Pubblicita'

Elonia

[Helonias dioica Pursh. – Fam. Melantacee/Narteciee/Heloniadee (Liliacee)]

Elonia- Ultimo aggiornamento pagina: 27/02/2018

Indice dei contenuti

  1. Generalità
  2. Componenti principali
  3. Proprietà farmacologiche
  4. Estratti e preparati vari
  5. Preparazioni usuali e Formule
  6. Bibliografia

Generalità

Torna ad inizio pagina

elonia

Etimologia – Helonias (nome dato da Reichenbach) dal greco elos = palude, pantano, allusione ai luoghi dove la pianta alligna.

Pubblicita'

dioica – per i fiori staminiferi e pistilliferi portati da individui differenti.

Nome volgare Blazing Star, False Unicorn Root.

Habitat Regioni orientali dell’America del Nord (Massachusetts, Ontario, Michigan, Florida, ecc.).

Pianta erbacea perenne.

Parti usate Rizoma e radici.

Componenti principali

Torna ad inizio pagina

Pubblicita'

Saponina circa 9,5 % (1) denominata camelirina o elonina. E’ stata segnalata la presenza di sostanze dotate di proprietà estrogene, di composizione chimica non definita (2).

Proprietà farmacologiche ed impiego terapeutico

Torna ad inizio pagina

Viene attribuita all’Elonia un'azione tonica sull’utero e viene impiegata nell’amenorrea, nella dismenorrea e nella leucorrea. La presenza di sostanze di tipo estrogeno, notata da Costello e Lynn (2) nella droga, potrebbe giustificare il suo impiego terapeutico nelle suddette affezioni dell’apparato utero-ovarico.

Ad alte dosi i preparati di Elonia possono provocare nausee e vomito, azione molto verosimilmente dovuta alla presenza di sostanze saponiniche fra i suoi componenti.

Estratti e preparati vari

Torna ad inizio pagina

Estratto fluido (g 1 = XLVII gtt).

Dosi: g 1-5 pro die.

Preparazioni usuali e formule galeniche

Pubblicita'

Torna ad inizio pagina

Tintura

Estratto fluido……………………………………………………….. elonia g 20

Alcool di 50° …………………………. ……………………….. g 80

(g 5-25 pro die)

Pozione

Pubblicita'

Tintura noce vomica……………………… ……………………. g 2

Tintura elonia………………………………………………………. g 10

Sciroppo arancio amaro ………………………………………. g 50

Pubblicita'

Acqua . …………………………………………………………….. g 100

(2-6 cucchiai pro die nella dismenorrea)

BIBLIOGRAFIA

Torna ad inizio pagina

(1) KRUSKAL. Arbeìten Fhartn. InstU Dorpat, 1891. 6, 16 * (2) COSTELLO C. H. c LYNN E. V-, J A.Ph.A.. Sci. Ed. 39. 177, 1950.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: