Bezalip: a cosa serve e come si usa

Bezalip (Bezafibrato): indicazioni e modo d’uso

Bezalip (Bezafibrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Bezalip è indicato in aggiunta alla dieta e ad altri trattamenti non farmacologici (ad es. esercizio fisico, riduzione ponderale) per:

Trattamento dell’ipertrigliceridemia grave con o senza bassi livelli di colesterolo HDL.

Iperlipidemia mista, quando una statina è controindicata o non tollerata.

Bezalip: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Bezalip è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Bezalip ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Bezalip

Iniziare con 3 compresse al giorno (1 dopo ogni pasto principale), ingerite intere con un pò di liquido.

Se si ottengono dei risultati favorevoli – specie in pazienti con ipertrigliceridemia – si può saggiare una dose giornaliera di 2 compresse, mentre in forme dislipidemiche particolarmente resistenti è consentito salire fino a 4-5 compresse.

Il trattamento con bezafibrato è normalmente una terapia a lungo termine.

Pazienti con sensibilità gastrica

Il bezafibrato deve essere somministrato con cautela in pazienti con sensibilità gastrica (vedere 4.4).

Pazienti con ridotta funzionalità renale

Bezalip 200 mg è controindicato in pazienti con ridotta funzionalità renale (creatinina sierica > 6 mg/100 ml o clearance della creatinina < 15 ml/min) (vedere 4.3)

La clearance della creatinina è il parametro più attendibile (specialmente nel paziente anziano).

Nei pazienti dializzati l’uso di bezafibrato è controindicato (vedere 4.3). Pazienti anziani

La funzionalità renale viene fisiologicamente ridotta dall’età. Il

trattamento con bezafibrato dovrebbe quindi essere valutato sulla base dei valori della creatinina sierica e della clearance della creatinina.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Bezalip seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Bezalip per quanto riguarda la gravidanza:

Bezalip: si può prendere in gravidanza?

In assenza di un’adeguata esperienza clinica il bezafibrato è controindicato in gravidanza accertata o presunta e durante l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Bezalip?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Bezalip in caso di sovradosaggio.

Bezalip: sovradosaggio

Fatta eccezione per la rabdomiolisi, non si conosce un quadro clinico specifico dell’intossicazione da bezafibrato. In caso di sovradosaggio è dunque necessario somministrare un’adeguata terapia sintomatica. Non esiste un antidoto specifico.

Nei casi di rabdomiolisi (prevalentemente in pazienti con compromissione della funzionalità renale), interrompere immediatamente la somministrazione del bezafibrato e monitorare attentamente la funzionalità renale.

Bezalip: istruzioni particolari

Nessuna istruzione particolare.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco