Pubblicità

Ferriseltz (Ferro Citrato Ammoniacale): indicazioni e modo d’uso

Ferriseltz (Ferro Citrato Ammoniacale) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

FerriSeltz è un mezzo di contrasto indicato in pazienti adulti (>18 anni) sottoposti ad esame RM dell’addome superiore.

Ferriseltz: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Ferriseltz è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Ferriseltz ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Ferriseltz

Pubblicità

FerriSeltz deve essere somministrato per via orale.

Si consiglia una dose pari a due bustine (6 g di granulato) sciolte in 600 ml di acqua.

Per aumentare il contrasto a livello del tratto gastrointestinale la dose può essere aumentata sino a 4 bustine (12 g di granulato) sciolte sempre in 600 ml di acqua.

A completa dissoluzione si ottiene una soluzione effervescente di colore giallo di sapore gradevole.

Compatibilmente con le condizioni del paziente, la soluzione va somministrata nel più breve tempo possibile.

Procedere all’esame RM 5-20 minuti dopo la somministrazione.

Eventuali residui di soluzione non sono più utilizzabili per successivi esami.

La somministrazione orale di FerriSeltzdetermina un incremento uniforme dell’intensità di segnale all’interno del tratto gastrointestinale superiore migliorandone la visualizzazione, con conseguente possibile facilitazione nell’identificazione di anormalità e malattie a livello dell’addome superiore.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Ferriseltz seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Ferriseltz per quanto riguarda la gravidanza:

Ferriseltz: si può prendere in gravidanza?

I composti a base di ferro sono comunemente utilizzati in gravidanza e durante l’allattamento. Non sono conosciuti effetti nocivi sul decorso della gravidanza o a carico del prodotto del concepimento o del neonato. Non sono note le concentrazioni di ferro nel latte materno a seguito della somministrazione di FerriSeltz.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Ferriseltz?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Ferriseltz in caso di sovradosaggio.

Ferriseltz: sovradosaggio

Poichè FerriSeltz viene somministrato sotto diretto controllo medico, effetti conseguenti a sovradosaggio sono improbabili.

I sintomi di intossicazione acuta da ferro nell’uomo comprendono dolore addominale, diarrea, vomito, contenuto dello stomaco di colore marrone o francamente ematico, pallore, cianosi, astenia, sonnolenza, iperventilazione dovuta ad acidosi e collasso cardiovascolare.

In caso di sovradosaggio dopo aver indotto il vomito si procede con una lavanda gastrica eseguita con una soluzione di deferossamina (2 g / l). Questo primo intervento dovrà essere seguito dalla somministrazione di 5 g di deferossamina in 50 – 100 ml di acqua che devono essere mantenuti nello stomaco. Potrà essere anche somministrata una bevanda a base di mannitolo o sorbitolo per indurre lo svuotamento dell’intestino tenue. Il paziente dovrà essere tenuto sotto costante osservazione, con monitoraggio del tasso di ferro nel siero.

Ferriseltz: istruzioni particolari

Il contenuto di 2 (6 g) o 4 (12 g) bustine sciolto in 600 ml di acqua deve essere somministrato il più rapidamente possibile.

Eventuali residui di soluzione non sono più utilizzabili.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *