Home Schede Tecniche Iducher: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Iducher: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Iducher

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Iducher: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Iducher

INDICE DELLA SCHEDA

Iducher: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

IDUCHER 2%

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

COLLIRIO – 100 ml contengono: Idossuridina g 0,2.

POMATA – 100 g contengono: Idossuridina g 0,2.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Collirio – Pomata

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Cheratite erpetica. Congiuntiviti e cheratocongiuntiviti virali.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Nella fase iniziale del trattamento è consigliata l’instillazione molto frequente: 1-2 gocce di collirio nel sacco congiuntivale ogni ora, nelle ore diurne. Per le ore notturne, è consigliata l’applicazione della pomata oftalmica un’ora dopo l’ultima medicazione con il collirio;

medicazione che verrà eventualmente ripresa il giomo successivo e in quelli seguenti con la frequenza e le modalità prescritte dal medico.

È necessario attenersi scrupolosamente alla posologia indicata dal medico per un trattamento terapeutico adeguato.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità individuale accertata verso qualsiasi componente del prodotto.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Alcuni tipi di herpes simplex sembrano resistere. Se non si nota variazione nell’infezione epiteliale, cambiare terapia. Non eccedere la frequenza e la durata della somministrazione consigliata.

L’Iducher non ha azione in quelle infiammazioni corneali in cui il virus non è presente.

Il collirio, se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo a dosi eccessive, può determinare fenomeni tossici.

Non deve essere comunque impiegato nei bambini sotto i tre anni di età.

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Non note.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non sono descritti effetti.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

In alcuni casi si è notato: dolore, irritazione, prurito, infiammazione ed edema dell’occhio e della palpebra; raramente sono state notate reazioni allergiche. Si può avere fotofobia. È stato inoltre notato in alcuni casi l’opacamento della cornea e difetti all’epitelio corneale come puntini e piccole macchie. I puntini sono forse manifestazioni dell’infezione.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Non sono stati segnalati sintomi da iperdosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

La Idossiuridina è una sostanza ad attività antivirale derivata della desossiuridina ed analoga della timidina.

La Idossiuridina ha attività antivirale con spettro di azione limitato ai virus a DNA.

Risultano particolarmente sensibili all’attività della sostanza il virus dell’erpes simplex tipo 1 ed altri virus erpetici.

Il suo meccanismo di azione si espleta inibendo la timidinachinasi che impedisce l’incorporazione della timidina nel DNA virale con conseguente impossibilità della sintesi di questo acido nucleico.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

La Idossuridina viene rapidamente metabolizzata con formazione di diversi metaboliti (iodouracile, uracile e ioduro) che risultano sprovvisti di attività antivirale.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

La Idossuridina somministrata a dosi elevate è epatossica e può provocare ittero colestatico, per cui alla via sistemica viene preferita quella topica. In uno studio sui conigli – peraltro non confermato in successive esperienze – in alcune femmine gestanti sono stati osservati alcuni effetti teratogeni a seguito di instillazione oculare di idossuridina.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

COLLIRIO

Polimixina B solfato; Sodio carbossimetilcellulosa; Ac. borico; Borace; p-Idrossibenzoato di metile; p-Idrossibenzoato di propile; Acqua per preparazioni iniettabili.

POMATA

Polimixina B solfato; p-Idrossibenzoato di metile; p-Idrossibenzoato di propile; Paraffina liquida; Vaselina bianca.

06.2 Incompatibilità

Indice

Non sono note incompatibilità con altri farmaci.

06.3 Periodo di validità

Indice

IDUCHER COLLIRIO: 1 anno a confezionamento integro.

Il prodotto non deve essere usato oltre 30 giorni dopo la prima apertura del contenitore.

IDUCHER POMATA: 4 anni a confezionamento integro.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Conservare a temperatura ambiente.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

IDUCHER COLLIRIO: Flacone contagocce in polietilene da 10 ml.

IDUCHER POMATA :Tubo in alluminio da 5 g, internamente ricoperto da resine epossidiche.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Collirio

Per aprire, premere la capsula di chiusura e contemporaneamente svitare. Dopo l’uso richiudere avvitando a fondo.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

FARMIGEA SpA – Via Carmignani 2 – PISA

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

IDUCHER COLLIRIO: A.I.C. n. 019365028

In commercio da Gennaio 1963

IDUCHER POMATA : A.I.C. n. 019365016

In commercio da Gennaio 1985

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

15.12.1962 31.05.2000

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Maggio 2000

FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

    Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983