Citrizan Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Citrizan


Foglio illustrativo

CITRIZAN

800.000 U.I./100 g GEL D03BA

catalasi equina

Pubblicità
Pubblicità

COMPOSIZIONE

100 g di gel contengono: Principio attivo: Catalasi equina U.I. 800.000. Eccipienti: Glicol Pentilenico g 5,000; Amigel g 2,200; Acqua distillata q.b. a g 100,000.

FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO

Gel. Tubo da 50 g

USO CUTANEO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Cicatrizzanti

TITOLARE AIC

IDI FARMACEUTICI srl – Via dei Castelli Romani 83/85 – Pomezia (Roma)

OFFICINA DI PRODUZIONE

IDI FARMACEUTICI srl – Via dei Castelli Romani 83/85 – Pomezia (Roma)

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

CITRIZAN® è indicato per la cicatrizzazione delle ulcere cutanee croniche (da stasi venosa e di altra natura) e delle ustioni.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità verso i componenti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico

PRECAUZIONI PER L’USO

Detergere bene la sede da trattare, prima di applicare CITRIZAN®.

INTERAZIONI

Non si conoscono per il momento interazioni associate all’uso di CITRIZAN®. Da evitare l’uso contemporaneo con altri farmaci topici.

AVVERTENZE SPECIALI

Il prodotto non induce assuefazione. L’uso dei prodotti per via topica, specie se prolungato, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione.

DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE

CITRIZAN® deve essere applicato solo per uso topico, nelle zone cutanee ulcerate o ustionate. La posologia consiste nell'erogare il farmaco fino a coprire completamente la superficie ulcerata o ustionata, due o più volte al giorno, secondo il parere del medico.

Premendo a fondo lo stantuffo della pompa manuale, si provoca la fuoriuscita di circa g 0,2 di gel, pari a circa 1600 U.I. di catalasi equina.

Foglio illustrativo

SOVRADOSAGGI

Non sono mai state riportate sindromi da sovradosaggio.

EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti indesiderati più frequenti, verificatisi durante gli studi clinici con CITRIZAN®, sono state reazioni dermatologiche minori da irritazione locale, consistenti in eritema e dermatite. Come tutte le proteine di natura eterologa, la catalasi può dare origine a fenomeni di reazioni allergiche sistemiche di tipo anafilattoide.

SCADENZA

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. Conservare a temperatura non superiore a +25°C

Data ultima revisione: 21/06/2006

Pubblicità