Pubblicità

Lonioban (Lidocaina): indicazioni e modo d’uso

Lonioban (Lidocaina) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Lonioban è indicato per il trattamento sintomatico del dolore neuropatico associato a pregressa infezione da Herpes Zoster (nevralgia post-erpetica, NPH) in adulti.

Lonioban: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Lonioban è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Lonioban ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Lonioban

Adulti ed anziani

L’area dolente deve essere ricoperta dal cerotto, applicato una volta al giorno per non più di 12 ore nell’arco delle 24 ore. Devono essere applicati solo i cerotti necessari per un trattamento efficace. Se necessario, il cerotto può essere tagliato con le forbici in parti più piccole prima di rimuovere la pellicola protettiva. In totale, non devono essere applicati contemporaneamente più di tre cerotti.

Pubblicità

Il cerotto deve essere applicato su cute intatta, asciutta e non irritata (dopo la guarigione delle lesioni erpetiche).

Ciascun cerotto non può essere applicato per oltre 12 ore. L’intervallo libero dalla successiva applicazione deve essere di almeno 12 ore. Il cerotto può essere applicato durante il giorno o durante la notte.

Il cerotto deve essere applicato sulla cute immediatamente dopo averlo tolto dalla bustina ed aver rimosso la pellicola protettiva dalla superficie idrogel. Peli e capelli nella zona di applicazione devono essere tagliati con un paio di forbici (non rasati).

Il trattamento deve essere rivalutato dopo 2-4 settimane. Se non vi è stata risposta terapeutica a Lonioban dopo questo periodo (durante il periodo in cui il cerotto è stato applicato e/o durante il periodo senza cerotto), il trattamento deve essere interrotto, poiché, in questa situazione, i rischi potenziali potrebbero superare i benefici (vedere paragrafì 4.4 e 5.1). L’utilizzo a lungo termine di Lonioban, nel corso di studi clinici ha dimostrato che il numero di cerotti da utilizzare

diminuisce nel tempo. Di conseguenza il trattamento deve essere rivalutato ad intervalli regolari al fine di decidere se il numero di cerotti necessari per coprire l’area dolente possa essere ridotto, o se l’intervallo libero dall’applicazione del cerotto possa essere aumentato.

Danno renale

In pazienti con danno renale lieve o moderato, non sono necessari aggiustamenti del dosaggio. Lonioban deve essere utilizzato con cautela in pazienti con grave danno renale (vedere paragrafo 4.4)

Compromissione epatica

In pazienti con compromissione epatica lieve o moderata, non sono necessari aggiustamenti del dosaggio. Lonioban deve essere utilizzato con cautela nei pazienti con grave compromissione epatica (vedere paragrafo 4.4).

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l’efficacia di Lonioban in pazienti al di sotto dei 18 anni d’età non è stata stabilita. Non vi sono dati disponibili.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Lonioban seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Lonioban per quanto riguarda la gravidanza:

Lonioban: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza

La lidocaina passa la barriera placentare. In ogni caso non vi sono dati sufficienti sull’uso di lidocaina nelle donne in gravidanza.

Studi sugli animali non indicano un potenziale teratogeno della lidocaina (vedere paragrafo 5.3). Il rischio potenziale per l’uomo non è noto. Pertanto, Lonioban non deve essere usato in gravidanza a meno di accertata necessità.

Allattamento

Lidocaina è escreta nel latte materno. In ogni caso, per il cerotto, non vi sono studi clinici su donne in allattamento. Dato che il metabolismo della lidocaina è relativamente veloce ed avviene quasi completamente nel fegato, si presume che solo una piccolissima quantità di lidocaina possa essere escreta nel latte materno.

Fertilità

Non sono disponibili dati clinici sulla fertilità. Gli studi sugli animali non hanno evidenziato effetti sulla fertilità femminile.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Lonioban?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Lonioban in caso di sovradosaggio.

Lonioban: sovradosaggio

Il sovradosaggio con il cerotto è improbabile, ma non si può escludere che un uso non appropriato del cerotto, come ad esempio l’utilizzo contemporaneo di un elevato numero di cerotti, per un periodo di applicazione più lungo o l’utilizzo su cute lesa, possa portare a livelli plasmatici di lidocaina più elevati del normale. Possibili segni di tossicità sistemica sono simili, per natura, a quelli osservabili dopo somministrazione di lidocaina come anestetico locale e possono includere i seguenti segni e sintomi: vertigine, vomito, sonnolenza, convulsioni, midriasi, bradicardia, aritmia e shock.

In caso di sospetto sovradosaggio, il cerotto deve essere rimosso e vanno intraprese misure di supporto se clinicamente necessarie. Non esiste un antidoto alla lidocaina.

Lonioban: istruzioni particolari

Dopo l’uso, il cerotto contiene ancora principio attivo. Dopo averlo tolto, il cerotto deve essere piegato a metà, con lo strato adesivo verso l’interno in modo che lo strato autoadesivo non sia esposto e deve essere eliminato.

Il cerotto non utilizzato o da eliminare deve essere smaltito secondo le normative locali.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *