Pubblicita'

Miocamen Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Miocamen


MIOCAMEN®

J01FA11 Miocamicina

  1. ELEMENTI PER L'IDENTIFICAZIONE DEL MEDICINALE Denominazione del medicinale

    MIOCAMEN 600 mg Compresse rivestite con film MIOCAMEN 250 mg/5 ml Granulato per sospensione orale

    Composizione

    MIOCAMEN 600 mg Compresse rivestite con film

    Ogni compressa contiene: Principio attivo: miocamicina 600 mg.

    Eccipienti: etilcellulosa, idrossipropilmetilcellulosa, alluminio glicinato, sodio amido glicolato, cellulosa microcristallina, magnesio stearato, polietilenglicole, talco, titanio diossido, giallo tramonto, rosso eritrosina.

    MIOCAMEN 250 mg/5 ml Granulato per sospensione orale

    Il flacone da 30 g di granulato contiene: Principio attivo: miocamicina 6 g.

    Eccipienti: etilcellulosa, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, acido citrico, sodio fosfato anidro, aroma di banana, sodio saccarinato, giallo tramonto, idrossipropilmetilcellulosa, simeticone, sorbitan monopalmitato, glicerilmonostearato, saccarosio monopalmitato, mannitolo.

    Forma farmaceutica e contenuto

    Compresse rivestite con film da 600 mg – 12 compresse

    Flacone da 120 ml contenente 30 g di granulato per sospensione orale.

    Categoria farmacoterapeutica

    Antibiotici per via sistemica (macrolide).

    Titolare A.I.C.

    A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite s.r.l., via Sette Santi, 3 – Firenze. Su licenza Meiji Seika Kaisha Ltd Tokio – Giappone.

    Produzione e controllo Produttore:

    Laboratorios Menarini S.A. – Alfonso XII 587 – Badalona (Barcellona) – Spagna.

    Controllore finale:

    Laboratorios Menarini S.A. – Alfonso XII 587 – Badalona (Barcellona) – Spagna. A.Menarini Manufacturing Logistics and Services Srl – Via Sette Santi, 3 – Firenze.

  2. INDICAZIONI TERAPEUTICHE

    Infezioni dell'adulto e del bambino, sostenute da germi sensibili alla miocamicina:

    • Bronchiti, polmoniti, tonsilliti, faringiti, rinofaringiti, sinusiti, otiti, otiti medie, scarlattina, foruncolosi, piodermiti, ascessi, flemmoni, ecc.
    • È attivo anche nelle infezioni odontostomatologiche, urogenitali e delle vie biliari da germi sensibili.
    • Può essere somministrato anche in soggetti allergici alla penicillina.

  3. INFORMAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONOSCIUTE PRIMA DELL'USO DEL MEDICINALE

    Controindicazioni

    Accertata ipersensibilità individuale alla miocamicina.

    Opportune precauzioni d'impiego

    Il trattamento con miocamicina, come con gli altri antibiotici, può dar luogo a superinfezioni da agenti batterici resistenti e da miceti, che richiedono l'interruzione del trattamento e l'istituzione di una terapia idonea.

    Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

    Nei trattamenti prolungati, in soggetti con insufficienza epatobiliare, si consiglia di effettuare controlli della funzionalità epatica.

    Interazioni con altri medicinali e interazioni di qualsiasi altro genere

    È possibile un aumento delle concentrazioni plasmatiche di carbamazepina, ciclosporina e diidroergotamina in caso di concomitante somministrazione.

    Sulla base di studi di farmacocinetica, la miocamicina non modifica in maniera clinicamente significativa la clearance della teofillina. Tali risultati non sembrano giustificare, in caso di associazione, la necessità di una modifica della posologia abituale della teofillina stessa.

    Avvertenze speciali

    Il medicinale non è controindicato per i soggetti affetti da malattia celiaca.

    È opportuno evitare la somministrazione del preparato nei pazienti con grave insufficienza epatobiliare.

    Effetti sulla guida e sull'uso di macchine

    La sostanza non interferisce su tali capacità.

  4. ISTRUZIONI NECESSARIE E CONSUETE PER UNA CORRETTA UTILIZZAZIONE

    Dose, modo e tempo di somministrazione

    Adulti: la posologia giornaliera è compresa fra 900 e 1.800 mg suddivisi in 2-3 somministrazioni per via orale. Il dosaggio medio giornaliero è di 1 compressa da 600 mg ogni 12 ore.

    Nelle infezioni gravi il dosaggio giornaliero può essere aumentato fino a 1.800 mg in tre somministrazioni: 1 compressa da 600 mg ogni 8 ore.

    Bambini: la posologia giornaliera è di 50 mg/kg/giorno suddivisi in 2-3 somministrazioni secondo giudizio del medico.

    peso corporeo

    quantità di miocamicina

    fino a 5 kg

    250 mg/giorno

    da 5 a 10 kg

    500 mg/giorno

    da 10 a 15 kg

    750 mg/giorno

    da 15 a 20 kg

    1.000 mg/giorno

    Il misurino dosatore è graduato da 1 a 10 mL corrispondenti rispettivamente a 50, 100 etc. mg di miocamicina.

    Modalità d'uso: per la preparazione della sospensione aggiungere lentamente nel flacone, avendo cura di non agitarlo, acqua potabile fino al segno.

    Raggiunto il livello, agitare il flacone a lungo energicamente.

    La sospensione così preparata è pronta per l'uso e deve essere conservata in frigorifero e utilizzata entro 14 giorni.

    Il flacone dovrà essere energicamente agitato prima di ogni somministrazione.

    Durata del trattamento

    È in relazione alla natura e alla gravità della patologia.

    Modalità di intervento in caso di dose eccessiva

    Non sono stati segnalati fino ad oggi casi di sovradosaggio.

  5. EFFETTI INDESIDERATI

    Fino ad ora non si sono rilevati effetti indesiderati di particolare rilevanza nei pazienti trattati con miocamicina. In qualche caso sono stati osservati modesti disturbi a localizzazione gastrointestinale (dolore e distensione addominale, nausea, vomito, anoressia, diarrea) o manifestazioni cutanee transitorie (prurito, eruzioni cutanee).

    Comunicare al proprio medico o al farmacista qualsiasi effetto indesiderato non descritto nel presente foglio illustrativo.

  6. SCADENZA

    Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

  7. Data dell'ultima revisione da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco: Marzo 2007

Pubblicita'

Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

MIOCAMEN®

J01FA11 Miocamicina

  1. ELEMENTI PER L'IDENTIFICAZIONE DEL MEDICINALE Denominazione del medicinale

    MIOCAMEN 900 mg granulato per sospensione orale

    Composizione

    Ogni bustina contiene:

    Principi attivi: miocamicina 900 mg.

    Eccipienti: etilcellulosa, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, acido citrico monoidrato, sodio fosfato dibasico anidro, aroma di banana, sodio saccarinato, giallo tramonto (E 110), idrossipropilmetilcellulosa, dimeticone, sorbitan monopalmitato, glicerilmonostearato, saccarosio monopalmitato, mannitolo.

    Forma farmaceutica e contenuto

    Granulato per sospensione orale – 8 Bustine da 900 mg

    Categoria farmacoterapeutica

    Antibiotici per via sistemica (macrolide).

    Titolare A.I.C.

    A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite s.r.l., via Sette Santi, 3 – Firenze.

    Su licenza Meiji Seika Kaisha Ltd Tokio – Giappone.

    Produzione e controllo Produttore:

    Laboratorios Menarini S.A. – Alfonso XII, 587- Badalona (Barcellona) – Spagna.

    Controllore finale :

    Laboratorios Menarini S.A. – Alfonso XII, 587 – Badalona (Barcellona) – Spagna.

    A.Menarini Manufacturing Logistics and Services srl – Via Sette Santi, 3 – Firenze.

  2. INDICAZIONI TERAPEUTICHE

    Infezioni dell'adulto e del bambino di peso superiore ai

    35 kg, sostenute da germi sensibili alla miocamicina:

    • Bronchiti, polmoniti, tonsilliti, faringiti, rinofaringiti, sinusiti, otiti, otiti medie, scarlattina, foruncolosi, piodermiti, ascessi, flemmoni, ecc.
    • È attivo anche nelle infezioni odontostomatologiche, urogenitali e delle vie biliari da germi sensibili.
    • Può essere somministrato anche in pazienti allergici alla penicillina.

  3. INFORMAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONOSCIUTE PRIMA DELL'USO DEL MEDICINALE

    Controindicazioni

    Accertata ipersensibilità individuale alla miocamicina.

    Opportune precauzioni d'impiego

    Il trattamento con miocamicina, come con gli altri antibiotici, può dar luogo a superinfezioni da agenti batterici resistenti e da miceti, che richiedono l'interruzione del trattamento e l'istituzione di una terapia idonea.

    Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

    Nei trattamenti prolungati, in soggetti con insufficienza epatobiliare, si consiglia di effettuare controlli della funzionalità epatica.

    Interazioni con altri medicinali e interazioni di qualsiasi altro genere

    È possibile un aumento delle concentrazioni plasmatiche di carbamazepina, ciclosporina e diidroergotamina in caso di concomitante somministrazione.

    Sulla base di studi di farmacocinetica, la miocamicina non

    modifica in

    maniera clinicamente

    significativa

    l'eliminazione

    della teofillina. Tali

    risultati non

    sembrano giustificare, in caso di associazione, la necessità di una modifica del dosaggio abituale della teofillina stessa.

    Avvertenze speciali

    Il medicinale non è controindicato per i soggetti affetti da malattia celiaca.

    È opportuno evitare la somministrazione del preparato nei pazienti con grave insufficienza epatobiliare.

    Effetti sulla guida e sull'uso di macchine

    La sostanza non interferisce su tali capacità.

  4. ISTRUZIONI NECESSARIE E CONSUETE PER UNA CORRETTA UTILIZZAZIONE

Dose, modo e tempo di somministrazione

Adulti e bambini di peso superiore ai 35 kg: la posologia giornaliera è di 1.800 mg suddivisi in 2 somministrazioni per via orale, e cioè una bustina da 900 mg ogni 12 ore.

Modalità d'uso: versare al momento dell'uso il contenuto della bustina in acqua, succhi di frutta, latte etc., agitare in modo da ottenere una sospensione completa ed assumere.

Durata del trattamento

È in relazione alla natura e alla gravità della patologia.

Modalità di intervento in caso di dose eccessiva

Non sono stati segnalati fino ad oggi casi di sovradosaggio.

E) EFFETTI INDESIDERATI

Fino ad ora non si sono rilevati effetti indesiderati di particolare rilevanza nei pazienti trattati con miocamicina. In qualche caso sono stati osservati modesti disturbi a localizzazione gastrointestinale (dolore, distensione addominale, nausea, vomito, diarrea,

anoressia) o manifestazioni cutanee transitorie (prurito, eruzioni cutanee).

Comunicare al proprio medico o al farmacista qualsiasi effetto indesiderato non descritto nel presente foglio illustrativo.

  1. SCADENZA

    Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

  2. Data dell'ultima revisione da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco: MARZO 2007

Tenere il medicinale fuori della portata dei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: