Pubblicità

Kigabeq (Vigabatrin): indicazioni e modo d’uso

Kigabeq (Vigabatrin) è un farmaco che serve per curare le seguenti condizioni patologiche:

Kigabeq è indicato nei lattanti e nei bambini da 1 mese di vita fino a 7 anni di età per:

il trattamento in monoterapia degli spasmi infantili (sindrome di West);

il trattamento in associazione con altri medicinali antiepilettici di pazienti con epilessia parziale resistente (crisi a esordio focale) con o senza generalizzazione secondaria, ossia quando tutte le altre associazioni di medicinali appropriate si sono rivelate inadeguate o non sono state tollerate.

Kigabeq: come si usa?

farmaco: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Kigabeq è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Kigabeq ed a quali dosaggi (la posologia indicata dal medico), è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Kigabeq

Il trattamento con vigabatrin può essere iniziato esclusivamente da uno specialista in epilettologia, neurologia o neurologia pediatrica. Il follow-up deve essere predisposto sotto la supervisione di uno specialista in epilettologia, neurologia o neurologia pediatrica.

Posologia

Monoterapia per gli spasmi infantili (sindrome di West)

La dose iniziale raccomandata è di 50 mg/kg/die. Le dosi successive possono essere titolate con incrementi di 25 mg/kg/die ogni tre giorni fino alla dose massima raccomandata di 150 mg/kg/die.

Tabella 1. Numero di compresse solubili in base al peso corporeo, dose iniziale e incremento di dose negli spasmi infantili

Peso corporeo (kg) Dose iniziale di 50 mg/kg/die Dosi proposte per la prima fase di titolazione
(75 mg/kg/die) (3° giorno)
Dosi proposte per la seconda fase di titolazione
(100 mg/kg/die) (6° giorno)
3 0,5 x compressa 100 mg al mattino

1 x compressa 100 mg la sera

1,0 x compressa 100 mg al mattino
1,5 x compressa 100 mg la sera
1,5 x compressa 100 mg al mattino
1,5 x compressa 100 mg la sera
4 1 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 100 mg la sera 1,5 x compressa 100 mg al mattino
1,5 x compressa 100 mg la sera
2 x compressa 100 mg al mattino 2 x compressa 100 mg la sera
5 1 x compressa 100 mg al mattino 1,5 x compressa 100 mg la sera 1,5 x compressa 100 mg al mattino

2 x compressa 100 mg la sera

2,5 x compressa 100 mg al mattino
2,5 x compressa 100 mg la sera
6 1,5 x compressa 100 mg al mattino
1,5 x compressa 100 mg la sera
2 x compressa 100 mg al mattino 2,5 x compressa 100 mg la sera 3 x compressa 100 mg al mattino 3 x compressa 100 mg la sera
7 1,5 x compressa 100 mg al mattino

Pubblicità

2 x compressa 100 mg la sera

2,5 x compressa 100 mg al mattino
2,5 x compressa 100 mg la sera
3,5 x compressa 100 mg al mattino
3,5 x compressa 100 mg la sera
8 2 x compressa 100 mg al mattino 2 x compressa 100 mg la sera 3 x compressa 100 mg al mattino 3 x compressa 100 mg la sera 4 x compressa 100 mg al mattino 4 x compressa 100 mg la sera
9 2 x compressa 100 mg al mattino 2,5 x compressa 100 mg la sera 3,5 x compressa 100 mg al mattino
3,5 x compressa 100 mg la sera
4,5 x compressa 100 mg al mattino
4,5 x compressa 100 mg la sera
10 0,5 x compressa 500 mg al mattino
0,5 x compressa 500 mg la sera
0,5 x compressa 500 mg al mattino

1 x compressa 500 mg la sera

1 x compressa 500 mg al mattino 1 x compressa 500 mg la sera
11 2,5 x compressa 100 mg al mattino

3 x compressa 100 mg la sera

4 x compressa 100 mg al mattino 4 x compressa 100 mg la sera 1 x compressa 500 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg la sera
12 3 x compressa 100 mg al mattino 3 x compressa 100 mg la sera 4,5 x compressa 100 mg al mattino
4,5 x compressa 100 mg la sera
1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 1 x
compressa 100 mg la sera
13 3 x compressa 100 mg al mattino 3,5 x compressa 100 mg la sera 4,5 x compressa 100 mg al mattino

1 x compressa 500 mg la sera

1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 2 x
compressa 100 mg la sera
14 3,5 x compressa 100 mg al mattino
3,5 x compressa 100 mg la sera
1 x compressa 500 mg al mattino 1 x compressa 500 mg la sera 1 x compressa 500 mg e 2 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 2 x
compressa 100 mg la sera
15 0,5 x compressa 500 mg al mattino

1 x compressa 500 mg la sera

1 x compressa 500 mg al mattino

1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg la sera

1,5 x compressa 500 mg al mattino
1,5 x compressa 500 mg la sera
16 4 x compressa 100 mg al mattino 4 x compressa 100 mg la sera 1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 1 x
compressa 100 mg la sera
1 x compressa 500 mg e 3 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 500 mg e 3 x
compressa 100 mg la sera

Epilessia parziale resistente (crisi a esordio focale)

La dose iniziale raccomandata è di 40 mg/kg/die.

Raccomandazioni di mantenimento in rapporto al peso corporeo. Peso corporeo 10-15 kg: 0,5-1 g/die

15-30 kg 1-1,5 g/die

Tabella 2. Numero di compresse solubili in base al peso corporeo e dose iniziale nell’epilessia parziale resistente

Peso
corporeo kg
Dose iniziale di 40 mg/kg/die
3 0,5 x compressa 100 mg al mattino
0,5 x compressa 100 mg la sera
4 0,5 x compressa 100 mg al mattino

1 x compressa 100 mg la sera

5 1 x compressa 100 mg al mattino 1 x compressa 100 mg la sera
6 1 x compressa 100 mg al mattino 1,5 x compressa 100 mg la sera
7 1,5 x compressa 100 mg al mattino 1,5 x compressa 100 mg la sera
8 1,5 x compressa 100 mg al mattino 2 x compressa 100 mg la sera
10 2 x compressa 100 mg al mattino

2 x compressa 100 mg la sera

13 2,5 x compressa 100 mg al mattino
2,5 x compressa 100 mg la sera
15 3 x compressa 100 mg al mattino 3 x compressa 100 mg la sera
17 3,5 x compressa 100 mg al mattino 3,5 x compressa 100 mg la sera
19 3,5 x compressa 100 mg al mattino 4 x compressa 100 mg la sera
22 4,5 x compressa 100 mg al mattino 4,5 x compressa 100 mg la sera
25 1 x compressa 500 mg al mattino

1 x compressa 500 mg la sera

28 1 x compressa 500 mg al mattino

1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg la sera

30 1 x compressa 500 mg e 1 x compressa 100 mg al mattino

Pubblicità

1 x compressa 500 mg e 1 x compressa
100 mg la sera

Kigabeq è per la somministrazione orale o gastrica due volte al giorno e può essere assunto prima o dopo i pasti.

La dose massima raccomandata non deve essere superata.

Se il controllo dell’epilessia non è migliorato in maniera clinicamente significativa dopo un adeguato ciclo di trattamento, la somministrazione di vigabatrin deve essere interrotta. Vigabatrin deve essere sospeso gradualmente sotto attenta sorveglianza medica.

Compromissione renale

Poiché che vigabatrin viene eliminato attraverso i reni, occorre procedere con cautela quando si somministra il medicinale a pazienti con clearance della creatinina inferiore a 60 ml/min. Occorre prendere in considerazione un aggiustamento della dose. Questi pazienti possono rispondere a una dose di mantenimento inferiore. I pazienti devono essere monitorati in relazione a eventuali reazioni avverse, come sedazione o confusione (vedere paragrafì 4.4 e 4.8).

Compromissione epatica

Dato che vigabatrin non è metabolizzato dagli enzimi epatici, non sono necessari aggiustamenti della dose o della frequenza di somministrazione.

Popolazione pediatrica

Non esiste alcuna indicazione per un uso specifico di Kigabeq nei neonati (fino a 27 giorni di vita) per “spasmi infantili” e nei bambini e adolescenti sopra i 7 anni di età per “epilessia parziale resistente” (crisi a esordio focale).

Modo di somministrazione

Kigabeq è per la somministrazione orale o gastrica e può essere assunto prima o dopo i pasti.

Si deve ricorrere alla somministrazione gastrica per i bambini che non riescono a deglutire, ma che possono essere nutriti per via enterale.

Il modo di somministrazione sarà stabilito dal medico specialista in epilettologia, neurologia o neurologia pediatrica.

Pubblicità

Per le istruzioni riguardanti lo scioglimento e la manipolazione del medicinale prima della somministrazione, vedere paragrafo 6.6.

Somministrazione orale

Poiché non sono stati condotti studi di stabilità con altri solventi diversi dall’acqua, la soluzione orale deve essere preparata esclusivamente con acqua. Quando le compresse si sono completamente disciolte, l’intero contenuto della soluzione deve essere somministrato subito al bambino direttamente dal bicchiere. Se vi è il rischio di rigurgito o se il bambino non è grande abbastanza per bere da un bicchiere, occorre aspirare l’intero contenuto della soluzione con una siringa per uso orale, inserire l’estremità della siringa nella bocca del bambino e spingere delicatamente sul pistone.

Dopo che il bambino ha bevuto l’intera soluzione medicinale, il bicchiere deve essere sciacquato con uno o due cucchiaini d’acqua (circa 5 o 10 ml) da somministrare al bambino nello stesso modo.

Somministrazione gastrica

Per i pazienti che non riescono a deglutire, è possibile somministrare Kigabeq usando un sondino gastrico.

Le compresse vengono disciolte in circa 5 o 10 ml d’acqua e la relativa soluzione è introdotta nel sondino con un’apposita siringa. Il sondino gastrico deve essere sciacquato con 10 ml d’acqua.

Ricordate in ogni caso che se non ricordate la posologia indicata dal medico e utilizzate Kigabeq seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Lo posso prendere se sono incinta?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Kigabeq per quanto riguarda la gravidanza:

Kigabeq: si può prendere in gravidanza?

Gravidanza

Questo medicinale non è destinato all’uso delle donne in età fertile. Allattamento

Questo medicinale non è destinato all’uso delle donne che allattano. Fertilità

Pubblicità

Gli studi sulla fertilità nei ratti non hanno evidenziato effetti sulla fertilità maschile e femminile (vedere paragrafo 5.3).

Ne ho preso troppo! Cosa fare?

Può anche capitare che per errore o distrazione assumiate una quantità di farmaco superiore a quella prescritta dal vostro medico.

Talvolta capita che bambini piccoli per gioco ingeriscano dei farmaci lasciati a portata di mano: raccomandiamo sempre di tenere i farmaci lontano dalla portata dei bambini, in luoghi chiusi e custoditi.

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Kigabeq?

Qualunque sia la causa dell’ingestione di una quantità eccessiva di farmaco, ecco cosa riporta la Scheda Tecnica di Kigabeq in caso di sovradosaggio.

Kigabeq: sovradosaggio

Sintomi

Sono stati riferiti casi di sovradosaggio di vigabatrin. Le dosi, se riferite, erano comunemente comprese fra 7,5 e 30 g; tuttavia, sono stati segnalati casi di ingestione fino a 90 g. Quasi metà dei casi implicava l’ingestione di numerosi farmaci. I sintomi più comuni, se riferiti, comprendevano sonnolenza o coma. Altri sintomi riferiti meno di frequente comprendevano: vertigini, cefalea, psicosi, depressione respiratoria o apnea, bradicardia, ipotensione, agitazione, irritabilità, confusione, comportamento anormale e disturbi dell’eloquio.

Pubblicità

Trattamento

Non esiste un antidoto specifico. Si devono impiegare le misure di supporto consuete. Si devono prendere in considerazione alcune misure per eliminare il medicinale non assorbito. In uno studio in vitro è stato mostrato che il carbone attivo non assorbe significativamente vigabatrin. L’efficacia dell’emodialisi nel trattamento del sovradosaggio di vigabatrin è sconosciuta. In casi isolati in pazienti con insufficienza renale trattati con dosi terapeutiche di vigabatrin, l’emodialisi ha ridotto del 40-60 % le concentrazioni plasmatiche di vigabatrin.

Kigabeq: istruzioni particolari

Dissoluzione della compressa

Versare in un bicchiere uno o due cucchiaini di acqua (all’incirca 5-10 ml), a seconda dell’età del bambino. Aggiungere all’acqua il numero prescritto di comprese o mezze compresse di Kigabeq. Attendere fino al completo scioglimento della(e) compressa(e); in genere le compresse si dissolvono in meno di un minuto, ma lo scioglimento può essere accelerato agitando a mano delicatamente la soluzione orale.

La soluzione risultante è biancastra e torbida. Ciò è normale ed è dovuto alla presenza di eccipienti non idrosolubili.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *