Pubblicità

Isoren

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Isoren: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Isoren

 

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Isoren 5,4% Soluzione per infusione

 

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Composizione:

1000 ml di soluzione contengono: Principi attivi:

L-Fenilalanina 3,00 g

L-Isoleucina 7,00 g

L-Istidina 5,00 g

L-Leucina 7,00 g

isina cloridrato 8,00 g pari a L-Lisina 6,40 g

etionina 6,80 g

L-Treonina 8,00 g

L-Triptofano 2,00 g

L-Valina 9,00 g

Eccipienti

Acido cloridrico 37% 3,22 g

Sodio metabisolfito 0,50 g

Acqua per preparazioni iniettabili q.b. a 1000 ml

Totale Aminoacidi 54,20 g/l

Azoto totale 7,26 g/l

Osmolarità totale teorica 482 mOsm/l Na+ 5 mEq/l

Cl76 mEq/l

pH 4,2 – 4,70

Pubblicità

 

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Soluzione per infusione in flaconi da 250 e 500 ml.

 

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Trattamento nutrizionale nei pazienti con insufficienza renale o in CAPD (Dialisi Peritoneale Ambulatoriale Continua).

 

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

La posologia è indicativamente di 250 – 500 ml di soluzione al giorno; la somministrazione del prodotto deve, tuttavia, tenere conto del grado di riduzione della clearance renale di ciascun paziente. Per questo motivo è in genere opportuno un accurato monitoraggio del paziente con frequenti valutazioni ematochimiche, in particolare riguardo a: esame emocromocitometrico completo, emogasanalisi, osmolarità del siero, quadro elettrolitico e sieroproteico, test di funzionalità renale, glicemia, ammoniemia.

 

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità verso il prodotto od i suoi componenti.

 

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

La somministrazione di aminoacidi o di idrolisati proteici a pazienti con insufficienza epatica può provocare squilibri degli aminoacidi del siero, azotemia pre-renale ed iperammoniemia. In generale è quindi opportuno un accurato monitoraggio del paziente mediante frequenti valutazioni ematochimiche, in particolare riguardo a : esame emocromocitometrico completo, emogasanalisi, osmolarità del siero, quadro elettrolitico e sieroproteico, test di funzionalità renale, glicemia, ammoniemia.

Se si presentano sintomi di iperammoniemia, la somministrazione va sospesa e si deve riesaminare lo stato clinico del paziente.

Nel caso insorgessero manifestazioni a carico della sede di iniezione periferica (trombosi – flebite), la stessa andrà immediatamente sospesa; si procederà ad idonea terapia della complicanza locale e si cambierà il sito di iniezione.

Se durante la somministrazione il paziente dovesse manifestare febbre o brividi, è necessario sospendere l’infusione. Nei pazienti con grave insufficienza epatica la somministrazione può aggravare gli squilibri dell’aminoacidemia e l’iperammoniemia.

Il prodotto contiene Sodio Metabisolfito. Tale sostanza può provocare, in soggetti sensibili ed in particolare negli asmatici, reazioni di tipo allergico ed attacchi asmatici gravi.

 

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

e interazioni di alcun genere.

Pubblicità

 

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Il rischio di effetti dannosi a carico del feto e/o lattante a seguito di somministrazione di Isoren non è escluso, pertanto l’uso del prodotto in gravidanza e nell’allattamento è da riservarsi, a giudizio del medico, a casi di assoluta necessità.

La somministrazione nei bambini e nei neonati a basso peso può causare iperammoniemia, specie se vengono usati alti dosaggi.

 

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

i Non pertinente.

 

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Prima della somministrazione della soluzione è opportuno eseguire controlli del bilancio idro-elettrolitico e dell’equilibrio acido-base, provvedendo eventualmente alla somministrazione di corretivi elettrolitici.

L’infusione endovenosa troppo rapida può provocare febbre, brividi, nausea e vomito. Se durante la somministrazione il paziente dovesse manifestare febbre o brividi, è consigliabile sospendere l’infusione.

Altri effetti indesiderati comprendono: orticaria, vasodilatazione, dolori addominali, convulsioni; in tali evenienze occorre interrompere il trattamento ed adottare opportune contromisure.

Il paziente è espressamente invitato a segnalare al medico e/o farmacista qualsiasi effetto indesiderato non previsto insorto durante il trattamento.

 

04.9 Sovradosaggio

Indice

La comparsa di iperammoniemia può avvenire se la quota di aminoacidi infusi supera la quota calorica non proteica somministrata od in caso di infusione troppo rapida. Se l’aumento del BUN eccede i 20 mg% in 48 ore, l’infusione di aminoacidi va sospesa oppure si deve ridurre la velocità di somministrazione

E’ consigliabile effettuare un periodico controllo dell’ammoniemia durante l’intero ciclo di terapia.

 

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

ATC: B05BA01

E’ noto come i pazienti uremici od in CAPD (Dialisi Peritoneale Ambulatoriale Continua) presentino comunemente una deplezione di proteine. Gli uremici infatti hanno anormalità del metabolismo aminoacidico, che si riflettono nella alterazione delle concentrazioni di aminoacidi liberi sia nel plasma che nel tessuto muscolare intracellulare.

Gli studi sulla composizione muscolare nei pazienti in CAPD mettono in luce anormalità metaboliche, che non possono essere valutate con altri metodi. Dati tipici nel muscolo dei pazienti uremici non trattati sono una bassa concentrazione intracellulare di valina, treonina, lisina, istidina e carnitina. Bassi livelli di valina intracellulare si osservano anche nei pazienti in emodialisi. Nei pazienti in CAPD, la maggioranza delle concentrazioni aminoacidiche plasmatiche è bassa, probabilmente come effetto dell’iperinsulinemia, dovuta alla fornitura di glucosio per via peritoneale. Nel muscolo dei pazienti in CAPD, il quadro aminoacidico intracellulare è meno anormale di quello di altri pazienti uremici che hanno la valina e gli altri aminoacidi essenziali nei valori normali. Tuttavia le concentrazioni intracellulari di tirosina e di taurina sono considerevolmente ridotte. La tirosina, che è essenziale nell’uremia grave, può essere un aminoacido limitante per la sintesi proteica nei pazienti in CAPD. La deplezione della taurina può essere un motivo della fatica muscolare, che è comune nei pazienti in CAPD. La taurina ha un ruolo importante per il trasporto del calcio e per legare il calcio intracellulare, e si è anche visto che essa esercita un effetto inotropo sul miocardio. Le basse concentrazioni di taurina nel muscolo possono essere spiegate da un’assunzione limitata, da una sintesi endogena diminuita, o da entrambi i fattori.

 

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Pubblicità

——

 

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

——

 

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Acido cloridrico 37% Sodio metabisolfito

Acqua per preparazioni iniettabili.

 

06.2 Incompatibilità

Indice

Non sono note eventuali incompatibilità con altri farmaci.

 

06.3 Periodo di validità

Indice

del prodotto

La validità del prodotto in tutte le sue presentazioni, a confezionamento integro, è di due anni.

 

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Nessuna particolare condizione di conservazione

 

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Flaconi di vetro tipo II da 250, 500 ml con tappo in materiale elastomero e ghieratura a chiusura totale.

Pubblicità

 

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

La soluzione va somministrata solo se perfettamente limpida, accertandosi che il flacone non presenti imperfezioni di chiusura od incrinature in quanto ciò potrebbe pregiudicare la sterilità del prodotto.

Ogni flacone deve essere usato per una unica somministrazione anche se la soluzione è utilizzata solo parzialmente. Il residuo non deve essere più utilizzato.

 

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Baxter S.p.A. – Piazzale dell’industria 20 – 00144 Roma

 

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

30 Flaconi da 250 ml AIC Nr 029358037

20 Flaconi da 500 ml AIC Nr 029358049

 

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Pubblicità

Indice

ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

Luglio 2004

 

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Settembre 2009

 


 

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Informazioni aggiornate al: 01/02/2020
Torna all’indice


Isoren – 20 fl 500 ml 5,4% (Aminoacidi)
Classe C: A totale carico del cittadino Nota AIFA: Nessuna   Ricetta: Ricetta Non Ripetibile Limitativa Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: B05BA01 AIC: 029358049 Prezzo: 280,55 Ditta: Baxter Spa


Isoren – 30 fl 250 ml 5,4% (Aminoacidi)
Classe C: A totale carico del cittadino Nota AIFA: Nessuna   Ricetta: Ricetta Non Ripetibile Limitativa Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: B05BA01 AIC: 029358037 Prezzo: 220,94 Ditta: Baxter Spa


 


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Torna all’indice



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *