Pubblicità

Vertiserc (Betaistina Dicloridrato): indicazioni e modo d’uso

Vertiserc (Betaistina Dicloridrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Vertiserc è indicato per la Sindrome di Ménière i cui sintomi principali includono vertigini (con nausea e vomito), progressiva perdita dell’udito e tinnito.

Vertiserc: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Vertiserc è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Vertiserc ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Vertiserc

Posologia

Adulti

La dose consigliata è compresa tra 24 e 48 mg al giorno, suddivisa in più somministrazioni , preferibilmente ai pasti.

Compresse

Compresse da 8 mg Compresse da 16 mg Compresse da 24 mg
1-2 compresse
per tre volte al giorno
1 compressa
per due-tre volte al giorno
1 compressa
per due volte al giorno

Gocce orali, soluzione

Pubblicità

La dose consigliata è compresa tra 24 e 48 mg al giorno, suddivisa in più somministrazioni. 1-2 ml per tre volte al giorno o 3 ml per due volte al giorno.

Modo di somministrazione

Compresse da 8, 16, 24 mg: devono essere deglutite con acqua.

Gocce orali, soluzione: la confezione contiene una siringa dosatrice con segni di graduazione a 1, 2 e 3 ml (vedere anche paragrafo 6.6 Precauzìonì partìcolarì per lo smaltìmento e la manìpolazìone). La soluzione di Vertiserc può essere diluita in acqua.

Compresse e Gocce orali, soluzione:

La posologia deve essere aggiustata sulla base della risposta individuale. Non ci sono limitazioni alla durata del trattamento.

Popolazione pediatrica

Vertiserc non deve essere utilizzato nei bambini e adolescenti al di sotto dei 18 anni, poiché non sono disponibili dati sufficienti di sicurezza ed efficacia in tale popolazione.

Anziani

Sebbene ci siano dati limitati derivanti da studi clinici negli anziani, l’ampia esperienza derivante dalla commercializzazione suggerisce che non è necessario alcun aggiustamento della dose in questa popolazione di pazienti.

Pazienti con insufficienza renale

Non sono disponibili studi clinici specifici in pazienti con insufficienza renale ma in base all’esperienza derivante dalla commercializzazione non sembra essere necessario alcun aggiustamento della dose in questa popolazione di pazienti.

Pazienti con insufficienza epatica

Non sono disponibili studi clinici specifici in pazienti con insufficienza epatica ma in base all’esperienza derivante dalla commercializzazione non sembra essere necessario alcun aggiustamento della dose in questa popolazione di pazienti.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Vertiserc seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Vertiserc per quanto riguarda la gravidanza:

Vertiserc: si può prendere in gravidanza?

ità

Gravidanza

Non sono disponibili dati clinici adeguati relativi all’uso di betaistina in gravidanza.

Studi effettuati su animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti sulla tossicità riproduttiva a esposizioni terapeutiche clinicamente rilevanti.

Come misura precauzionale, è preferibile evitare l’uso di betaistina durante la gravidanza.

Allattamento

Non è noto se la betaistina sia secreta nel latte materno.

La betaistina è escreta nel latte del ratto. Effetti osservati dopo il parto in studi su animali sono limitati a dosi molto elevate. L’importanza del farmaco per la madre deve essere valutata in rapporto ai benefici dell’allattamento ed ai rischi potenziali per il neonato.

Fertilità

Studi su animali non hanno mostrato effetti sulla fertilità nei ratti.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Vertiserc?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Vertiserc in caso di sovradosaggio.

Vertiserc: sovradosaggio

Sono stati riportati pochi casi di sovradosaggio.

Alcuni pazienti hanno manifestato con dosi fino a 640 mg sintomi di intensità da lieve a moderata (ad esempio nausea, sonnolenza, dolore addominale).

Complicazioni più gravi (ad esempio convulsioni, complicazioni polmonari o cardiache) sono state riportate in casi di sovradosaggio intenzionale di betaistina specialmente in combinazione con altri farmaci sovradosati. Il trattamento del sovradosaggio deve includere misure di supporto standard.

Vertiserc: istruzioni particolari

Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

Gocce orali, soluzione

Vertiserc gocce orali, soluzione orale può essere assunto diluito in acqua. Se sceglie questa soluzione, deve svuotare la siringa riempita con la dose corretta in un bicchiere di acqua ed agitare la soluzione prima di berla.

Altrimenti il contenuto della siringa può essere trasferito in un cucchiaio da tavola per la somministrazione.

La siringa deve essere risciacquata con acqua dopo l’uso.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

4 Comments

    1. La tietilperazina (Torecan) è un derivato fenotiazinico che possiede le stesse caratteristiche farmacologiche di questa classe chimica di farmaci, in misura più attenuata, ma ha, rispetto a questi, una specifica efficacia.
      Torecan è indicato nel trattamento di nausea e di vomito di varie origini.
      L’effetto antiemetico è dovuto alla sua duplice azione sulla zona chemiosensibile bulbare e sul centro emetico propriamente detto.

      Betaistina dicloridrato è un prodotto di sintesi originale attivo a livello della microcircolazione d’organo che contribuisce a ristabilire il flusso microcircolatorio. Tale azione è stata evidenziata anche a livello di labirinto.

      Poiché betaistina (Vertiserc) è un analogo dell’istamina e la tietilperazina (Torecan) è un analogo degli antistaminici, l’interazione fra i due farmaci e’ teoricamente possibile, per cui e’ consigliabile evitare la co-somministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *