Pubblicita'

Tefamin Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Tefamin


Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Tefamin 200 mg compresse rivestite

Tefamin 240 mg/1,5 ml soluzione iniettabile per uso intramuscolare Tefamin 240 mg/10 ml soluzione iniettabile per uso endovenoso

aminofillina

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

– Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Tefamin e a cosa serve
    2. Cosa deve sapere prima di prendere Tefamin
    3. Come prendere Tefamin
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Tefamin
    6. Contenuto della confezione e altre informazioni

    1. Che cos’è Tefamin e a cosa serve

      Tefamin contiene il principio attivo aminofillina, appartenente alla classe di medicinali denominati derivati xantinici, che agisce dilatando i bronchi.

      Tefamin viene utilizzato per trattare:

      • asma bronchiale

        malattie dei polmoni caratterizzate dal restringimento dei bronchi

    2. Cosa deve sapere prima di prendere Tefamin

      Non prenda Tefamin

  • se è allergico al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6)
  • se è allergico a medicinali della stessa classe di aminofillina (derivati xantinici)
  • se sta allattando
  • se ha avuto un infarto al cuore
  • se ha la pressione del sangue bassa.

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Tefamin:

  • se ha una malattia del cuore (cardiopatie, aumento della pressione del sangue, cuore polmonare cronico, scompenso cardiaco congestizio), e/o seria carenza di ossigeno nel sangue (ipossiemia),
  • se ha malattie croniche che ostruiscono i polmoni,
  • se ha una lesione (ulcera) allo stomaco,
  • se ha un’elevata attività della tiroide (ipertiroidismo),
  • se ha malattie al fegato e ai reni,
  • se ha linfezioni concomitanti,
  • se è anziano

Informi il medico se utilizza contemporaneamente altri medicinali (vedere Altri medicinali e Tefamin).

Il fumo di sigaretta può diminuire gli effetti di Tefamin.

In tutti questi casi il medico le farà effettuare degli esami del sangue per verificare l’efficacia di Tefamin e potrà decidere di modificare il dosaggio di Tefamin.

Pubblicita'

Il medico prescriverà Tefamin con cautela nei bambini.

Bambini e adolescenti

Il medico prescriverà Tefamin con cautela nei bambini e negli adolescenti.

Altri medicinali e Tefamin

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

Informi il medico se lei sta prendendo uno qualsiasi dei seguenti medicinali:

-eritromicina, troleandomicina, propranololo, isoprenalina, cimetidina, contraccettivi orali, allopurinolo in qunato possono aumentare la presenza nel sangue di Tefamin. In questi casi il medico può decidere di ridurre il dosaggio di Tefamin.

  • preparati a base di Erba di San Giovanni (Hypericum perforatum) in quanto possono diminuire l’effetto di Tefamin. I preparati a base di Erba di San Giovanni non dovrebbero essere somministrati in concomitanza con Tefamin.

    L’effetto dell’Erba di San Giovanni può persistere per almeno 2 settimane dopo l’interruzione del trattamento. Pertanto, se sta assumendo contemporaneamente prodotti a base di Erba di San Giovanni e Tefamin, il medico le prescriverà degli esami del sangue e potrà decidere di interrompere la terapia con l’Erba di San Giovanni e cambiare il dosaggio di Tefamin.Inoltre i livelli di Tefamin nel sangue potrebbero aumentare con l’interruzione dell’assunzione dell’ Erba di San Giovanni e quindi il medico potrà decidere di aggiustare il dosaggio di Tefamin.

    –fenitoina, carbamazepina, rifampicina, isoniazide, sulfinpirazone in quanto possono ridurre l’effetto di Tefamin. In questi casi il medico può aumentare il dosaggio di Tefamin.

  • altri medicinali appartenenti alla stessa categoria di Tefamin chiamati “derivati xantinici”. Tefamin non dovrebbe essere somministrato contemporaneamente a questi medicinali.

    efedrina o altri medicinali chiamati “broncodilatatori”. Il medico adotterà cautela nel caso di somministrazione contemporanea di questi medicinali con Tefamin- carbonato di litio (medicinale utilizzato per la cura della sindrome psichiatrica bipolare) in quanto Tefamin può aumentarne l’eliminazione.

  • derivati digitalici (medicinali utilizzati per la cura di patologie cardiache) e delle amine simpatico- mimetiche (medicinali utilizzati per il sistema centrale nervoso) in quanto Tefamin può modificare la sensibilità e la tossicità.

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

Nelle donne in gravidanza il medicinale sarà utilizzato solo in caso di stretta necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Pubblicita'

Tefamin è controindicato se sta allatando.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Tefamin non influisce sulla capacità di guidare veicoli di veicoli e utilizzare macchinari.

Tefamin compresse contiene:

  • olio di ricino: Può causare gravi reazioni allergiche.

  • saccarosio: se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale

Tefamin 240 mg/1,5 ml soluzione iniettabile per uso intramuscolare contiene sodio bisolfito

Raramente può causare gravi reazioni di ipersensibilità e broncospasmo.

  1. Come prendere Tefamin

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    Uso negli adulti

    Compresse rivestite: la dose raccomandata è in genere da 1 compressa rivestita 4 volte al giorno a 2 compresse rivestite 3 volte al giorno.

    Tale dose non potrà essere aumentata oltre le 2 compresse rivestite 4 volte al giorno senza che il medico le chieda di eseguire degli esami del sangue.

    Soluzione iniettabile per uso endovenoso: questa via è indicata nei casi gravi di asma bronchiale. In questi casi Tefamin le verrà somministrato con un’iniezione lenta in una vena da effettuarsi in posizione orizzontale (quando è sdraiato).

    La dose raccomandata è di 2 fiale da 240 mg /10 ml che sarà diluita in 50 ml di una soluzione compatibile esclusivamente da medici o dagli operatori sanitari.

    Soluzione iniettabile per uso intramuscolare:

    La dose raccomandata è di una fiala da 1,5 ml (240 mg di Tefamin), iniettata profondamente in un muscolo, dopo aver accertato che l’ago non sia accidentalmente penetrato in vena. Il medicinale ha un’azione irritante locale.

    Uso nei bambini e negli adolescenti

    Per via orale, la dose raccomandata è 16 mg/kg al giorno ripartiti in 3 o 4 dosi.

    Per via endovenosa la dose raccomandata è 1 mg/kg/ora nei bambini di età inferiore ai 9 anni. Per via intramuscolare la dose raccomandata è 5 mg/kg pro-dose (azione irritante locale).

    Le fiale per via intramuscolare da 1,5 ml possono talvolta presentare dei cristalli di principio attivo. In questo caso è opportuno immergere le fiale in acqua calda fino al completo scioglimento dei cristalli. Le fiale da 1,5 ml servono esclusivamente per uso intramuscolare e non devono venir iniettate in vena neppure dopo diluizione.

    Se prende più Tefamin di quanto deve

    In caso di sovradosaggio i primi sintomi sono agitazione, tremore, confusione, vomito e tachicardia, crisi di convulsioni (generalizzate tonico-cloniche) e ritmo del cuore alterato (aritmie ventricolari gravi). In seguito si possono ematemesi (perdita di sangue con il vomito), disidratazione e febbre.

    Se dimentica di prendere Tefamin

    Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa.

    Se interrompe il trattamento con Tefamin

    Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

  2. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Con l’impiego di Tefamin si possono manifestare:

    • nausea,
    • vomito,
    • dolore alla parte superiore destra dell’addome (epigastrico).

      La somministrazione endovenosa può portare a:

    • mal di testa,
    • irritabilità,
    • insonnia,
    • aumento della frequenza del battito del cuore (tachicardia),
    • contrazioni anomale del cuore (extrasistolia),
    • aumento della frequenza del respiro (tachipnea),
    • occasionalmente elevata concentrazione di una sostanza chiamata albumina nelle urine (albuminuria),
    • occasionalmente elevata concentrazione di zuccheri nel sangue (iperglicemia).

    Con la comparsa di effetti indesiderati il medico può decidere di sospendere il trattamento che potrà essere ripreso, se necessario, a dosi più basse dopo la scomparsa di tali effetti.

    Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  3. Come conservare Tefamin

    Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola dopo “Scade”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  4. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Tefamin

Compresse rivestite

Ogni compressa rivestita contiene 200 mg di aminofillina

.

Pubblicita'

Gli altri componenti sono: polivinilpirrolidone, amido di mais, magnesio stearato, silice precipitata, gomma lacca, olio di ricino, talco, gelatina, gomma arabica, magnesio carbonato, titanio biossido, spermaceti, saccarosio.

Soluzione iniettale per uso intramuscolo

Ogni fiala da 1,5 ml contiene240 mg di aminofillina.

Gli altri componenti sono: 2,4-diidrossibenzoato di dietanolamina, sodio bisolfito, acqua per preparazioni iniettabili.

Soluzione iniettale per uso endovenoso

Ogni fiala da 10 ml contiene 240 mg di aminofillina: L’altro componente è: acqua per preparazioni iniettabili.

Descrizione dell’aspetto di Tefamin e contenuto della confezione

Compresse rivestite – astuccio da 30 compresse rivestite in blister.

Soluzione iniettabile per uso intramuscolare – astuccio da 10 fiale di vetro da 1,5 ml. Soluzione iniettabile per uso endovenoso – astuccio da 5 fiale di vetro da 10 ml.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

RECORDATI Industria Chimica e Farmaceutica S.p.A. – via Civitali, 1 – Milano.

Pubblicita'

Produttore

Fiale da 10 ml e Compresse rivestite

RECORDATI S.p.A. – Officina Farmaceutica di Milano – via Civitali, 1.

Fiale da 1,5 ml

Biologici Italia Laboratories S.r.l. – Officina Farmaceutica di Masate (MI) – via F. Serpero, 2.

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il {MM/AAAA}

Pubblicita'

—————————————————————————————————————————

Le informazioni seguenti sono destinate esclusivamente ai medici o agli operatori sanitari:

Soluzione iniettabile per uso endovenoso: questa via è indicata nei casi gravi di asma bronchiale. In questi casi si fa ricorso alla infusione lenta di una soluzione ottenuta diluendo 480 mg di Tefamin (pari a 2 fiale da 240 mg/ 10 ml) in 50 ml di una soluzione per infusione che sia compatibile (ad esempio soluzione clorurosodica, glucosata, levulosica).

La velocità di infusione non dovrà superare i 25 mg/min. (3,6 ml/min della soluzione così approntata); la dose totale somministrata non potrà superare i 5,6 mg/kg (0,8 ml/kg della soluzione così approntata). A questa infusione si potrà far seguire una infusione di mantenimento ottenuta diluendo 240 mg di Tefamin (pari a 1 fiala da 240 mg in 10 ml), in 500 ml di una soluzione per infusione (vedere sopra).

La velocità di questa infusione di mantenimento sarà di 0,9 mg/kg/ora (pari a 1,9 ml/kg/ora) negli adulti fumatori sotto i 50 anni; 0,45 mg/kg/ora (pari a 0,9 ml/kg/ora) negli adulti sotto i 50 anni non fumatori; 0,25 mg/kg/ora (pari a 0,5 ml/kg/ora) negli adulti con scompenso cardiaco o compromissione epatica.

In ogni caso la somministrazione per via e.v. di Tefamin dovrà essere eseguita con paziente in clinostatismo e con controllata lentezza (15-20 minuti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: