Pubblicita'

Tachiverde Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Tachiverde


Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

TACHIVERDE 1000 mg compresse TACHIVERDE 1000 mg compresse effervescenti

Paracetamolo

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista o all’infermiere. Vedere paragrafo 4.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Tachiverde e a cosa serve
    2. Cosa deve sapere prima di prendere Tachiverde
    3. Come prendere Tachiverde
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Tachiverde
    6. Contenuto della confezione e altre informazioni

    1. Che cos’ è Tachiverde e a cosa serve

      Tachiverde contiene il principio attivo paracetamolo che appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati “analgesici ed antipiretici

      che agiscono alleviando il dolore e riducendo la febbre.

      Tachiverde è utilizzato negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai

      15 anni per i dolori di ogni genere (ad esempio, mal di testa, dolori articolari, torcicollo, mal di schiena, mal di denti, dolori mestruali, piccoli interventi chirurgici).

      Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio.

    2. Cosa deve sapere prima di prendere Tachiverde Non prenda Tachiverde

  • se è allergico a paracetamolo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di

1

questo medicinale (elencati al paragrafo 6)

– se chi deve assumere il farmaco ha un’età inferiore ai 15 anni.

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Tachiverde. In particolare, informi il medico:

  • se soffre di carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (sostanza normalmente presente nel corpo umano, la cui carenza può causare una malattia del sangue)
  • se soffre di anemia emolitica (malattia dovuta alla distruzione di alcune cellule del sangue, i globuli rossi)
  • se soffre di malattie del fegato che ne riducono la funzionalità (insufficienza epatica grave, sindrome di Gilbert, insufficienza epatocellulare da lieve a moderata, epatite acuta) o se è in trattamento concomitante con farmaci che alterano la funzionalità del fegato.

– se soffre di ridotta funzionalità dei reni (insufficienza renale di grado lieve/moderato)

– se è in trattamento concomitante con qualsiasi altro farmaco (vedere “Altri medicinali e Tachiverde”).

Pubblicita'

Uso di dosi elevate e/o per periodi prolungati

L’uso di dosi elevate e/o prolungate di questo medicinale può provocare disturbi del fegato (epatopatia) e alterazioni anche gravi a carico del rene e del sangue.

Prima di prendere questo medicinale, informi il medico se chi deve assumere il farmaco soffre di una malattia dei reni o del fegato.

In questi casi Tachiverde le verrà prescritto solo se effettivamente necessario e sotto diretto controllo medico

Bambini e adolescenti

Non dia Tachiverde ai bambini e adolescenti di età inferiore ai 15 anni (vedere paragrafo “Non prenda Tachiverde”).

Altri medicinali e Tachiverde

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo o ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

In particolare, informi il medico se sta prendendo:

– medicinali che contengono paracetamolo. Durante il trattamento con paracetamolo prima di prendere qualsiasi altro medicinale controlli che non contenga paracetamolo, poiché se il paracetamolo è assunto in dosi elevate si possono verificare gravi effetti indesiderati;

2

  • medicinali che rallentano lo svuotamento dello stomaco, (ad es. anticolinergici, oppioidi), in quanto questi medicinali ritardano l'effetto di Tachiverde;

  • medicinali che accelerano lo svuotamento dello stomaco, (ad es. procinetici). In quanto questi medicinali accelerano l'effetto di Tachiverde;

  • colestiramina (medicinale usato per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue), in quanto riduce l’effetto del paracetamolo;

  • cloramfenicolo (un antibiotico), in quanto può aumentare il rischio di effetti indesiderati

  • rifampicina (un antibiotico);

  • cimetidina (un medicinale usato nel trattamento dell’ulcera dello stomaco);

  • antiepilettici (medicinali usati per trattare l’epilessia), ad esempio glutetimide, fenobarbital, carbamazepina;

  • zidovudina (medicinale per il trattamento dell’HIV);

  • anticoagulanti orali che sono medicinali utilizzati per rendere il sangue più fluido. In questo caso, specialmente per trattamenti prolungati ed ad alte dosi con paracetamolo (4 g al giorno per almeno 4 giorni), prenda Tachiverde solo sotto stretto controllo medico.

Pubblicita'

Interferenze con esami del sangue

Se chi assume il farmaco deve effettuare esami del sangue tenga conto che la somministrazione di paracetamolo può interferire con la determinazione della uricemia e della glicemia.

Tachiverde con alcol

Prenda Tachiverde con cautela e solo sotto stretto controllo medico se fa abuso di alcol.

3

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

Durante la gravidanza e l’allattamento al seno, prenda questo medicinale solo in casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Guida di veicoli ed utilizzo di macchinari

Tachiverde non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

Tachiverde 1000 mg compresse effervescenti contiene sodio e sorbitolo

Pubblicita'

Sodio: questo medicinale contiene 24 mmol (o 552 mg) di sodio per compressa. Da tenere in considerazione in persone con ridotta funzionalità renale o che seguono una dieta a basso contenuto di sodio.

Sorbitolo: se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  1. Come prendere Tachiverde

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    Adulti e adolescenti oltre i 15 anni

    La dose raccomandata è 1 compressa o 1 compressa effervescente , fino a un massimo di 3 volte al giorno.

    L’intervallo tra le diverse somministrazioni non deve essere inferiore alle quattro ore.

    Sciolga le compresse effervescenti in un bicchiere d’acqua.

    Se prende più Tachiverde di quanto deve

    In caso di assunzione accidentale di una dose eccesiva di Tachiverde, avverta immediatamente il medico o si rivolga al più vicino ospedale.

    In caso di assunzione accidentale di dosi molto elevate di paracetamolo, i sintomi che generalmente potrebbe manifestare entro le prime 12-48 ore comprendono:

    • mancanza o riduzione dell'appetito (anoressia)
    • nausea
    • vomito

      4

    • pallore,
    • dolori addominali
    • profondo decadimento delle condizioni generali
    • problemi al fegato con aumento delle transaminasi che può degenerare all’insufficienza epatica, accumulo di acidi nell’organismo (acidosi metabolica), malattia dell’encefalo (encefalopatia) che possono portare a coma e morte
    • aumento della bilirubina(colorito giallastro della pelle e degli occhi), della lattico-deidrogenasi nel sangue
    • riduzione dei livelli di protrombina nel sangue

    – .

    Trattamento

    Il medico in base alla natura ed alla gravità dei sintomi effettuerà la terapia idonea di supporto.

    Nota per l’operatore sanitario: l’antidoto specifico in caso di intossicazione con paracetamolo è l’N-acetilcisteina somministrata in vena: la posologia è di 150 mg/kg e.v. in soluzione glucosata in 15 minuti, poi 50 mg/kg nelle 4 ore successive e 100 mg/kg nelle 16 ore successive, per un totale di 300 mg/kg in 20 ore.

  2. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Se lei manifesta i seguenti effetti indesiderati INTERROMPA il trattamento con questo medicinale e contatti immediatamente il medico:

    • reazioni allergiche con:

      • eruzioni della pelle con irritazioni della pelle (eritema) e arrossamenti della pelle accompagnati da prurito (orticaria)
      • gonfiore della gola (edema della laringe)
      • gonfiore di mani, piedi, caviglie, viso, labbra, lingua e/o gola (angioedema)
      • grave reazione allergica (shock anafilattico).

        Inoltre, chi assume il farmaco potrebbe manifestare i seguenti effetti indesiderati, per i quali non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza.

        Effetti che riguardano il sangue

    • riduzione del numero di piastrine nel sangue (trombocitopenia)

      5

    • riduzione del numero di globuli bianchi nel sangue (leucopenia/agranulocitosi)
    • riduzione dell’emoglobina nel sangue, sostanza che trasporta l’ossigeno nel

      sangue (anemia).

      Effetti che riguardano il sistema nervoso

    • vertigini.

      Effetti che riguardano lo stomaco e l’intestino

    • disturbi allo stomaco e all’intestino, come ad esempio vomito, diarrea e dolori addominali.

      Effetti che riguardano il fegato

    • funzionalità anomala del fegato
    • infiammazione del fegato (epatite).

      Effetti che riguardano la pelle e il tessuto sottocutaneo

      • macchie rosse, lesioni bollose con aree di distacco della pelle, vesciche, eruzioni della pelle (eritema multiforme, sindrome di Stevens Johnson, necrolisi epidermica tossica)

      Sono stati segnalati casi molto rari di reazioni cutanee gravi.

      Effetti che riguardano i reni e le vie urinarie

    • riduzione della funzionalità dei reni (insufficienza renale acuta)
    • infiammazione dei reni (nefrite interstiziale)
    • sangue nelle urine (ematuria)
    • cessazione o riduzione della produzione di urine (anuria).

    6

    Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni- avverse. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  3. Come conservare Tachiverde

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Compresse: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione

    Compresse effervescenti: conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce e dall'umidità.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola dopo Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  4. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Tachiverde

Tachiverde 1000 mg compresse

  • il principio attivo è: paracetamolo (ogni compressa contiene 1000 mg di paracetamolo)
  • gli altri componenti sono: cellulosa microcristallina, croscarmellosa sodica, povidone, magnesio stearato, silice precipitata.

    Tachiverde 1000 mg compresse effervescenti

  • il principio attivo è: paracetamolo (ogni compressa effervescente contiene 1000 mg di paracetamolo)
  • gli altri componenti sono: acido citrico, sodio carbonato, sodio bicarbonato, sodio benzoato, sodio docusato, sorbitolo (vedere paragrafo “Tachiverde 1000 mg compresse effervescenti contiene sodio e sorbitolo”), aroma di arancio, acesulfame K, emulsione di simeticone.

7

Descrizione dell’aspetto di Tachiverde e contenuto della confezione

Tachiverde 1000 mg compresse

Si presenta in compresse di colore bianco, di forma allungata con linea di incisione impressa su entrambi i lati. Le compresse sono divisibili, e sono confezionate in blister in astuccio da 8 compresse (1 blister) o 16 compresse (2 blister da 8 compresse ciascuno).

8

Tachiverde 1000 mg compresse effervescenti

Si presenta in compresse effervescenti di colore bianco-biancastro, di forma rotonda. Le compresse effervescenti sono confezionate in blister in astuccio da 12 compresse (4 blister da 3 compresse ciascuno).

Pubblicita'

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco – A.C.R.A.F. S.p.A. Viale Amelia, 70 – 00181 Roma.

Produttore

Compresse

A.C.R.A.F. S.p.A. – Via Vecchia del Pinocchio, 22 – 60131 Ancona oppure

Fine Foods N.T.M. S.p.A. – Via Berlino, 39 – 24040 Verdellino (Bergamo).

Pubblicita'

Compresse effervescenti

A.C.R.A.F. S.p.A. – Via Vecchia del Pinocchio, 22 – 60131 Ancona oppure

E-Pharma Trento S.p.A. – Frazione Ravina – Via Provina, 2 – 38123 Trento (TN).

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: