Turbinal: effetti collaterali e controindicazioni

Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione (Beclometasone Dipropionato) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Terapia e profilassi delle riniti su base allergica, stagionale e perenne. Febbre da fieno.

Coadiuvante per la risoluzione della componente flogistica nel corso di riniti di altra natura e di forme ipertrofiche.

Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione: controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Affezioni virali, micotiche e tubercolari.

Pubblicità

Generalmente controindicato in gravidanza, nell’allattamento e nei bambini di età inferiore a 6 anni.

Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione: effetti collaterali

Elenco degli effetti indesiderati

Gli effetti indesiderati elencati per frequenza sono riportati, usando la seguente convenzione:

Molto comune (?1/10); comune (da ?1/100 a <1/10); non comune (da

?1/1.000 a <1/100); raro (da ?1/10.000 a <1/1.000); molto raro (<1/10.000), frequenza non nota (la frequenza non può essere valutata sulla base dei dati disponibili).

CLASSIFICAZIONE PER SISTEMI E ORGANI SECONDO MedDRA EFFETTI INDESIDERATI FREQUENZA (CONVENZIO
NE
MedDRA)
PATOLOGIE SISTEMICHE E
CONDIZIONI RELATIVE ALLA SEDE DI SOMMINISTRAZIONE
?Sintomi irritativi *.
?Ipersensibilità *.
Non nota
DISTURBI DEL SISTEMA
IMMUNITARIO
incluso rash cutaneo, orticaria, prurito, eritema, angioedema, rezioni anafilattiche/anafilattoidi, broncospasmo. Molto raro
PATOLOGIE ENDOCRINE * Non nota
PATOLOGIE DEL SISTEMA
NERVOSO
del gusto. Comune
PATOLOGIE DELL’OCCHIO intraoculare, cataratta. Molto raro
PATOLOGIE RESPIRATORIE,
TORACICHE E MEDIASTINICHE
del naso e della gola. Comune
Molto raro

Reazioni di ipersensibilità cutanea,

Alterazione della funzione surrenale

Ritardo della crescita nei bambini e negli adolescenti **

Alterazioni sgradevoli dell’olfatto e

Glaucoma, aumento della pressione

Epistassi, secchezza e irritazione

Perforazione del setto nasale.

*Ove si presentino sintomi irritativi, o di ipersensibilità, è necessario interrompere il trattamento e, se del caso, istituire una terapia idonea.

Altrettanto dicasi in caso di alterazioni della funzione surrenale anche se, per le minime dosi impiegate e per il bassissimo assorbimento, Turbinal è normalmente privo di effetti generali.

**Si possono presentare effetti sistemici con i corticosteroidi intranasali, in particolare se prescritti ad alte dosi per periodi prolungati.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse

Turbinal 50 mcg/spruzzo spray nasale, sospensione: avvertenze per l’uso

Turbinal va usato con cautela nelle infezioni delle vie nasali per evitare l’eventuale verificarsi di dismicrobismi batterici o micotici; in caso di infezioni locali può rendersi necessaria una terapia antibiotica di copertura.

La sostituzione della terapia corticosteroidea generale con quella topica richiede prudenza, specie ove vi sia motivo di ritenere che è presente un certo grado di compromissione della funzionalità surrenalica.

Sebbene, nella maggior parte dei casi, il medicinale controlli la rinite stagionale allergica, una presenza anormalmente elevata di allergeni estivi può, in casi particolari, richiedere una appropriata terapia aggiuntiva soprattutto per controllare la sintomatologia oculare.

Si possono presentare effetti sistemici con i corticosteroidi intranasali, in particolare quando prescritti ad alte dosi per periodi prolungati. Tali effetti si verificano con minore probabilità rispetto al trattamento con corticosteroidi orali e possono variare nei singoli pazienti e tra le diverse preparazioni di corticosteroidi. I possibili effetti sistemici includono la sindrome di Cushing, aspetto Cushingoide, soppressione surrenalica, ritardo della crescita in bambini e adolescenti, riduzione della densità minerale ossea, cataratta, glaucoma e, più raramente una serie di effetti psicologici o comportamentali che includono iperattività psicomotoria, disturbi del sonno, ansietà, depressione o aggressività (particolarmente nei bambini).

Si raccomanda di monitorare regolarmente l’altezza dei bambini che ricevono un trattamento prolungato di corticosteroidi intranasali (vedì paragrafo 4.8).

L’impiego, specie se prolungato, di prodotti per uso topico può dare luogo a fenomeni di sensibilizzazione e produrre effetti indesiderati. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

Turbinal contiene benzalconio cloruro

Benzalconio cloruro (BAC) contenuto come conservante in Turbinal, specie quando usato per lunghi periodi, può provocare un rigonfiamento della mucosa nasale. Se si sospetta tale reazione (congestione nasale

persistente), deve essere usato, se possibile, un medicinale per uso nasale senza BAC. Se tali medicinali per uso nasale senza BAC non fossero disponibili, dovrà essere considerata un’altra forma farmaceutica. Può causare broncospasmo.

E’ bene che il medico inviti il paziente a leggere attentamente il foglio illustrativo e a tenere il medicinale fuori della portata dei bambini.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.