Sucralfin Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Sucralfin


Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

SUCRALFIN 1 g compresse

Sucralfato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve
    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin
    3. Come prendere Sucralfin
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Sucralfin
    6. Contenuto della confezione e altre informazioni

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve

      Sucralfin contiene il principio attivo sucralfato, un medicinale che appartiene ad un gruppo di farmaci utilizzati per il trattamento dell’ulcera gastroduodenale (una lesione che interessa il rivestimento interno dello stomaco e parte dell’intestino) e della malattia da reflusso gastroesofageo (una condizione che si verifica quando il contenuto acido dello stomaco passa nell’esofago causando dolore, infiammazione e bruciore di stomaco).

      Sucralfin agisce creando una maggiore protezione del rivestimento interno dello stomaco e della parte superiore dell’intestino.

      Sucralfin è indicato negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 14 anni per il trattamento delle seguenti malattie:

      • ulcere dello stomaco (ulcera gastrica) o della parte superiore dell’intestino (ulcera duodenale),
      • infiammazione del rivestimento interno dello stomaco di tipo transitorio (gastrite acuta) o di tipo cronico (gastriti croniche sintomatiche), ulcere causate da medicinali chiamati FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei),
      • infiammazione dell’esofago causato da reflusso gastroesofageo.

        Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento.

    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin Non prenda Sucralfin

  • se è allergico al sucralfato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
  • se è in trattamento con tetraciclina, un tipo di antibiotico (vedere paragrafo “Altri medicinali e Sucralfin”).

    Non somministri Sucralfin a neonati prematuri.

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Sucralfin.

    Informi il medico se soffre di una grave malattia dei reni (insufficienza renale).

    Inoltre, se lei è in trattamento in terapia intensiva e, specialmente, presenta una delle seguenti condizioni:

    • soffre di problemi nello svuotamento dello stomaco (in seguito a terapia con farmaci o intervento

      chirurgico) o di malattie che riducono la motilità dello stomaco o dell’intestino,

    • è alimentato anche attraverso una sonda che raggiunge lo stomaco o l’intestino,

      il medico la terrà sotto stretto controllo in quanto presenta un rischio maggiore che si formino dei depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (formazione di bezoari) (vedere paragrafo 4 “Possibili effetti indesiderati”).

      Il medico farà particolare attenzione nel prescriverle Sucralfin se lei si trova:

    • in condizioni di deglutizione compromessa, quali ad esempio intubazione recente o prolungata, incisione chirurgica della trachea (tracheotomia), rischio di immettere liquidi o solidi nei bronchi (anamnesi di aspirazione), difficoltà ad ingoiare (disfagia);
    • qualsiasi altra condizione che possa alterare il riflesso della gola per deglutire il cibo (riflesso

      faringeo) e della tosse o ridurre il coordinamento e la capacità di movimento della bocca e della gola;

      perché in questi casi aumenta il rischio che la compressa di Sucralfin passi nei bronchi anziché nell’esofago (aspirazione della compressa), con conseguenti complicazioni per la respirazione.

      Bambini e adolescenti

      Non somministri Sucralfin a bambini al di sotto dei 14 anni di età.

      Altri medicinali e Sucralfin

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

      In particolare, informi il medico se sta assumendo uno dei seguenti medicinali:

    • tetracicline (un tipo di antibiotici) per via orale;
    • fenitoina (un medicinale usato per trattare l’epilessia, una malattia caratterizzata da movimenti incontrollati del corpo e perdita di conoscenza);
    • warfarin (un medicinale utilizzato per impedire la formazione di coaguli nella circolazione del

      sangue);

    • digossina (un medicinale usato per trattare i disturbi del cuore);
    • antibiotici fluorochinolonici (ad esempio ciprofloxacina e norfloxacina). Lasci passare almeno 2 ore tra l’assunzione di Sucralfin e quella di altri farmaci.

      Gravidanza e allattamento

      Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

      In gravidanza e durante l’allattamento materno Sucralfin deve essere usato solo quando strettamente necessario e sotto il controllo diretto del medico.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      Sucralfin non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

      Tuttavia, durante il trattamento con questo medicinale potrebbe manifestare alcuni effetti indesiderati (ad es. capogiri) che potrebbero compromettere la capacità di guidare veicoli o utilizzare macchinari. Pertanto, presti particolare cautela prima di porsi alla guida di veicoli o prima di utilizzare macchinari se durante il trattamento con questo medicinale avverte questi disturbi.

      Sucralfin contiene olio di ricino idrogenato

      Può causare disturbi gastrici e diarrea.

      1. Come prendere Sucralfin

        Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

        La dose raccomandata è 1 compressa 3-4 volte al giorno prima dei pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        La dose raccomandata nelle esofagiti da reflusso è 1 compressa 3-4 volte al giorno 1 ora circa dopo i pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        Le compresse possono essere assunte come tali, in caso di difficoltà di deglutizione è possibile romperle in poca acqua.

        Se prende più Sucralfin di quanto deve

        Non sono noti casi di sovradosaggio, tuttavia in seguito all’uso prolungato di Sucralfin può manifestarsi stitichezza (vedere paragrafo 4 “Possibili effetti indesiderati”).

        In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Sucralfin avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

        Se dimentica di prendere Sucralfin

        Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa.

        Se interrompe il trattamento con Sucralfin

        Se si ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

      2. Possibili effetti indesiderati

        Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

        Negli studi clinici e nell’esperienza dopo l’immissione in commercio sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati riportati secondo la seguente frequenza:

        Rari (possono interessare fino a 1 paziente su 1.000):

    • formazione di depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (bezoari)

      Non noti (la frequenza non può essere stimata sulla base dei dati disponibili):

    • capogiri
    • stitichezza (specialmente con l’uso prolungato)
    • disturbi allo stomaco e all’intestino, nausea
    • bocca secca
    • arrossamento della pelle (rash)
    • prurito
    • reazioni allergiche, anche gravi (reazioni anafilattiche)
    • disturbi del sonno (insonnia)

      Segnalazione di effetti indesiderati

      Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come- segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.

      Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

      1. Come conservare Sucralfin

        Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

        Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sull’astuccio dopo la scritta Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

        Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

      2. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Sucralfin

      Sucralfin 1 g compresse

  • Il principio attivo è sucralfato (1 g per ogni compressa).
  • Gli altri componenti sono cellulosa microcristallina, carmellosa sodica, olio di ricino idrogenato , magnesio stearato, aroma amarena.

Descrizione dell’aspetto di Sucralfin e contenuto della confezione

Sucralfin si presenta come compresse contenute in blister. Sucralfin è disponibile in confezione da 40 compresse da 1 g

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

Sanofi S.p.A. – Viale L. Bodio, 37/B – Milano

Su licenza CHUGAI PHARMACEUTICAL Co. – Tokyo, Giappone

Produttore

SANOFI WINTHROP INDUSTRIE – 6, Boulevard de l’Europe – Quétigny (Francia)

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il:

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

SUCRALFIN 1 g granulato per sospensione orale

Sucralfato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve
    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin
    3. Come prendere Sucralfin
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Sucralfin
    6. Contenuto della confezione e altre informazioni

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve

      Sucralfin contiene il principio attivo sucralfato, un medicinale che appartiene ad un gruppo di farmaci utilizzati per il trattamento dell’ulcera gastroduodenale (una lesione che interessa il rivestimento interno dello stomaco e parte dell’intestino) e della malattia da reflusso gastroesofageo (una condizione che si verifica quando il contenuto acido dello stomaco passa nell’esofago causando dolore, infiammazione e bruciore di stomaco).

      Sucralfin agisce creando una maggiore protezione del rivestimento interno dello stomaco e della parte superiore dell’intestino.

      Sucralfin è indicato negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 14 anni per il trattamento delle seguenti malattie:

      • ulcere dello stomaco (ulcera gastrica) o della parte superiore dell’intestino (ulcera duodenale),
      • infiammazione del rivestimento interno dello stomaco di tipo transitorio (gastrite acuta, ) o di tipo cronico (gastriti croniche sintomatiche), ulcere causate da medicinali chiamati FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei),
      • infiammazione dell’esofago causato da reflusso gastroesofageo.

        Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento.

    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin Non prenda Sucralfin

  • se è allergico al sucralfato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
  • se è in trattamento con tetraciclina, un tipo di antibiotico (vedere paragrafo Altri medicinali e Sucralfin).

    Non somministri Sucralfin a neonati prematuri .

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Sucralfin.

    Informi il medico se soffre di una grave malattia dei reni (insufficienza renale).

    Inoltre, se lei è in trattamento in terapia intensiva e, specialmente, presenta una delle seguenti condizioni:

    • soffre di problemi nello svuotamento dello stomaco (in seguito a terapia con farmaci o intervento

      chirurgico) o di malattie che riducono la motilità dello stomaco o dell’intestino,

    • è alimentato anche attraverso una sonda che raggiunge lo stomaco o l’intestino,

      il medico la terrà sotto stretto controllo in quanto presenta un rischio maggiore che si formino dei depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (formazione di bezoari) (vedere paragrafo 4 Possibili effetti indesiderati).

      Bambini e adolescenti

      Non somministri Sucralfin a bambini al di sotto dei 14 anni di età.

      Altri medicinali e Sucralfin

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe asssumere qualsiasi altro medicinale.

      In particolare, informi il medico se sta assumendo uno dei seguenti medicinali:

    • tetracicline (un tipo di antibiotici) per via orale;
    • fenitoina (un medicinale usato per trattare l’epilessia, una malattia caratterizzata da movimenti incontrollati del corpo e perdita di conoscenza);
    • warfarin (un medicinale utilizzato per impedire la formazione di coaguli nella circolazione del

      sangue);

    • digossina (un medicinale usato per trattare i disturbi del cuore);
    • antibiotici fluorochinolonici (ad esempio ciprofloxacina e norfloxacina). Lasci passare almeno 2 ore tra l’assunzione di Sucralfin e quella di altri farmaci.

      Gravidanza e allattamento

      Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

      In gravidanza e durante l’allattamento materno Sucralfin deve essere usato solo quando strettamente necessario e sotto il controllo diretto del medico.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      Sucralfin non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

      Tuttavia, durante il trattamento con questo medicinale potrebbe manifestare alcuni effetti indesiderati (ad es. capogiri) che potrebbero compromettere la capacità di guidare veicoli o utilizzare macchinari. Pertanto, presti particolare cautela prima di porsi alla guida di veicoli o prima di utilizzare macchinari se durante il trattamento con questo medicinale avverte questi disturbi.

      Sucralfin contiene fruttosio e lattosio

      Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

      1. Come prendere Sucralfin

        Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

        La dose raccomandata è 1 bustina di granulato 3-4 volte al giorno prima dei pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        La dose raccomandata nelle esofagiti da reflusso è 1 bustina di granulato 3-4 volte al giorno 1 ora circa dopo i pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        Il granulato può essere assunto sciogliendolo in poca acqua.

        Se prende più Sucralfin di quanto deve

        Non sono noti casi di sovradosaggio, tuttavia in seguito all’uso prolungato di Sucralfin può manifestarsi stitichezza (vedere paragrafo 4 Possibili effetti indesiderati).

        In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Sucralfin avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

        Se dimentica di prendere Sucralfin

        Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della bustina.

        Se interrompe il trattamento con Sucralfin

        Se si ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

      2. Possibili effetti indesiderati

        Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

        Negli studi clinici e nell’esperienza dopo l’immissione in commercio sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati riportati secondo la seguente frequenza:

        Rari (possono interessare fino a 1 paziente su 1.000):

    • formazione di depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (bezoari).

      Non noti (la frequenza non può essere stimata sulla base dei dati disponibili):

    • capogiri
    • stitichezza (specialmente con l’uso prolungato)
    • disturbi allo stomaco e all’intestino, nausea
    • bocca secca
    • arrossamento della pelle (rash)
    • prurito
    • reazioni allergiche, anche gravi (reazioni anafilattiche)
    • disturbi del sonno (insonnia).

      Segnalazione di effetti indesiderati

      Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come- segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.

      Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

      1. Come conservare Sucralfin

        Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

        Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sull’astuccio dopo la scritta Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

        Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

      2. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Sucralfin

      Sucralfin 1 g granulato per sospensione

  • Il principio attivo è sucralfato (1 g per ogni bustina).
  • Gli altri componenti sono mannite, lattosio, fruttosio, aroma amarena, ammonio glicirrizinato (Glycamil).

Descrizione dell’aspetto di Sucralfin e contenuto della confezione Sucralfin si presenta come granulato per sospensione confezionato in bustine. Sucralfin è disponibile in confezione da 30 bustine da 1 g

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

Sanofi S.p.A. – Viale L. Bodio, 37/B – Milano

Su licenza CHUGAI PHARMACEUTICAL Co. – Tokyo, Giappone

Produttore

SANOFI WINTHROP INDUSTRIE – 196, Rue du Marechal Juin – Amilly (Francia)

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il:

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

SUCRALFIN 2 g granulato per sospensione orale

Sucralfato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

    Contenuto di questo foglio:

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve
    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin
    3. Come prendere Sucralfin
    4. Possibili effetti indesiderati
    5. Come conservare Sucralfin
    6. Contenuto della confezione e altre informazioni

    1. Che cos’è Sucralfin e a cosa serve

      Sucralfin contiene il principio attivo sucralfato, un medicinale che appartiene ad un gruppo di farmaci utilizzati per il trattamento dell’ulcera gastroduodenale (una lesione che interessa il rivestimento interno dello stomaco e parte dell’intestino) e della malattia da reflusso gastroesofageo (una condizione che si verifica quando il contenuto acido dello stomaco passa nell’esofago causando dolore, infiammazione e bruciore di stomaco).

      Sucralfin agisce creando una maggiore protezione del rivestimento interno dello stomaco e della parte superiore dell’intestino.

      Sucralfin è indicato negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 14 anni per il trattamento delle seguenti malattie:

      • ulcere dello stomaco (ulcera gastrica) o della parte superiore dell’intestino (ulcera duodenale),
      • infiammazione del rivestimento interno dello stomaco di tipo transitorio (gastrite acuta, ) o di tipo cronico (gastriti croniche sintomatiche), ulcere causate da medicinali chiamati FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei),
      • infiammazione dell’esofago causato da reflusso gastroesofageo.

        Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento.

    2. Cosa deve sapere prima di prendere Sucralfin Non prenda Sucralfin

  • se è allergico al sucralfato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
  • se è in trattamento con tetraciclina, un tipo di antibiotico (vedere paragrafo Altri medicinali e Sucralfin);

    Non somministri Sucralfin a neonati prematuri.

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Sucralfin.

    Informi il medico se lei soffre di una grave malattia dei reni (insufficienza renale).

    Inoltre, se è in trattamento in terapia intensiva e, specialmente, presenta una delle seguenti condizioni:

    • soffre di problemi nello svuotamento dello stomaco (in seguito a terapia con farmaci o intervento chirurgico) o di malattie che riducono la motilità dello stomaco o dell’intestino,
    • è alimentato anche attraverso una sonda che raggiunge lo stomaco o l’intestino,

      il medico la terrà sotto stretto controllo in quanto presenta un rischio maggiore che si formino dei depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (formazione di bezoari) (vedere paragrafo 4 Possibili effetti indesiderati).

      Bambini e adolescenti

      Non somministri Sucralfin a bambini al di sotto dei 14 anni di età.

      Altri medicinali e Sucralfin

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe asssumere qualsiasi altro medicinale.

      In particolare, informi il medico se sta assumendo uno dei seguenti medicinali:

    • tetracicline (un tipo di antibiotici) per via orale;
    • fenitoina (un medicinale usato per trattare l’epilessia, una malattia caratterizzata da movimenti incontrollati del corpo e perdita di conoscenza);
    • warfarin (un medicinale utilizzato per impedire la formazione di coaguli nella circolazione del

      sangue);

    • digossina (un medicinale usato per trattare i disturbi del cuore);
    • antibiotici fluorochinolonici (ad esempio ciprofloxacina e norfloxacina). Lasci passare almeno 2 ore tra l’assunzione di Sucralfin e quella di altri farmaci.

      Gravidanza e allattamento

      Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

      In gravidanza e durante l’allattamento materno Sucralfin deve essere usato solo quando strettamente necessario e sotto il controllo diretto del medico.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      Sucralfin non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

      Tuttavia, durante il trattamento con questo medicinale potrebbe manifestare alcuni effetti indesiderati (ad es. capogiri) che potrebbero compromettere la capacità di guidare veicoli o utilizzare macchinari. Pertanto, presti particolare cautela prima di porsi alla guida di veicoli o prima di utilizzare macchinari se durante il trattamento con questo medicinale avverte questi disturbi.

      Sucralfin contiene saccarosio

      Se il medico le ha diagnosticato un’intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

      Sucralfin contiene solfiti in tracce

      Raramente può causare gravi reazioni di ipersensibilità e broncospasmo.

      1. Come prendere Sucralfin

        Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

        La dose raccomandata è 1 bustina 2 volte al giorno prima dei pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        La dose raccomandata nelle esofagiti da reflusso è 1 bustina 2 volte al giorno 1 ora circa dopo i pasti e prima di andare a letto, salvo diversa prescrizione del medico.

        Sciolga il granulato in poca acqua, e lo beva.

        Se prende più Sucralfin di quanto deve

        Non sono noti casi di sovradosaggio, tuttavia in seguito all’uso prolungato di Sucralfin può manifestarsi stitichezza (vedere paragrafo 4 Possibili effetti indesiderati).

        In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Sucralfin avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

        Se dimentica di prendere Sucralfin

        Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose.

        Se interrompe il trattamento con Sucralfin

        Se si ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

      2. Possibili effetti indesiderati

        Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

        Negli studi clinici e nell’esperienza dopo l’immissione in commercio sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati riportati secondo la seguente frequenza:

        Rari (possono interessare fino a 1 paziente su 1.000):

    • formazione di depositi di materiale estraneo ingerito che rimangono nello stomaco e nell’intestino (bezoari)

      Non noti (la frequenza non può essere stimata sulla base dei dati disponibili):

    • capogiri
    • stitichezza (specialmente con l’uso prolungato)
    • disturbi allo stomaco e all’intestino, nausea
    • bocca secca
    • arrossamento della pelle (rash)
    • prurito
    • reazioni allergiche, anche gravi (reazioni anafilattiche)
    • disturbi del sonno (insonnia)

    Segnalazione di effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come- segnalare-una-sospetta-reazione-avversa.

    Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

    1. Come conservare Sucralfin

      Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

      Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sull’astuccio dopo la scritta Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

      Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

    2. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Sucralfin

    Sucralfin 2 g granulato per sospensione orale

  • Il principio attivo è sucralfato (2 g per ogni bustina).
  • Gli altri componenti sono granulare di succo di arancia, aroma arancia (contenente saccarosio, solfiti in tracce, sodio, potassio), mannitolo, saccarina sodica, silice colloidale.

Descrizione dell’aspetto di Sucralfin e contenuto della confezione

Sucralfin si presenta come granulato per sospensione orale contenuto in bustine. Sucralfin è disponibile in confezione da 30 bustine da 2 g

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

Sanofi S.p.A. – Viale L. Bodio, 37/B – Milano

Su licenza CHUGAI PHARMACEUTICAL Co. – Tokyo, Giappone

Produttore

Sanofi Winthrop Industrie – 196, Rue du Marechal Juin – Amilly (Francia) Sanofi-Aventis Sp. Z.o.o. – 52 Lubelska Street – 35-233 Rzeszow, (Polonia)

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *