Pubblicità

Sodio Bicarbonato

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Sodio Bicarbonato: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

 

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

SODIO BICARBONATO

 

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

1000 ml contengono:

Sodio bicarbonato 14,0 g

mEq/1: (Na) 167

(HCO3) 167

Osmolarità teor. (mOsm/l) 334

pH 7,0-8,5

 

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Soluzione per infusione.

 

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Nel trattamento degli stati di acidosi metabolica e nelle intossicazioni da barbiturici, salicilati, alcool metilico, nelle sindromi emolitiche, nelle sindromi rabdomiolitiche e nelle iperuricemie. E’ indicato nelle perdite intestinali di bicarbonato (diarrea) e nello shock.

 

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Pubblicità

Indice

Per via endovenosa. La dose è dipendente dall’età, peso e condizioni cliniche del paziente. Nelle forme subacute e croniche di acidosi metabolica somministrare da 2 a 5 mEq di bicarbonato per kg di peso corporeo durante 4-8 ore. Nei bambini somministrare molto lentamente, e non più di 8 mEq/kg di peso corporeo al giomo per evitare diminuzione della pressione cerebrospinale e possibili emorragie intracraniche. Si consiglia di non ottenere una piena correzione dell’acidosi nelle prime 24 ore, per evitare una alcalosi legata ad un successivo ipercompenso respiratorio.

 

04.3 Controindicazioni

Indice

Non utilizzare in pazienti con alcalosi metabolica o respiratorie, specie se ipocloremiche (vomito, perdite gastrointestinali, terapia diuretica).

 

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Usare subito dopo l’apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l’eventuale residuo non può essere utilizzato. Non usare come veicolo per noradrenalina e dobutamina. Non aggiungere a soluzioni contenenti calcio.

Usare con grande cautela in pazienti con scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina; in pazienti in trattamento con farmaci corticosteroidei o corticotropinici. La somministrazione continua senza aggiunta di potassio può causare ipokaliemia. Correggere una eventuale deplezione di potassio e di calcio per evitare episodi di tetania. Monitorizzareil bilancio dei fluidi, gli elettroliti, l’osmolarità plasmatica e l’equilibrio acido-base. Non utilizzare questa concentrazione se non specificatamente prescritta. Evitare la somministrazione di grandi volumi e la perfusione a velocità elevata. Nei bambini la sicurezza e l’efficacia non sono state determinate.

 

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Se utilizzato per diluire farmaci consultare il farmacista se disponibile prima di introdurre i farmaci additivi; considerare comunque le caratteristiche dei prodotti da introdurre; impiegare tecniche asettiche.

 

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Somministrare solo in caso di effettiva necessità.

 

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

 

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Alcalosi metabolica, ipernatriemia, cellulite chimica con necrosi tissutale per stravaso accidentale nei tessuti molli. Episodi febbrili, infezioni nella sede di iniezione, trombosi venosa o flebite. In caso di reazione avversa interrompere la somministrazione e conservare la parte non somministrata per eventuali esami.

 

04.9 Sovradosaggio

Indice

Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

 

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

—–

 

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

—–

 

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

—–

 

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Acqua p.p.i.

 

06.2 Incompatibilità

Indice

Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

 

06.3 Periodo di validità

Indice

Flaconi vetro: 24 mesi

 

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

In idonei contenitori ermeticamente chiusi. Non congelare. La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Non usare oltre tale data.

 

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Flaconi 250 ml, 500 ml

 

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna particolare.

 

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Fresenius Kabi Italia S.p.A.

Via Camagre, 41

37063 Isola della Scala – Verona

 

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

N° AIC Confezioni

030774501 /G FLACONE 250 ML
030774044 /G FLACONE 500 ML

 

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

8 Novembre 1998.

 

10.0 Data di revisione del testo

Indice

—–

 


 

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Informazioni aggiornate al: 01/02/2020
Torna all’indice


Sodio bicarb fki – 1,4% 500 ml (Sodio Bicarbonato)
Classe C: A totale carico del cittadino Nota AIFA: Nessuna   Ricetta: Ricetta Ripetibile Tipo: Generico Info: Nessuna ATC: B05BB01 AIC: 030774044 Prezzo: 3,31 Ditta: Fresenius Kabi Italia Srl


 


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Torna all’indice



2 Comments

  1. Buon pomeriggio
    Mi hanno consigliato per il trattamento alla mia piccola vigna e per gli ortaggi di usare il bicarbonato.
    Mi sto documentando su internet che il bicarbonato di potassio e più consono per l’agricoltura. E’ vero?

    Francesco Ciccone
    1. Il bicarbonato di sodio è classificato, per uso agricolo, come “corroborante” (un po’ come gli integratori e i parafarmaci in medicina), mentre il bicarbonato di potassio è a tutti gli effetti considerato un fitofarmaco e quindi è soggetto alla normativa vigente sui fitofarmaci.
      Sono entrambi efficaci antifungini e si usano quindi per curare le malattie delle piante causate da funghi.
      Tuttavia il bicarbonato di sodio agisce sulla struttura del terreno variando il pH ed i suoi effetti alla lunga non sono positivi per le colture: si raccomanda quindi di non abusarne e di usare preferenzialmente il bicarbonato di potassio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *