Comizial: effetti collaterali e controindicazioni

Comizial (Fenobarbital + Calcio Lattato + Manganese Lattato) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

Epilessia, corea.

Il prodotto è efficace nel ridurre gli stati di ipereccitabilità. Nelle eccitazioni del sistema nervoso usando il Comizial si ottengono risultati favorevoli.

Comizial: effetti collaterali

Pubblicità

Come tutti i farmaci, però, anche Comizial ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Comizial, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Comizial: controindicazioni

Ipersensibilità a qualcuno dei componenti.

Nelle intossicazioni acute da alcool, sonniferi, analgesici e psicofarmaci.

Nella grave insufficienza renale ed epatica, gravi lesioni miocardiche, nefriti, porfiria intermittente acuta.

Per la presenza di sali di calcio è controindicato nei casi di ipercalcemia, nelle sarcoidosi ossee dei processi neoplastici e nei pazienti in corso di trattamento digitalico.

Comizial: effetti collaterali

Il fenobarbital può dare assuefazione; non utilizzare il medicinale per pazienti con precedenti di farmaco-dipendenza fisica o psichica nei riguardi di farmaci.

In soggetti ipersensibili occasionalmente si possono manifestare : vertigini, inebetimento, mal di testa, nausea, ecc.

Sequele più marcate, quali delirio, stupore, atassia, sono abitualmente il risultato dell’uso continuo di quantità eccessive. Sono state osservate eruzioni cutanee, tipo morbillo o orticaria, che di regola scompaiono spontaneamente dopo sospensione del trattamento, essendo dovute principalmente ad idiosincrasia.

Pazienti anziani reagiscono talvolta ai barbiturici con eccitazione, confusione o depressione, che scompaiono con la sospensione del trattamento. In alcuni pazienti, il fenobarbital può produrre dolori della muscolatura scheletrica ed eccitazione.

Comizial: avvertenze per l’uso

Nei pazienti in corso di trattamento con anticoagulanti il fenobarbital può diminuirne gli effetti; in tal caso si richiede una dose più elevata di anticoagulante per ottenere l’effetto ottimale.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Da usare con cautela nei casi di grave debolezza e di malattie polmonari.

Si richiede particolare cura nello stabilire, specialmente nei bambini, la posologia dei barbiturici e di altri farmaci antiepilettici di uso parenterale usati contemporaneamente, poiché gli effetti additivi possono causare ipotensione e depressione respiratoria.

I sali di calcio svolgono un’azione additiva sugli effetti cardiaci della digitale e possono accelerare l’instaurarsi di fenomeni d’intossicazione digitalica. Inoltre, i preparati di calcio devono essere somministrati con cautela nei pazienti con funzionalità renale compromessa o con precedenti di litiasi renale.


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.