Acurmil: effetti collaterali e controindicazioni

Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso (Atracurio Besilato) è un farmaco spesso utilizzato per le seguenti malattie:

04

ACURMIL è un bloccante neuromuscolare non depolarizzante altamente selettivo, da utilizzare in anestesia per facilitare l’intubazione tracheale e per ottenere il rilasciamento muscolare in un vasto ambito di procedure chirurgiche che lo richiedono e nella ventilazione controllata. Esso è anche indicato per facilitare la ventilazione controllata in pazienti ricoverati presso Unità di Terapia Intensiva.

Pubblicità

ACURMIL è inoltre idoneo per il mantenimento del rilasciamento muscolare durante l’intervento di taglio cesareo.

Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso: effetti collaterali

Come tutti i farmaci, però, anche Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso ha effetti collaterali (chiamati anche “effetti indesiderati”), reazioni avverse e controindicazioni che, se spesso sono poco rilevanti dal punto di vista clinico (piccoli disturbi sopportabili), talvolta possono essere assai gravi ed imprevedibili.

Diventa quindi importantissimo, prima di iniziare la terapia con Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso, conoscerne le controindicazioni, le speciali avvertenze per l’uso e gli effetti collaterali, in modo da poterli segnalare, alla prima comparsa, al medico curante o direttamente all’ Agenzia Italiana per il FArmaco (A.I.FA.).

Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso: controindicazioni

Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso: effetti collaterali

Questa precauzione non è rilevante per l’uso dell’atracurio. L’atracurio si usa sempre insieme ad un anestetico generale e si applicano le normali precauzioni riguardo allo svolgimento di compiti, dopo un’anestesia generale.

Acurmil soluzione iniettabile per uso endovenoso: avvertenze per l’uso

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

L’atracurio è controindicato nei pazienti con ipersensibilità nota nei confronti dell’atracurio, del cisatracurio o dell’acido benzensolfonico


Ricordiamo che anche i cittadini possono segnalare gli effetti collaterali dei farmaci.

In questa pagina si trovano le istruzioni per la segnalazione:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/reazioni-avverse-da-farmaci/

Questo invece è il modulo da compilare e da inviare al responsabile della farmacovigilanza della propria regione:

https://www.torrinomedica.it/wp-content/uploads/2019/11/scheda_aifa_cittadino_16.07.2012.pdf

Ed infine ecco l’elenco dei responsabili della farmacovigilanza con gli indirizzi email a cui inviare il modulo compilato:

https://www.torrinomedica.it/burocrazia-sanitaria/responsabili-farmacovigilanza/

Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.