Pubblicità

Riarify Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


B. FOGLIO ILLUSTRATIVO

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Riarify 87 microgrammi/5 microgrammi/9 microgrammi soluzione pressurizzata per inalazione

beclometasone dipropionato/formoterolo fumarato diidrato/glicopirronio

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio

  1. Cos’è Riarify e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di usare Riarify
  3. Come usare Riarify
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare Riarify
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Cos’è Riarify e a cosa serve

    Riarify è un medicinale che la aiuta a respirare e che contiene tre principi attivi:

    • beclometasone dipropionato,
    • formoterolo fumarato diidrato e
    • glicopirronio.

      Il beclometasone dipropionato appartiene a un gruppo di medicinali denominati corticosteroidi, i quali svolgono un’azione antinfiammatoria riducendo il gonfiore e l’irritazione nei polmoni.

      Il formoterolo e il glicopirronio sono medicinali chiamati broncodilatatori a lunga durata d’azione. Essi rilassano i muscoli delle vie aeree attraverso meccanismi diversi, grazie ai quali dilatano le vie aeree e facilitano la respirazione.

      Il trattamento regolare con questi tre principi attivi aiuta ad alleviare e a prevenire i sintomi come respiro corto, respiro sibilante e tosse nei pazienti adulti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Riarify è in grado di ridurre le riacutizzazioni (peggioramenti improvvisi) dei sintomi della BPCO. La BPCO è una grave malattia cronica caratterizzata dall’ostruzione delle vie aeree e da danni agli alveoli polmonari, con conseguente difficoltà a respirare.

  2. Cosa deve sapere prima di usare Riarify Non usi Riarify:

    Se è allergico al beclometasone dipropionato, al formoterolo fumarato diidrato e al glicopirronio o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6).

    Avvertenze e precauzioni:

    Riarify è usato come terapia di mantenimento per la BPCO. Non usi questo medicinale per il trattamento di una crisi acuta di mancanza di respiro o respiro sibilante.

    Se la respirazione peggiora:

    Se manifesta un peggioramento del respiro corto o del respiro sibilante (fischio udibile durante la respirazione) subito dopo l’inalazione del medicinale, smetta di usare l’inalatore di Riarify e usi subito il suo inalatore “sintomatico” (di emergenza) ad azione rapida. Si rivolga subito al medico, che valuterà i sintomi e, se necessario, le prescriverà un trattamento diverso.

    Vedere anche paragrafo 4, “Possibili effetti indesiderati”.

    Se la BPCO peggiora:

    Se i sintomi peggiorano o sono difficili da tenere sotto controllo (ad es. se deve usare sempre più spesso un inalatore “sintomatico”), o se l’inalatore “sintomatico” non riesce a migliorare i sintomi, si rivolga immediatamente al medico. La BPCO potrebbe essere in fase di peggioramento e il medico potrebbe prescriverle un trattamento diverso.

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare Riarify:

    • se ha problemi al cuore, come l’angina (dolore al cuore, dolore al torace), un attacco cardiaco (infarto miocardico) recente, un’insufficienza cardiaca, un restringimento delle arterie che circondano il cuore (cardiopatia coronarica), una malattia delle valvole cardiache o qualsiasi altra anomalia del cuore, o se soffre di una malattia chiamata cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva (o CMI, una malattia caratterizzata da un’anomalia del muscolo cardiaco).

    • se ha disturbi del ritmo cardiaco come battito cardiaco irregolare, polso rapido o palpitazioni, o se ha un tracciato cardiaco (ECG) anomalo.

    • se ha un restringimento delle arterie (noto come arteriosclerosi), se ha la pressione sanguigna elevata o se ha un aneurisma (una dilatazione anomala della parete di un vaso sanguigno).

    • se ha una tiroide iperattiva.

    • se ha bassi livelli di potassio nel sangue (ipokaliemia). La combinazione di Riarify con altri medicinali per la BPCO o diuretici (farmaci per eliminare l’acqua dall’organismo, per il trattamento di malattie cardiache o della pressione sanguigna elevata) può determinare una riduzione marcata dei livelli di potassio nel sangue. Pertanto, il medico potrebbe misurare periodicamente i livelli di potassio nel sangue.

    • se ha una qualsiasi malattia del fegato o dei reni.

    • se ha il diabete. Dosi elevate di formoterolo possono far aumentare i livelli di glucosio nel sangue; quando inizia a usare questo medicinale e periodicamente durante il trattamento dovrà quindi eventualmente sottoporsi a ulteriori analisi del sangue per misurare la glicemia.

    • se ha un tumore delle ghiandole surrenali (chiamato feocromocitoma).

    • se deve sottoporsi a un’anestesia. In base al tipo di anestetico, può essere necessario interrompere il trattamento con Riarify almeno 12 ore prima dell’anestesia.

    • se è o è stato in trattamento per la tubercolosi (TB) o se ha un’infezione al torace.

    • se ha un problema agli occhi chiamato glaucoma ad angolo chiuso.

    • se ha difficoltà ad urinare.

    • se ha un’infezione della bocca o della gola.

      Se una qualsiasi di queste condizioni la riguarda, informi il medico prima di usare Riarify.

      Se ha o ha avuto un qualsiasi problema di carattere medico o un’allergia, o se non è sicuro se può usare Riarify, si rivolga al medico o al farmacista prima di usare l’inalatore.

      Se sta già usando Riarify

      Se sta usando Riarify o dosi elevate di altri corticosteroidi inalatori per periodi prolungati e viene a trovarsi in una situazione di stress (ad es. ricovero in ospedale dopo un infortunio, in caso di lesioni gravi o prima di un intervento chirurgico), può avere bisogno di una quantità maggiore di questo medicinale. In questa situazione, il medico può avere bisogno di aumentare la dose di corticosteroidi per combattere lo stress e può prescriverli sotto forma di compresse o iniezioni.

      Contatti il medico se si presentano visione offuscata o altri disturbi visivi.

      Bambini e adolescenti

      Non somministrare questo medicinale a bambini e adolescenti di età inferiore a 18 anni.

      Altri medicinali e Riarify

      Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale. Questo vale anche per i medicinali simili a Riarify usati per la malattia polmonare di cui soffre.

      Alcuni medicinali possono aumentare gli effetti di Riarify e il medico potrebbe volerla tenere sotto stretta osservazione se sta assumendo questi medicinali (compresi alcuni medicinali per l’HIV: ritonavir, cobicistat).

      Non usi questo medicinale con un beta-bloccante (utilizzati per il trattamento di determinati problemi al cuore, come l’angina, o per abbassare la pressione sanguigna), a meno che il medico non abbia scelto un beta-bloccante che non compromette la respirazione. I beta-bloccanti (inclusi i colliri a base di beta-bloccanti) possono ridurre gli effetti del formoterolo o annullarli del tutto. D’altro lato, l’uso di altri medicinali beta2-agonisti (che hanno un’azione simile a quella del formoterolo) può aumentare gli effetti del formoterolo.

      L’uso di Riarify insieme a:

    • medicinali per il trattamento

      • delle anomalie del ritmo cardiaco (chinidina, disopiramide, procainamide),
      • delle reazioni allergiche (antistaminici),
      • dei sintomi della depressione o di disturbi mentali come gli inibitori delle monoaminossidasi (ad esempio fenelzina e isocarbossazide), antidepressivi triciclici (ad esempio amitriptilina e imipramina), fenotiazine

        può determinare alterazioni all’elettrocardiogramma (ECG, tracciato dell’attività cardiaca). Possono anche aumentare il rischio di disturbi del ritmo cardiaco (aritmie ventricolari).

    • medicinali per il trattamento della malattia di Parkinson (levodopa), per il trattamento di una funzione insufficiente della ghiandola tiroide (levotiroxina), medicinali contenenti ossitocina (che fanno contrarre l’utero) e alcol, può aumentare la probabilità di effetti indesiderati cardiaci dovuti al formoterolo.

    • inibitori delle monoaminossidasi (IMAO), tra cui medicinali con proprietà simili come furazolidone e procarbazina, usati per il trattamento di disturbi mentali, può far aumentare la pressione sanguigna.

    • medicinali per il trattamento di malattie cardiache (digossina), può far diminuire i livelli di potassio nel sangue. Questo può aumentare la probabilità di anomalie del ritmo cardiaco.

    • altri medicinali usati per il trattamento della BPCO (teofillina, aminofillina o corticosteroidi) e diuretici, può far diminuire i livelli di potassio nel sangue.
    • alcuni anestetici, può aumentare il rischio di anomalie del ritmo cardiaco.

    • disulfiram, un medicinale usato per il trattamento di persone che soffrono di alcolismo (problemi di dipendenza dall’alcol) o metronidazolo, un antibiotico per il trattamento di un’infezione, può determinare effetti indesiderati (ad es. nausea, vomito, mal di stomaco) a causa della piccola quantità di alcol presente in Riarify.

      Gravidanza e allattamento

      Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte materno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale.

      Usi Riarify durante la gravidanza soltanto se le è stato consigliato dal medico. È preferibile evitare di usare Riarify durante il travaglio, a causa dell’effetto inibitorio del formoterolo sulle contrazioni uterine.

      Non usi Riarify durante l’allattamento. Lei e il medico dovete prendere la decisione se interrompere l’allattamento o interrompere la terapia/astenersi dalla terapia con Riarify tenendo in considerazione il beneficio dell’allattamento per il bambino e il beneficio della terapia per lei.

      Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

      È improbabile che Riarify alteri la capacità di guidare veicoli e utilizzare macchinari.

  3. Come usare Riarify

Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

Adulti

La dose raccomandata è di due inalazioni al mattino e due inalazioni alla sera.

Se ha l’impressione che il medicinale non sia molto efficace, si rivolga al medico.

Se in passato ha usato un inalatore diverso contenente beclometasone dipropionato, chieda consiglio al medico, perché la dose efficace di beclometasone dipropionato contenuta in Riarify per il trattamento della BPCO può essere più bassa di quella di altri inalatori.

Via di somministrazione

Riarify è per uso inalatorio.

Deve inalare il medicinale attraverso la bocca: in questo modo, il medicinale raggiunge direttamente i polmoni.

Questo medicinale è contenuto in un contenitore sotto pressione all’interno di un inalatore di plastica con boccaglio.

Riarify è disponibile in tre contenitori diversi:

  • un contenitore da 60 erogazioni
  • un contenitore da 120 erogazioni
  • un contenitore da 180 erogazioni.

    Se le è stato prescritto un contenitore da 60 erogazioni o 120 erogazioni

    Sul retro dell’inalatore si trova un contadosi che indica il numero delle dosi rimanenti. Ogni volta che preme sul contenitore sotto pressione viene erogata una dose del medicinale, facendo scalare il contatodosi di una unità. Stia attento a non far cadere l’inalatore, poiché ciò può causare la diminuzione di una unità nella numerazione del contadosi.

    Se le è stato prescritto un contenitore da 180 erogazioni

    Sul retro dell’inalatore si trova un indicatore che indica il numero delle dosi rimanenti. Ogni volta che preme sul contenitore sotto pressione viene erogata una dose del medicinale, e l’indicatore della dose

    ruota leggermente. Il numero di erogazioni rimanenti è riportato a intervalli di 20. Stia attento a non far cadere l’inalatore, poiché ciò può causare una diminuzione nella numerazione dell’indicatore della dose.

    Verifica del funzionamento dell’inalatore

    Prima di usarlo per la prima volta, deve provare l’inalatore come descritto di seguito per verificare che funzioni correttamente.

    1. In base al tipo di contenitore che le è stato prescritto, controlli che il contadosi indichi la cifra 61 o 121 e che l’indicatore della dose indichi la cifra 180
    2. Rimuova il cappuccio protettivo dal boccaglio
    3. Tenga l’inalatore in posizione verticale, con il boccaglio in basso
    4. Diriga il boccaglio lontano da sé e prema con decisione sul contenitore sotto pressione per erogare una dose.
    5. Controlli il contadosi o l’indicatore della dose. Se sta usando l’inalatore per la prima volta, il contatore deve indicare:

      60

      – se usa il contenitore da 60 erogazioni

      120

      • se usa il contenitore da 120 erogazioni

        180

      • se usa il contenitore da 180 erogazioni

    CONTADOSI

    CONTADOSI

    INDICATORE DELLA DOSE

    Come usare l’inalatore

    Durante l’inalazione stia in piedi o seduto con il busto eretto. IMPORTANTE: non effettui troppo rapidamente i passaggi da 2 a 5.

    <.. image removed ..>

    1. Rimuova il cappuccio protettivo dal boccaglio e controlli che il boccaglio sia pulito e privo di polvere e sporco.
    2. Espiri il più lentamente e profondamente possibile, in modo da svuotare i polmoni.
    3. Tenga l’inalatore in posizione verticale, con il boccaglio situato in basso, e tenga il boccaglio tra i denti senza morderlo. Chiuda quindi le labbra intorno al boccaglio mettendo la lingua abbassata sotto di esso.
    4. Faccia un respiro lento e profondo attraverso la bocca per riempire i polmoni di aria (questa inspirazione dovrebbe durare circa 4-5 secondi). Subito dopo aver iniziato a inspirare, prema con decisione sulla parte superiore del contenitore sotto pressione per erogare una dose.
    5. Trattenga il respiro il più a lungo possibile, poi tolga l’inalatore dalla bocca ed espiri lentamente. Non espiri nell’inalatore.
    6. Controlli che il contadosi (60/120 erogazioni) sia scalato di una unità o che l’indicatore della dose (180 erogazioni) abbia ruotato leggermente.

    Per la seconda dose, tenga l’inalatore in posizione verticale per circa mezzo minuto e poi ripeta i passaggi da 2 a 5.

    Se vede fuoriuscire una sorta di “nebbia” dalla parte superiore dell’inalatore o dai lati della bocca, significa che Riarify non raggiungerà i polmoni come dovrebbe. Prenda un’altra dose seguendo le istruzioni a partire dal passaggio 2.

    Dopo l’uso, richiuda con il cappuccio protettivo.

    Per prevenire un’infezione da funghi in bocca e in gola, si sciacqui la bocca o faccia gargarismi con acqua senza deglutirla o si lavi i denti ogni volta che ha usato l’inalatore.

    Quando procurarsi un inalatore nuovo

    Sostituisca l’inalatore quando il contadosi o l’indicatore di dosi indicano il numero 20. Non usi più l’inalatore quando il contadosi o l’indicatore di dosi indica 0, perché il medicinale rimasto nell’inalatore può essere insufficiente per erogare una dose completa.

    Se ha una presa debole, può essere più facile tenere l’inalatore con entrambe le mani: tenga la parte superiore dell’inalatore con entrambi gli indici e la parte inferiore con entrambi i pollici.

    Se ha difficoltà a usare l’inalatore mentre inizia ad inspirare, può utilizzare il distanziatore AeroChamber Plus. Chieda informazioni su questo dispositivo al medico o al farmacista.

    È importante leggere il foglio illustrativo fornito con il distanziatore AeroChamber Plus e seguire attentamente le istruzioni per l’uso e la pulizia del distanziatore AeroChamber Plus.

    Pulizia dell’inalatore Riarify

    Pulisca l’inalatore una volta alla settimana.

    1. Non estragga il contenitore sotto pressione dall’inalatore e non usi acqua o altri liquidi per pulire l’inalatore.
    2. Rimuova il cappuccio protettivo dal boccaglio tirandola via dall’inalatore.
    3. Pulisca l’interno e l’esterno del boccaglio e dell’inalatore con una salvietta o un panno pulito e asciutto.
    4. Richiuda il boccaglio con il cappuccio protettivo.

    Se usa più Riarify di quanto deve

    È importante che prenda la dose come prescritto dal medico. Non prenda una dose superiore a quella prescritta senza aver consultato il medico.

    Se usa più Riarify di quanto deve possono manifestarsi effetti indesiderati, come descritto nel paragrafo 4.

    Informi il medico se ha usato più Riarify di quanto doveva e se si manifesta uno qualsiasi di questi sintomi. Il medico potrebbe decidere di effettuare alcune analisi del sangue.

    Informi il medico se manifesta uno qualsiasi di questi sintomi.

    Se dimentica di usare Riarify

    Lo usi non appena se ne ricorda. Se è quasi l’ora della dose successiva, non prenda la dose dimenticata, ma prenda la dose successiva all’ora prevista. Non raddoppi la dose.

    Se interrompe il trattamento con Riarify

    È importante usare Riarify ogni giorno. Non interrompa il trattamento con Riarify e non riduca la dose, neanche se si sente meglio o non ha sintomi. Se vuole farlo, si rivolga al medico.

    Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

    1. Possibili effetti indesiderati

      Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

      Immediatamente dopo l’uso di Riarify esiste il rischio che il respiro corto e il respiro sibilante peggiorino, e questo effetto è noto come broncospasmo paradosso (può riguardare fino a 1 persona su 1.000). In tal caso, interrompa il trattamento con Riarify e usi subito il suo inalatore “sintomatico” ad azione rapida per trattare il respiro corto e il respiro sibilante. Si rivolga subito al medico.

      Informi immediatamente il medico

  • se manifesta una qualsiasi reazione allergica come allergie cutanee, orticaria, prurito cutaneo, eruzione cutanea (possono riguardare fino a 1 persona su 100), arrossamento cutaneo, gonfiore della cute o delle mucose e in particolare degli occhi, del viso, delle labbra e della gola (possono riguardare fino a 1 persona su 1.000).
  • se manifesta dolore o fastidio agli occhi, offuscamento transitorio della vista, visione di aloni o immagini colorate in associazione con occhi arrossati. Questi possono essere segni di un attacco acuto di glaucoma ad angolo chiuso (può riguardare fino a 1 persona su 10.000).

    Informi il medico se durante l’uso di Riarify compare uno qualsiasi dei sintomi seguenti, perché possono essere sintomi di un’infezione ai polmoni (può riguardare fino a 1 persona su 10):

  • febbre o brividi
  • aumento della produzione di muco, cambiamento di colore del muco
  • aumento della tosse o della difficoltà a respirare.

    I possibili effetti indesiderati sono riportati di seguito in ordine di frequenza.

    Comune (può riguardare fino a 1 persona su 10):

  • mal di gola
  • naso che cola o naso chiuso e starnuti
  • infezioni da funghi della bocca. Sciacquandosi la bocca o facendo gargarismi con acqua o lavandosi i denti immediatamente dopo l’inalazione si possono prevenire questi effetti indesiderati
  • raucedine
  • mal di testa
  • infezione delle vie urinarie.

    Non comune (può riguardare fino a 1 persona su 100):

  • influenza
  • infiammazione dei seni paranasali
  • prurito al naso, naso che cola o naso chiuso
  • infezioni da funghi della gola o dell’esofago
  • infezioni da funghi della vagina
  • irrequietezza
  • tremore
  • capogiro
  • anomalia o riduzione del senso del gusto
  • intorpidimento
  • infiammazione dell’orecchio
  • battito cardiaco irregolare
  • alterazioni all’elettrocardiogramma (tracciato dell’attività cardiaca)
  • battito cardiaco troppo rapido e disturbi del ritmo cardiaco
  • irritazione della gola
  • perdite di sangue dal naso
  • bocca secca
  • diarrea
  • difficoltà a deglutire
  • senso di malessere
  • disturbi allo stomaco
  • mal di stomaco dopo i pasti
  • sensazione di bruciore alle labbra
  • carie
  • eruzione cutanea, orticaria, prurito cutaneo
  • infiammazione delle mucose della bocca, con o senza ulcere
  • aumento della sudorazione
  • crampi muscolari e dolore ai muscoli
  • dolore alle braccia o alle gambe
  • dolore ai muscoli, alle ossa o alle
  • palpitazioni (sensazione di battito cardiaco anomalo)
  • arrossamento del viso
  • aumento del flusso di sangue in alcuni tessuti dell’organismo
  • tosse e tosse produttiva

    articolazioni del torace

  • stanchezza
  • aumento della pressione sanguigna
  • livelli ridotti di alcuni componenti del sangue: di un tipo di globuli bianchi chiamati granulociti, del potassio o del cortisolo
  • aumento dei livelli di alcuni componenti del sangue: glucosio, proteina C reattiva, numero di piastrine, insulina, acidi grassi liberi o chetoni.

    Raro (può riguardare fino a 1 persona su 1.000):

  • infezioni da funghi al torace
  • riduzione dell’appetito
  • disturbo del sonno (dorme troppo poco o troppo a lungo)
  • dolore lancinante al torace
  • sensazione di mancanza di un battito cardiaco, battito cardiaco troppo lento

  • fuoriuscita di sangue da un vaso nei tessuti circostanti
  • diminuzione della pressione sanguigna
  • debolezza
  • dolore in fondo alla bocca e alla gola
  • infiammazione e arrossamento della faringe
  • gola secca
  • minzione dolorosa e frequente
  • difficoltà e dolore alla minzione
  • infiammazione dei reni.

    Molto raro (può riguardare fino a 1 persona su 10.000):

  • basso numero di determinate cellule del sangue chiamate piastrine
  • mancanza di respiro o respiro corto
  • gonfiore delle mani e dei piedi
  • ritardo della crescita nei bambini e negli adolescenti.

    Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili):

  • visione offuscata

    L’uso di corticosteroidi inalatori per periodi prolungati può causare, in casi molto rari, effetti su tutto l’organismo:

  • problemi della funzione delle ghiandole surrenali (soppressione surrenale)
  • riduzione della densità minerale ossea (assottigliamento delle ossa)
  • opacità del cristallino (cataratta).

    Riarify non contiene dosi elevate di corticosteroide inalatorio, ma il medico potrebbe voler misurare periodicamente i livelli di cortisolo nel sangue.

    Con i corticosteroidi inalatori a dosi elevate usati per periodi prolungati possono manifestarsi anche i seguenti effetti indesiderati, ma la frequenza non è nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili):

  • depressione
  • senso di preoccupazione, nervosismo, ipereccitazione o irritabilità. Questi eventi sono più probabili nei bambini.
Pubblicità

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell’allegato V. Segnalando gli effetti indesiderati può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  1. Come conservare Riarify

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sull’etichetta e sulla scatola dopo Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Prima della dispensazione: Conservare in frigorifero (2°C-8°C).

    Non congelare.

    Non esporre a temperature superiori a 50°C. Non perforare il contenitore sotto pressione.

    Contenitore sotto pressione da 60 erogazioni: dopo che le è stato consegnato, l’inalatore può

    essere conservato a una temperatura massima di 25°C per un massimo di 2 mesi.

    Contenitore sotto pressione da 120 e 180 erogazioni: dopo che le è stato consegnato, l’inalatore può

    essere conservato a una temperatura massima di 25°C per un massimo di 4 mesi.

    I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  2. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Riarify

I principi attivi sono beclometasone dipropionato, formoterolo fumarato diidrato e glicopirronio.

Ogni dose erogata (la dose che fuoriesce dal boccaglio) contiene 87 microgrammi di beclometasone dipropionato, 5 microgrammi di formoterolo fumarato diidrato e 9 microgrammi di glicopirronio (sotto forma di 11 microgrammi di glicopirronio bromuro).

Ogni dose preimpostata (la dose erogata dalla valvola dosatrice) contiene 100 microgrammi di beclometasone dipropionato, 6 microgrammi di formoterolo fumarato diidrato e 10 microgrammi di glicopirronio (sotto forma di 12,5 microgrammi di glicopirronio bromuro).

Gli altri componenti sono etanolo anidro, acido cloridrico, propellente: norflurano.

Descrizione dell’aspetto di Riarify e contenuto della confezione

Riarify è una soluzione pressurizzata per inalazione.

Riarify è fornito in un contenitore sotto pressione (rivestito in alluminio), con valvola dosatrice. Il contenitore sotto pressione è inserito all’interno di un inalatore in plastica. Questo include un boccaglio dotato di un cappuccio protettivo in plastica e un contadosi (contenitori da 60 o

120 erogazioni) o un indicatore della dose (contenitori da 180 erogazioni).

Ogni confezione contiene un contenitore pressurizzato sotto pressione che eroga 60 dosi, 120 dosi o 180 dosi.

Sono inoltre disponibili confezioni multiple contenenti 2 o 3 contenitori sotto pressione da 120 dosi ciascuno.

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Chiesi Farmaceutici S.p.A. Via Palermo 26/A

43122 Parma Italia

Produttori

Pubblicità

Chiesi Farmaceutici S.p.A. Via San Leonardo 96 43122 Parma

Italia

Chiesi SAS Rue Faraday

ZA des Gailletrous

41260 La Chaussée Saint Victor Francia

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Gonzagagasse 16/16

1010 Wien Austria

Per ulteriori informazioni su questo medicinale, contatti il rappresentante locale del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio:

België/Belgique/Belgien

Chiesi sa/nv

Tél/Tel: + 32 (0)2 788 42 00

Lietuva

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Tel: + 43 1 4073919

България

Chiesi Bulgaria EOOD

Teл.: + 359 29201205

Luxembourg/Luxemburg

Chiesi sa/nv

Tél/Tel: + 32 (0)2 788 42 00

Česká republika

Pubblicità

Chiesi CZ s.r.o.

Tel: + 420 261221745

Magyarország Chiesi Hungary Kft. Tel.: + 36-1-429 1060

Danmark

Chiesi Pharma AB Tlf: + 46 8 753 35 20

Malta

Chiesi Farmaceutici S.p.A. Tel: + 39 0521 2791

Deutschland

Chiesi GmbH

Tel: + 49 40 89724-0

Nederland

Chiesi Pharmaceuticals B.V. Tel: + 31 88 501 64 00

Eesti

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Tel: + 43 1 4073919

Norge

Chiesi Pharma AB Tlf: + 46 8 753 35 20

Ελλάδα

Chiesi Hellas AEBE

Τηλ: + 30 210 6179763

Österreich

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Tel: + 43 1 4073919

España

Covex, SA

Tel: + 34 91 845 02 00

Polska

Chiesi Poland Sp. z.o.o. Tel.: + 48 22 620 1421

France

Chiesi S.A.S.

Tél: + 33 1 47688899

Portugal

Pubblicità

Chiesi Farmaceutici S.p.A. Tel: + 39 0521 2791

Hrvatska

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Tel: + 43 1 4073919

România

Chiesi Romania S.R.L. Tel: + 40 212023642

Ireland

Chiesi Farmaceutici S.p.A. Tel: + 39 0521 2791

Slovenija

Chiesi Slovenija d.o.o. Tel: + 386-1-43 00 901

Ísland

Chiesi Pharma AB Sími: +46 8 753 35 20

Slovenská republika Chiesi Slovakia s.r.o. Tel: + 421 259300060

Italia

Pubblicità

Merqurio Pharma S.r.l. Tel: + 39 0221116948

Suomi/Finland

Chiesi Pharma AB Puh/Tel: +46 8 753 35 20

Κύπρος

Chiesi Farmaceutici S.p.A.

Τηλ: + 39 0521 2791

Sverige

Chiesi Pharma AB Tel: +46 8 753 35 20

Latvija

Chiesi Pharmaceuticals GmbH Tel: + 43 1 4073919

United Kingdom

Chiesi Ltd

Tel: + 44 (0)161 488 5555

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il {mese AAAA}. Altre fonti d’informazioni

Informazioni più dettagliate su questo medicinale sono disponibili sul sito web dell’Agenzia europea dei medicinali, http://www.ema.europa.eu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *