialoide monodose torcendo con forza l’apice

4. Spremere il fialoide trasferendone il contenuto nel serbatoio del nebulizzatore

5. Assemblare il nebulizzatore ed utilizzarlo come descritto dalle istruzioni.

6. Dopo l’uso eliminare l’eventuale soluzione rimasta nel serbatoio, pulire il nebulizzatore, seguendo le istruzioni.

Poichè il fialoide monodose non contiene conservanti, è importante che il contenuto sia somministrato subito dopo l’apertura e che un nuovo fialoide venga impiegato per ogni somministrazione per evitare una contaminazione microbica. Fialoidi parzialmente utilizzati, aperti o difettosi, devono essere eliminati.

Poichè è stato osservato che ATROVENT UDV 0,25 è somministrato frequentemente in terapia combinata, il volume della soluzione è stato ottimizzato a 2 ml per permettere un volume di riempimento di 4 ml in caso di combinazione con altri farmaci.

ATROVENT UDV 0,25 soluzione inalatoria può essere somministrato contemporaneamente a mucosecretolitici e DOSBEROTEC soluzione inalatoria e fialoide monodose.

Se ATROVENT UDV 0,25 è somministrato da solo e la soluzione è diluita a un volume totale di 4 ml con soluzione fisiologica salina (0,9%) sterile e apirogena, si può ottenere un aumento della deposizione a livello polmonare impiegando la maggior parte dei nebulizzatori (sopratutto quelli con maggiore volume morto). Anche in questo caso è importante che la soluzione sia preparata immediatamente prima dell’uso.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco