Pubblicità

Betabioptal (Betametasone + Cloramfenicolo): indicazioni e modo d’uso

Betabioptal (Betametasone + Cloramfenicolo) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Betabioptal è indicato nelle infezioni oftalmiche non purulente da germi sensibili al cloramfenicolo quando sia utile associare l’azione antinfiammatoria del betametasone.

In particolare: flogosi del segmento anteriore dell’occhio, specie post-operatorie, congiuntiviti batteriche ed allergiche, iridocicliti acute.

Betabioptal: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Betabioptal è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Betabioptal ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Betabioptal

Posologia

Pubblicità

Collirio soluzione e Sospensione

Uso negli adolescenti e negli adulti, inclusi gli anziani

1 o 2 gocce di collirio, da 3 a 6 volte al dì, secondo prescrizione medica.

Unguento

Esula dalla com?peteunzna d’eall’pAIpFAloigcnai ezveiontunaele ddispauta3coance6rnevntoe ildtierittiadilpdroìp,riestàeincdousntridaleoe lpa trueteslacbrreivzeittouanleedemi daeti rdeliactivai all’AIC dei

Gel, oftalmico

un’applicazione da 2 a 3 volte al giorno o secondo prescrizione medica

In caso di terapia concomitante con altri medicinali topici ad uso locale/oculare, si devono attendere da 10 a 15 minuti prima delle instillazioni degli altri medicinali

Popolazione pediatrica

I bambini devono ricevere il medicinale solo quando necessario e sotto il controllo del medico.

La sicurezza e l’efficacia di BETABIOPTAL nei bambini di età inferiore ad un anno non sono state ancora stabilite.

Modo di somministrazione Applicare nel sacco congiuntivale

La forma farmaceutica unguento oftalmico è particolarmente indicata per l’applicazione notturna o quando l’occhio sia protetto da fasciatura.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Betabioptal seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Betabioptal per quanto riguarda la gravidanza:

Betabioptal: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza

I dati relativi all’uso di betametasone in donne in gravidanza sono in numero limitato.

Gli studi sugli animali non sono sufficienti a dimostrare una tossicità riproduttiva. BETABIOPTAL non deve essere usato durante la gravidanza a meno che le condizioni cliniche rendano necessario il trattamento con betametasone.

Allattamento

Il cloramfenicolo è stato identificato in neonati/lattanti allattati da donne trattate. Deve essere presa la decisione se interrompere l’allattamento o astenersi dalla terapia con BETABIOPTAL tenendo in considerazione il beneficio dell’allattamento per il bambino e il beneficio della terapia per la donna.

Fertilità

Gli studi sugli animali non sono sufficienti a dimostrare una tossicità riproduttiva.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Betabioptal?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Betabioptal in caso di sovradosaggio.

Betabioptal: sovradosaggio

Non sono stati segnalati casi di sovradosaggio.

Betabioptal: istruzioni particolari

Il medicinale non utilizzato e i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

2 Comments

  1. Salve, ho sempre la sensazione di avere qualcosa dentro l’occhio, sono affetto da glaucoma ad angolo aperto e prendo tutt’ora per questo il collirio EYROOBI mattina e sera. Facendo una cura di una settimana con il Betabioptal, potrei a vostro parere risolvere almeno per un pò di tempo questo problema? Grazie

    paolo motteran
    1. Il BETABIOPTAL contiene cortisone ed è controindicato nel Glaucoma perché aumenta la pressione oculare. D’altra parte la sensazione di “corpo estraneo” nell’occhio può essere data da numerose patologie, compresa la semplice secchezza dell’occhio.
      Le consiglio una visita oculistica prima di seguire terapie di propria iniziativa. Spieghi al suo oculista che la terapia che sta seguendo non è efficace: gliene prescriverà sicuramente una alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *