Bufferin: a cosa serve e come si usa

Bufferin (Acido Acetilsalicilico): indicazioni e modo d’uso

Bufferin (Acido Acetilsalicilico) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Quelle tipiche dell’acido acetilsalicilico anche laddove sia necessario seguire trattamenti protratti nel tempo e con elevate posologie:

– terapia sintomatica dell’influenza, delle malattie da raffreddamento e febbrili

– reumatismo articolare acuto

– artrite reumatoide e sue varietà

– artropatie degenerative

– reumatismo articolare, mialgie, sciatalgie, nevralgie, radicoliti, nevralgie cervico-brachiali, nevralgie del trigemino.

Bufferin: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Bufferin è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Bufferin ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Bufferin

La posologia media consigliata è di 1-2 compresse 2-3 volte al dì. Tali dosi possono essere aumentate, secondo la gravità del quadro clinico, su parere del medico. Ragazzi da 6 a 12 anni, metà dose.

Non superare le dosi consigliate. L’assunzione delle compresse di BUFFERIN deve avvenire a stomaco pieno.

Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Bufferin seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Bufferin per quanto riguarda la gravidanza:

Bufferin: si può prendere in gravidanza?

L’impiego in gravidanza per lunghi periodi e la somministrazione negli ultimi tre mesi della gravidanza devono avvenire soltanto dietro prescrizione medica poiché l’acido acetilsalicilico può provocare fenomeni emorragici nel feto e nella madre, ritardi di parto e, nel nascituro, precoce chiusura del dotto di Botallo.

Durante gli ultimi tre mesi ed in particolare nelle ultime settimane di gravidanza, sarebbe opportuno evitare l’uso di acido acetilsalicilico.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Bufferin?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Bufferin in caso di sovradosaggio.

Bufferin: sovradosaggio

L’avvelenamento acuto provoca uno squilibrio acido base della composizione elettrolitica con iniziale alcalosi respiratoria che diviene successivamente acidosi metabolica e respiratoria. In caso di sovradosaggio somministrare emetici, effettuare una lavanda gastrica, idratare e correggere l’acidosi e l’eventuale ipoglicemia.

Bufferin: istruzioni particolari

-----


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco