Pubblicità

Zecovir Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Zecovir


Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Zecovir 125 mg compresse

Brivudina

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe avere bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia mai ad altre persone. anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe avere bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia mai ad altre persone. anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Pubblicità

Contenuto di questo foglio:

  1. Cos’è Zecovir e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di prendere Zecovir
  3. Come prendere Zecovir
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare Zecovir
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Cos’è Zecovir e a cosa serve

    Zecovir contiene il principio attivo brivudina. Zecovir ha un effetto antivirale e impedisce che il virus che provoca il Fuoco di Sant’Antonio (il virus varicella-zoster) si moltiplichi.

    Zecovir è utilizzato in soggetti adulti che non presentano anomalie del sistema immunitario (le difese corporee) per il trattamento precoce del Fuoco di Sant’Antonio (herpes zoster).

  2. Cosa deve sapere prima di prendere Zecovir

    Non prenda Zecovir

    ► se è allergico (ipersensibile) al principio attivo brivudina

    ► se è allergico (ipersensibile) ad uno qualsiasi degli eccipienti di Zecovir ( vedere paragrafo 6)

    ► se è in gravidanza o se sta allattando

    ► se ha meno di 18 anni.

    In particolare, NON prenda Zecovir:

    ► se sta assumendo medicinali antitumorali (chemioterapia), in particolare se è sottoposto a terapia con:

    • 5-fluorouracile (anche denominato 5-FU, un principio attivo appartenente al gruppo denominato 5-fluoropirimidine)
    • creme, unguenti, gocce oculari o qualsiasi altra forma di medicinale per uso esterno

      contenente 5-fluorouracile

    • principi attivi convertiti dall’organismo nel 5-fluorouracile quali:

    • qualsiasi altro principio attivo del gruppo delle 5-fluoropirimidine
    • associazioni dei principi attivi summenzionati

      ► se il suo sistema immunitario (ovvero le sue difese corporee contro le infezioni) è gravemente

      compromesso; ad es. se lei è in cura con:

    • medicinali antitumorali (chemioterapia) oppure
    • medicinali immunosoppressori (ovvero medicinali che sopprimono o diminuiscono la funzione del suo sistema immunitario)

      ► se sta assumendo un medicinale contenente flucitosina per il trattamento di una infezione fungina.

      ► se sta assumendo un medicinale contro le verruche contenente un principio attivo del gruppo delle 5- fluoropirimidine

      Avvertenze e precauzioniSi rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Zecovir.

      Non assuma Zecovir insieme a medicinali contenenti 5-FU o altre 5-fluoropirimidine (ved.paragrafi “Non prenda Zecovir” e “medicinali Altri medicinali e Zecovir”).

      Non assuma Zecovir se l’eruzione cutanea si è già sviluppata pienamente (inizio della comparsa di croste). In caso di dubbio, si rivolga al medico.

      Chieda un parere al medico prima di assumere Zecovir se soffre di patologie epatiche croniche (ad es. epatite cronica).

      Non deve assumere Zecovir per oltre 7 giorni poichè prolungare la durata del trattamento oltre il tempo consigliato di 7 giorni aumenta il rischio di sviluppare epatite (vedere anche sezione 4).

      Bambini e adolescenti

      Non dia Zecovir a bambini e adolescenti tra 0 e 18 anni, dato che la sicurezza e l’efficacia non sono state studiate in questa fascia di età.

      Altri medicinali e Zecovir

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale, compresi quelli senza prescrizione medica.

      NOTA BENE:

      Avvertenza speciale per i pazienti sottoposti a terapia con prodotti contenenti 5-fluorouracile o altre 5-fluoropirimidine (vedere anche il riquadro in rosso riportato sopra):

      Zecovir non deve essere utilizzato in concomitanza con qualsiasi medicinale chemioterapico contenente uno dei seguenti principi attivi poiché gli effetti dannosi di questi medicinali possono aumentare notevolmente e risultare fatali:

      ► 5-fluorouracile, comprese le forme da usare localmente

      capecitabina

      ► floxuridina

      ► tegafur

      ► altre 5-fluoropirimidine

      ► associazioni di una qualsiasi delle sostanze summenzionate con altri principi attivi.

      Non assuma Zecovir con medicinali contenenti il principio attivo flucitosina utilizzati per curare infezioni fungine.

      Non assuma Zecovir e contatti immediatamente il medico se:

      ► è sottoposto a terapia a base di uno qualsiasi dei suddetti medicinali

      ► sarà sottoposto a terapia a base di uno qualsiasi dei suddetti medicinali entro 4 settimane dalla fine del trattamento con Zecovir.

      Se ha assunto accidentalmente Zecovir in concomitanza con uno dei medicinali elencati sopra:

      ► interrompa l’assunzione di entrambi i medicinali

      ► consulti immediatamente un medico.

      Può essere necessario recarsi all’ospedale per cure.

      Sintomi e segni della tossicità del 5-fluorouracile dovuta alle suddette interazioni includono:

      ► malessere; diarrea; infiammazione della bocca e/o della mucosa interna della bocca; diminuzione del numero di globuli bianchi e depressione midollare; eruzione cutanea e rossore su tutto il corpo, con cute dolente al tatto, seguiti da grandi vescicole che portano ad ampie zone di esfoliazione cutanea (necrolisi epidermica tossica) (vedere anche sez. 4).

      L’esperienza post-marketing indica una possibile interazione della brivudina con farmaci dopaminergici contro il morbo di Parkinson, che possono favorire l’insorgenza di un attacco di corea (movimenti anomali, involontari, simili a quelli della danza, in particolare delle braccia, delle gambe e del viso).

      Zecovir con cibi e bevande

      Può assumere Zecovir con o senza cibo.

      Gravidanza e allattamento

      Chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare qualsiasi medicinale. Non usi Zecovir durante la gravidanza.

      Non usi Zecovir se sta allattando. Il principio attivo di Zecovir può passare al suo bambino attraverso il latte materno.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      In alcuni pazienti che assumono Zecovir sono stati osservati capogiri e sonnolenza, sebbene non comuni. Se nota questi effetti indesiderati, non guidi veicoli, non utilizzi macchinari e non svolga alcun lavoro senza un appoggio sicuro. Chieda consiglio al suo medico.

      Zecovir contiene lattosio

      Questo medicinale contiene lattosio. Se il suo medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  3. Come prendere Zecovir

    Prenda questo medicinale seguendo sempre le istruzioni del medico. Se ha dubbi, consulti il medico o il farmacista.

    La dose raccomandata è:

    1 compressa di Zecovir 125 mg una volta al giorno per 7 giorni.

    Assuma la compressa di Zecovir circa alla stessa ora ogni giorno.

    Zecovir può essere assunto con o senza cibo.

    Deglutisca la compressa intera con una sufficiente quantità di liquido, ad es. un bicchiere d’acqua.

    Deve iniziare il trattamento il prima possibile, ciò significa che, se possibile, deve iniziare ad assumere Zecovir:

    ► entro 3 giorni dalla comparsa dei primi segni cutanei del Fuoco di Sant’Antonio (eruzione cutanea) oppure

    ► entro 2 giorni dalla comparsa delle prime vesciche.

    Completi il trattamento della durata di 7 giorni anche se si sente meglio prima.

    Se durante la settimana di trattamento i sintomi persistono o peggiorano si rivolga al suo medico.

    L’assunzione della dose abituale di Zecovir riduce il rischio di sviluppare nevralgia posterpetica nei pazienti con più di 50 anni. La nevralgia posterpetica è un dolore persistente che si sviluppa nella zona precedentemente affetta da herpes zoster dopo il miglioramento dell’eruzione cutanea.

    Durata del trattamento

    Questo medicinale è destinato ad un uso a breve termine. Deve essere assunto soltanto per 7 giorni. Non assuma questo medicinale per un secondo ciclo di trattamento.

    Uso nei bambini e negli adolescenti

    Non assuma Zecovir se ha meno di 18 anni.

    Se prende più Zecovir di quanto deve

    Se prende più compresse di quante deve, si rivolga al medico. Egli deciderà se sono necessarie ulteriori misure.

    Se dimentica di prendere Zecovir

    Se dimentica di prendere la compressa all’ora abituale, la prenda appena lo ricorda. Prenda la successiva compressa il giorno seguente circa alla stessa ora del giorno precedente. Prosegua con la nuova ora di somministrazione fino alla fine del ciclo di trattamento della durata di 7 giorni.

    Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa. Se dimentica ripetutamente di prendere la dose giornaliera, informi il medico.

    Se interrompe il trattamento con Zecovir

    Non interrompa l’assunzione di Zecovir senza prima aver consultato il medico. Perché il trattamento sia completamente efficace, il medicinale deve essere assunto per 7 giorni.

    Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questomedicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

  4. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Interrompa l’assunzione di Zecovir e informi immediatamente il medico in caso di reazione allergica con segni e sintomi compresi prurito o arrossamento cutaneo (eruzione cutanea), aumento della sudorazione, gonfiore (di mani, piedi, viso, lingua, labbra, palpebre o laringe), difficoltà a respirare (vedere anche sez. 4). Questi sintomi possono essere gravi e richiedere assistenza medica urgente.

    Il seguente effetto indesiderato è stato osservato comunemente ( può interessare fino a 1 paziente su 10):

    ► nausea (malessere).

    I seguenti effetti indesiderati sono stati osservati non comunemente ( possono interessare fino a 1 paziente su 100):

    ► una diminuzione del numero di un tipo di globuli bianchi (granulociti)

    ► un aumento del numero di determinati tipi di globuli bianchi (eosinofili, linfociti, monociti)

    ► una diminuzione del numero di globuli rossi (anemia)

    ► reazioni allergiche compresi:

    • prurito cutaneo (prurito)
    • arrossamento cutaneo (eruzione cutanea eritematosa)
    • aumento della sudorazione
    • gonfiore di: mani, piedi, viso, lingua, labbra, palpebre, laringe (edema della laringe)
    • tosse, difficoltà a respirare e/o respiro corto

    ► mancanza di appetito

    ► ansia

    insonnia, sonnolenza

    ► mal di testa

    ► capogiro

    vertigini

    ► sensazioni anomale quali bruciore, intorpidimento, sensazione di formicolio, più frequentemente a braccia e gambe (parestesia)

    ► aumento della pressione sanguigna

    ► indigestione (dispepsia), vomito, mal di stomaco

    ► diarrea

    ► gas in eccesso nello stomaco o nell’intestino (flatulenza)

    ► stipsi

    ► malattia epatica cronica con accumulo di grasso (fegato grasso)

    ► aumento nei livelli ematici di determinate sostanze prodotte dal fegato (aumento degli enzimi epatici)

    ► debolezza, stanchezza (fatica)

    ► sintomi simili a quelli influenzali (malessere, febbre, dolori e brividi)

    I seguenti effetti indesiderati sono stati osservati raramente ( possono interessare fino a 1 paziente su 1000):

    ► pressione sanguigna bassa

    ► diminuzione del numero di piastrine nel sangue

    ► allucinazioni, delirio

    ► stato confusionale

    ► tremore

    ► alterazione del senso del gusto

    ► dolore all’orecchio

    ► infiammazione del fegato (epatite), aumento della bilirubina nel sangue

    ► dolore osseo

    Sono stati segnalati anche i seguenti effetti indesiderati, sebbene la loro frequenza non sia nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dai dati disponibili):

    ► perdita dell’equilibrio

    ► infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite)

    ► insufficienza epatica a insorgenza rapida

    ► infiammazione cutanea localizzata che si verifica nello stesso punto per un determinato periodo di tempo (eruzione fissa), infiammazione cutanea con esfoliazione (dermatite esfoliativa), eruzione cutanea grave sull’intera superficie del corpo e all’interno della bocca dovuto a reazione allergica (eritema multiforme), ulcerazione di cute, bocca, occhi ed aree genitali (sindrome di Stevens Johnson).

    • Segnalazione degli effetti indesiderati

    Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista.

    Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

    Segnalando gli effetti indesiderati lei può, inoltre, contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  5. Come conservare Zecovir

    Tenere fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sul cartone e sul blister. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Conservare il blister nell’imballaggio esterno per proteggere il medicinale dalla luce

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Chieda al suo farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Zecovir

Il principio attivo è la brivudina.

1 compressa di Zecovir contiene 125 mg di brivudina. Gli altri componenti sono:

► cellulosa microcristallina

► lattosio monoidrato

► povidone K 24-27

magnesio stearato

Descrizione dell’aspetto di Zecovir e contenuto della confezione

Pubblicità

Le compresse di Zecovir 125 mg sono rotonde, piatte, bianche o quasi bianche con bordi smussati. Le compresse sono contenute in un blister all’interno di una scatola.

Zecovir è disponibile in confezioni contenenti 1 e 7 compresse e in confezioni multiple che includono 5 cartoni, ognuno contenente 7 compresse.

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore

Titolare AIC:

Laboratori Guidotti S.p.A. – Via Livornese, 897 – Pisa – La Vettola Produttore:

Berlin-Chemie AG , Glienicker Weg 125 – 12489 Berlino (Germania)

Questo medicinale è autorizzato negli Stati Membri dello SEE con le seguenti denominazioni:

Germania Premovir, Zostex, Menavir

Pubblicità

Austria Mevir, Zostex

Belgio Zerpex, Zonavir

Brivuzost

Croazia

Repubblica Ceca Zostevir

Estonia Brivumen

Grecia Brivir, Zostevir

Italia Brivirac, Viruselect, Zecovir

Pubblicità

Lituania Brivumen

Lussemburgo Zerpex, Zonavir

Portogallo Bridic, Zostex

Pubblicità

Romania Brival

Repubblica Slovacca Zovudex

Slovenia Premovir

Spagna , Nervinex, l

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *