Cardioten: a cosa serve e come si usa

Cardioten (Nicardipina Cloridrato): indicazioni e modo d’uso

Cardioten (Nicardipina Cloridrato) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Nel trattamento dell’ ipertensione arteriosa sia in monoterapia che in associazione adltri antiipertensivi. Nella profilassi e nella terapia dell’ angina pectoris sia stabile che vasospastica. Nel trattamento dell’ insufficienza cardiaca congestizia.

Cardioten: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Cardioten è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Cardioten ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Cardioten

Confetti 20 mg : un confetto tre volte al giomo o secondo parere medico. Nell’ipertensione arteriosa buoni risultati in percentuale elevata sono stati ottenuti con due confetti due volte al giomo.

Capsule a cessione regolata 40 mg : una capsula due volte al giomo o secondo parere medico.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Cardioten seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Cardioten per quanto riguarda la gravidanza:

Cardioten: si può prendere in gravidanza?

In esperimenti su animali è stato osservato che il peso dei feti e l’incremento ponderale era inferiore alla norma quando il farmaco veniva somministrato nell’ultima fase di gestazione. È pertanto controindicato l’impiego in gravidanza. È stato pure osservato che il farmaco viene escreto nel latte materno per cui è opportuno evitare la somministrazione a donne che allattano. Nel caso in cui si ritenga indispensabile l’impiego della nicardipina, occorre interrompere l’allattamento.

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Cardioten?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Cardioten in caso di sovradosaggio.

Cardioten: sovradosaggio

Non risultano esperienze di intossicazione con nicardipina nell’uomo. Il sovradosaggio dovrebbe comportare vampe di calore, cefalea, vasodilatazione periferica, ipotensione sistemica e tachicardia. se questi effetti vengono riconosciuti precocemente si può fare ricorso ad una lavanda gastrica, con l’aggiunta di carbone vegetale. Le gravi cadute pressorie richiedono l’infusione di noradrenalina alle concentrazioni abituali; se vi sono segni di insufficienza coronarica, iniettare strofantina k. Si consiglia, poi, di attenersi a misure standard generali di monitoraggio delle funzioni cardiaca e renale. Il paziente deve essere posto in posizione tale da evitare l’anossia arteriosa. Gli effetti del blocco dell’ingresso degli ioni calcio possono essere eliminati somministrando calcio gluconato endovena. La nicardipina non è dializzabile. Una ipotensione importante può essere combattuta con perfusione per mezzo dell’aumento della calcemia.

Cardioten: istruzioni particolari

Premere sul blister per fare uscire il confetto o la capsula di CARDIOTEN.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco