Theo- 24 (Teofillina Anidra): indicazioni e modo d’uso

Theo- 24 (Teofillina Anidra) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Asma bronchiale, affezioni polmonari con componente spastica bronchiale.

Theo- 24: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Theo- 24 è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Theo- 24 ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Theo- 24

Nel trattamento con formulazioni a base di teofillina, per l’ottenimento del migliore risultato terapeutico, va individuata la posologia ottimale per ogni singolo paziente. Questa corrisponde generalmente alla posologia che determina nel siero, dopo almeno tre giorni di trattamento, livelli di teofillina compresi tra 10 e 20 m g/ml, per quanto buoni risultati siano talvolta riscontrabili anche con livelli sierici minori.

In qualunque fase del trattamento è opportuno che la somministrazione del THEO-24 avvenga ad orario regolare al mattino, a digiuno, almeno un’ora prima della colazione.

Pubblicità

Terapia d’attacco.

Si consiglia di iniziare la terapia con THEO-24 alle seguenti dosi:

– nei pazienti già stabilizzati, in trattamento con altri preparati a base di teofillina: somministrazione di una dose singola di THEO-24 pari al dosaggio giornaliero di teofillina totalizzato per il preparato teofillinico usato in precedenza (ad esempio, se il paziente era trattato con 600 mg di preparato teofillinico ripartiti in 2 volte al giomo, si somministreranno 2 capsule Retard da 300 mg di THEO-24 in dose singola)

– nei pazienti che non sono in trattamento teofillinico iniziare secondo quanto indicato:

– Bambini con peso corporeo compreso tra 30-35 kg 300 mg in dose singola

– Bambini con peso corporeo oltre 35 kg 400 mg in dose singola

– Adulti 400 mg in dose singola

Aggiustamento della dose

Qualora le dosi sopra consigliate non diano una sufficiente risposta terapeutica, queste possono essere aumentate, ricorrendo però al dosaggio della teofillina nel siero, dopo almeno tre giorni di terapia con una posologia costante di THEO-24, su un campione di sangue prelevato a 12 ore di distanza dall’assunzione dell’ultima dose di THEO-24.

Se i livelli di teofillina nel siero sono tra 10 e 20 m g/ml e la tollerabilità è buona, la posologia non va modificata.

Se la concentrazione sierica di teofillina è troppo elevata o troppo bassa, occorrerà variare gradualmente la posologia sino a rientrare nei livelli ottimali.

Nel caso non sia possibile misurare i livelli sierici di teofillina, è consigliabile comportarsi nel modo seguente:

– se la risposta clinica è soddisfacente, mantenere lo stesso dosaggio;

– se la risposta clinica, dopo 3 giorni di trattamento a dose costante, è insoddisfacente (persistenza dei sintomi o minimo miglioramento) aumentare la dose di 100 mg ad intervalli di 3 giorni, fino ad un dosaggio massimo giornaliero di 900 mg in dose singola;

– se compaiono effetti collaterali da teofillina, la dose va opportunamente ridotta.

Una volta aggiustato il dosaggio, le concentrazioni di teofillina nel siero rimangono solitamente stabili. È comunque opportuno, quando possibile, misurare i livelli sierici di teofillina ogni 6-12 mesi.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Theo- 24 seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Theo- 24 per quanto riguarda la gravidanza:

Theo- 24: si può prendere in gravidanza?

Quantunque non siano stati rilevati effetti negativi della teofillina sullo sviluppo fetale, il suo impiego nelle pazienti in gravidanza deve essere riservato dal medico ai casi di reale necessità.

Poichè la teofillina viene secreta nel latte materno, THEO 24 è controindicato durante l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Theo- 24?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Theo- 24 in caso di sovradosaggio.

Theo- 24: sovradosaggio

Sintomi: tremori, vomito, confusione, tachicardia, extrasistoli, tachipnea, aritmie ventricolari, crisi convulsive tonico-cloniche generalizzate.

Trattamento del sovradosaggio con crisi convulsiva non manifestatasi: lavanda gastrica, somministrazione di carbone attivo e somministrazione di un catartico.

Trattamento del sovradosaggio con crisi convulsiva in atto: assicurare assistenza respiratoria, somministrare ossigeno, trattare la crisi con diazepam i.v. in dosi da 0,1 a 0,3 mg/kg fino a 10 mg. Monitorare le funzioni vitali, sostenere la pressione sanguigna, provvedere ad una idratazione adeguata.

Theo- 24: istruzioni particolari

-----


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *