Pubblicità

Metoprololo Eg Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

METOPROLOLO EG 100 mg compresse Medicinale equivalente

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

  1. Che cos’è METOPROLOLO EG e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di prendere METOPROLOLO EG
  3. Come prendere METOPROLOLO EG
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare METOPROLOLO EG
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Che cos’è METOPROLOLO EG e a cosa serve

    METOPROLOLO EG contiene il principio attivo metoprololo, che appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati beta-bloccanti, che agiscono rallentando il battito del cuore e facendo in modo che il cuore batta con meno forza.

    METOPROLOLO EG è indicato per:

    il trattamento della pressione del sangue alta (ipertensione);

    la prevenzione a lungo termine di problemi al cuore che causano dolore al petto(angina pectoris); il trattamento durante l’infarto al cuore o successivo ad esso ;

    il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (sindromi cardiache ipercinetiche e aritmie tachicardiche);

    • la prevenzione di attacchi ricorrenti di forte mal di testa (emicrania).
  2. Cosa deve sapere prima di prendere METOPROLOLO EG Non prenda METOPROLOLO EG

    • se è allergico al metoprololo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
    • se ha difetti della conduzione del cuore (blocco atrioventricolare di secondo o terzo grado, sindrome del nodo seno-atriale, gravi blocchi senoatriali);

    • se la funzionalità del suo cuore è insufficiente ad assicurare un adeguato apporto di sangue all’organismo (insufficienza cardiaca manifesta);

      se ha un battito del cuore molto lento (bradicardia sinusale clinicamente rilevante);

      se ha gravi disturbi della circolazione del sangue negli arti (circolo periferico arterioso); se ha un grave problema cardiaco noto come shock cardiogeno, che si verifica quando il suo cuore non pompa una sufficiente quantità di sangue in tutto il corpo;

    • se ha la pressione del sangue molto bassa ( ipotensione)
    • se è affetto da una condizione patologica che rende il suo sangue più acido del normale (acidosi);
    • se ha difficoltà a respirare (spasmo bronchiale );

    se sta assumendo medicinali antidepressivi chiamati inibitori della monoaminossidasi (IMAO), ad eccezione delle sostanze inibitrici MAO-B;

    Non è raccomandato in stato di gravidanza e durante l'allattamento (vedere paragrafo “Gravidanza e allattamento”).

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere METOPROLOLO EG.

    Faccia particolare attenzione e si rivolga al medico prima di prendere questo medicinale:

    • se ha difficoltà a respirare (affezioni ostruttive polmonari);

    • se ha problemi a metabolizzare gli zuccheri (ad esempio pazienti diabetici), se presenta bassi livelli di zucchero nel sangue (ipoglicemia) o se sta seguendo diete rigide. Il metoprololo può interferire con il metabolismo degli zuccheri o mascherare i segni e i sintomi dell’ipoglicemia;

    se la funzionalità del suo cuore è insufficiente (insufficienza cardiaca congestizia); se soffre di disturbi della conduzione del cuore (blocco cardiaco di primo grado);

    se ha problemi della circolazione del sangue negli arti (morbo o sindrome di Raynaud, claudicatio intermittens);

    se ha un tumore della ghiandola surrenale chiamato feocromocitoma;

    se ha gravi problemi al fegato, in quanto la quantità del medicinale nel sangue può essere maggiore;

    • se deve sottoporsi ad un intervento chirurgico. In questo caso, informi l’anestesista che è in trattamento con questo medicinale;

    • se il suo polso scende al di sotto di 50-55 battiti al minuto a riposo (bradicardia).Il suo medico potrebbe ridurre il dosaggio;

    se soffre di una malattia della pelle chiamata psoriasi;

    se soffre di allergie, in quanto, il metoprololo può aumentare la gravità delle reazioni allergiche.

    Anziani

    Se è anziano, prenda questo medicinale con molta cautela in quanto un’eccessiva riduzione della pressione del sangue o dei battiti del cuore, può portare a gravi problemi di circolazione (inadeguata irrorazione degli organi vitali).

    Per chi svolge attività sportiva: l’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping.

    Altri medicinali e METOPROLOLO EG

    Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

    Faccia particolare attenzione e si rivolga al medico se sta assumendo:

    – altri medicinali utilizzati per il trattamento della pressione del sangue alta (antiipertensivi), in particolare se sta seguendo una terapia con la clonidina. Se i due medicinali vengono somministrati contemporaneamente, il trattamento con

    METOPROLOLO EG deve essere interrotto parecchi giorni prima di sospendere la terapia con clonidina;

    prazosina, un medicinale usato per facilitare l’eliminazione dell’urina; medicinali antidepressivi chiamati inibitori della monoaminossidasi (IMAO);

    glicosidi cardiaci, usati per trattare gravi problemi al cuore (insufficienza cardiaca); nitroglicerina, un medicinale utilizzato per trattare alcuni disturbi del cuore, in quanto può provocare una riduzione eccessiva della pressione del sangue (effetto ipotensivo);

    • medicinali usati per il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (antiaritmici come chinidina e amiodarone) e/o un particolare tipo di medicinali per il trattamento della pressione del sangue alta, chiamati calcio-antagonisti (come il verapamil), soprattutto se somministrati tramite un’iniezione in vena;
    • adrenalina e altre sostanze simili (attività simpaticomimetica) che aumentano la pressione del sangue e che sono contenute in alcuni medicinali impiegati per il trattamento della tosse (antitosse), per ridurre l’accumulo di muco nel naso (gocce nasali), per disturbi degli occhi (gocce oftalmiche);
    • medicinali utilizzati per il trattamento del diabete come insulina e ipoglicemizzanti orali;

    • indometacina, un medicinale usato per alleviare il dolore e per il trattamento delle infiammazioni, in quanto può ridurre l’effetto del metoprololo;

      rifampicina, un medicinale usato per il trattamento della tubercolosi;

      medicinali che aumentano o diminuiscono il metabolismo del metoprololo (es. cimetidina un medicinale usato per trattare le lesioni e i bruciori allo stomaco (ulcere);

    • lidocaina, un medicinale utilizzato per il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore, in quanto il metoprololo può influenzarne gli effetti;
    • medicinali utilizzati per indurre l’anestesia (vedere il paragrafo “Avvertenze e precauzioni”).

    METOPROLOLO EG e alcool

    Eviti di assumere bevande alcoliche durante il trattamento con questo medicinale.

    Gravidanza e allattamento

    Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

    Non assuma questo medicinale durante la gravidanza, se non in casi di assoluta necessità e sempre sotto stretto controllo del medico.

    Se sta allattando al seno ed è in trattamento con METOPROLOLO EG, il medico deve tenere sotto stretto controllo il suo bambino.

    Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

    Questo medicinale può alterare la capacità di guidare veicoli e di utilizzare macchinari.

    METOPROLOLO EG contiene lattosio

    Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  3. Come prendere METOPROLOLO EG

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    Assuma il medicinale a stomaco vuoto. Prenda le compresse intere con una sufficiente quantità di liquido e senza masticarle.

    Nel caso di dose unica, salvo prescrizione contraria, assuma la compressa al mattino, mentre se sono previste due dosi, assuma una compressa al mattino e una alla sera.

    Non interrompa o modifichi la dose e la durata del trattamento senza aver consultato il suo medico (vedere paragrafo “Se interrompe il trattamento con METOPROLOLO EG”).

    Trattamento della pressione alta del sangue (ipertensione)

    La dose raccomandata è di 1 compressa (100 mg) al giorno.

    Prevenzione del dolore al petto (angina pectoris)

    La dose raccomandata è di 1 compressa (100 mg) al giorno.

    Trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (sindrome cardiaca ipercinetica)

    La dose raccomandata è di 1 compressa (100 mg ) al giorno.

    Trattamento dell’infarto al cuore (infarto miocardico)- terapia di mantenimento

    Il medico deciderà la dose in base ai risultati delle sue analisi del sangue (stato emodinamico). La dose raccomandata per la terapia di mantenimento è 1-2 compresse (100 -200 mg) al giorno da assumere in 1-2 somministrazioni al giorno (mattina e sera).

    La durata del trattamento è di almeno 3 mesi, si consiglia di continuare il trattamento per un periodo compreso da 1 a 3 anni.

    Trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (aritmie) e prevenzione di attacchi ricorrenti di forte mal di testa (emicrania)

    La dose raccomandata è 1-2 compresse (100 -200 mg) al giorno da assumere in 1-2 somministrazioni al giorno (mattina e sera).

    Se prende più METOPROLOLO EG di quanto deve

    In caso di ingestione/assunzione di una quantità eccessiva di questo medicinale, si rivolga immediatamente al medico o all’ospedale più vicino.

    In caso di assunzione di una dose eccessiva di questo medicinale, può manifestare i seguenti sintomi:

    • rallentamento dei battiti del cuore (bradicardia);
    • gravi disturbi cardiaci (insufficienza cardiaca, shock cardiogeno e arresto cardiaco);
    • convulsioni;
    • difficoltà a respirare (broncospasmo);
    • alterazione dello stato di coscienza;
    • vomito;
    • grave diminuzione del tono muscolare (ipotonia).

    Se dimentica di prendere METOPROLOLO EG

    Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa.

    Se interrompe il trattamento con METOPROLOLO EG

    Non interrompa bruscamente il trattamento con questo medicinale senza aver consultato il medico. È necessario che l’interruzione del trattamento con METOPROLOLO EG avvenga in maniera graduale, nell’arco di 10 giorni, e sotto l’attento controllo del medico.

    Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

  4. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Gli effetti indesiderati che possono manifestarsi con METOPROLOLO EG sono:

    Comuni (possono interessare fino ad 1 su 10 pazienti):

    • irritazione della pelle ( prurito, arrossamento ed eruzione cutanea).

      Non comuni (possono interessare fino ad 1 su 100 pazienti):

    • disturbi del sonno (sogni vividi) o allucinazioni;
    • formicolio delle estremità (parestesia);
    • vertigini, depressione e confusione;
    • mal di testa (cefalea);
    • perdita temporanea di coscienza (sincope);
    • aumento della percezione dei battiti del cuore (palpitazioni);
    • riduzione del ritmo e del battito de cuore (bradicardia);
    • disturbi cardiaci (disturbi della conduzione atrio-ventricolare, accentuazione di astenia miocardica);
    • dolore toracico;
    • formicolio e dolore alle dita, seguito da sensazione di calore e dolore (Fenomeno di Raynaud);
    • difficoltà a respirare (dispnea);
    • sensazione di malessere, vomito, diarrea e dolori addominali;
    • stitichezza;
    • aumento della sudorazione;
    • stanchezza;
    • gonfiore dovuto ad accumulo di liquidi (edema periferico).

      Rari (possono interessare fino ad 1 su 1.000 pazienti):

    • instabilità emotiva, perdita temporanea della memoria;
    • aumento della concentrazione di glucosio nel sangue (diabete) o peggioramento del diabete esistente;
    • aumento di peso;
    • peggioramento del formicolio e dolore alle dita, seguito da sensazione di calore e dolore (Fenomeno di Raynaud);
    • riduzione del numero delle piastrine (trombocitopenia) e dei globuli bianchi (leucopenia) nel sangue;
    • grave reazione allergica anche fatale (shock anafilattico);
    • irritazione degli occhi (congiuntivite) soprattutto nei portatori di lenti a contatto;
    • disturbi visivi;
    • ronzii nell’orecchio (tinnito) e disturbi dell’udito;
    • riduzione della pressione del sangue (ipotensione) e riduzione della pressione del sangue quando ci si alza in piedi (ipotensione ortostatica);
    • danno e morte dei tessuti (cancrena), nei pazienti con gravi problemi della circolazione del sangue negli arti;
    • peggioramento dei sintomi in pazienti affetti da zoppia dovuta a problemi di circolazione sanguigna (claudicazione intermittente);
    • difficoltà a respirare (broncospasmo);
    • irritazione e infiammazione del naso (rinite);
    • secchezza della bocca;
    • infiammazione del fegato (epatite);
    • perdita dei capelli (alopecia);
    • sensibilità della pelle alla luce (fotosensibilità);
    • debolezza e crampi muscolari;
    • irritazione della pelle (psoriasi);
    • risultati anormali dei test eseguiti per valutare la funzionalità del fegato;
    • infiammazione delle articolazioni (artrite);
    • problemi sessuali (turbe della libido, disfunzione erettile e malattia di Peyronie);
    • aumento dei livelli di glucosio nel sangue (glicemia).

      Segnalazione degli effetti indesiderati

      Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

      Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  5. Come conservare METOPROLOLO EG

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non prenda questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione dopo “Scad.”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  6. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene METOPROLOLO EG 100 mg compresse

  • Il principio attivo è metoprololo tartrato. Ogni compressa contiene 100 mg di metoprololo tartrato.
  • Gli altri componenti sono: lattosio monoidrato, polivinilpirrolidone, croscaramellosa sodica, magnesio stearato, talco, silice colloidale anidra.

Descrizione dell’aspetto di METOPROLOLO EG e contenuto della confezione

Pubblicità

Confezioni da 30, 50 e 100 compresse.

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

EG S.p.A.- Via Pavia, 6 – 20136 MILANO

Produttori

Pubblicità

Lamp S. Prospero S.p.A. Via della Pace 25/A 41030 – San Prospero – Modena COSMO S.p.A. – Via C. Colombo, 1 – 20020 Lainate (MI).

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

METOPROLOLO EG 200 mg compresse a rilascio prolungato Medicinale equivalente

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

  1. Che cos’è METOPROLOLO EG e a cosa serve
  2. Cosa deve sapere prima di prendere METOPROLOLO EG
  3. Come prendere METOPROLOLO EG
  4. Possibili effetti indesiderati
  5. Come conservare METOPROLOLO EG
  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

  1. Che cos’è METOPROLOLO EG e a cosa serve

    METOPROLOLO EG contiene il principio attivo metoprololo, che appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati beta-bloccanti, che agiscono rallentando il battito del cuore e facendo in modo che il cuore batta con meno forza.

    METOPROLOLO EG è indicato per:

    il trattamento della pressione del sangue alta (ipertensione);

    la prevenzione a lungo termine di problemi al cuore che causano dolore al petto (angina pectoris); il trattamento durante l’infarto al cuore certo successivo ad esso;

    il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (sindromi cardiache ipercinetiche e aritmie tachicardiche);

    • la prevenzione di attacchi ricorrenti di forte mal di testa (emicrania).
  2. Cosa deve sapere prima di prendere METOPROLOLO EG Non prenda METOPROLOLO EG

    • se è allergico al metoprololo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6);
    • se ha difetti della conduzione del cuore (blocco atrioventricolare di secondo o terzo grado, sindrome del nodo seno-atriale, gravi blocchi senoatriali);

    • se la funzionalità del suo cuore è insufficiente ad assicurare un adeguato apporto di sangue all’organismo (insufficienza cardiaca manifesta);

      se ha un battito del cuore molto lento (bradicardia sinusale clinicamente rilevante);

      se ha gravi disturbi della circolazione del sangue negli arti (circolo periferico arterioso); se ha un grave problema cardiaco noto come shock cardiogeno, che si verifica quando il suo cuore non pompa una sufficiente quantità di sangue in tutto il corpo;

    • se ha la pressione del sangue molto bassa (ipotensione);
    • se è affetto da una condizione patologica che rende il suo sangue più acido del normale (acidosi);
    • se ha difficoltà a respirare (spasmo bronchiale );

    se sta assumendo medicinali antidepressivi chiamati inibitori della monoaminossidasi (IMAO). ad eccezione delle sostanze inibitrici MAO-B;

    Non è raccomandato in stato di gravidanza e durante l'allattamento (vedere paragrafo “Gravidanza e allattamento”).

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere METOPROLOLO EG.

    Faccia particolare attenzione e si rivolga al medico prima di prendere questo medicinale:

    • se ha difficoltà a respirare (affezioni ostruttive polmonari);

    • se ha problemi a metabolizzare gli zuccheri (ad esempio pazienti diabetici), se presenta bassi livelli di zucchero nel sangue (ipoglicemia) o se sta seguendo diete rigide. Il metoprololo può interferire con il metabolismo degli zuccheri o mascherare i segni e i sintomi dell’ipoglicemia;

    se la funzionalità del suo cuore è insufficiente (insufficienza cardiaca congestizia); se soffre di disturbi della conduzione del cuore (blocco cardiaco di primo grado);

    se ha problemi della circolazione del sangue negli arti (morbo o sindrome di Raynaud, claudicatio intermittens);

    se ha un tumore della ghiandola surrenale chiamato feocromocitoma;

    se ha gravi problemi al fegato , in quanto la quantità del medicinale nel sangue può essere maggiore;

    • se deve sottoporsi ad un intervento chirurgico. In questo caso, informi l’anestesista che è in trattamento con questo medicinale;

    • se il suo polso scende al di sotto di 50-55 battiti al minuto a riposo (bradicardia). Il suo medico potrebbe decidere di ridurre il dosaggio;

    se soffre di una malattia della pelle chiamata psoriasi;

    se soffre di allergie, in quanto, il metoprololo può aumentare la gravità delle reazioni allergiche.

    Anziani

    Se è anziano, prenda questo medicinale con molta cautela in quanto un’eccessiva riduzione della pressione del sangue o dei battiti del cuore, può portare a gravi problemi di circolazione (inadeguata irrorazione degli organi vitali).

    Per chi svolge attività sportiva: l’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping.

    Altri medicinali e METOPROLOLO EG

    Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

    Faccia particolare attenzione e si rivolga al medico se sta assumendo:

    – altri medicinali utilizzati per il trattamento della pressione del sangue alta (antiipertensivi), in particolare se sta seguendo una terapia con la clonidina. Se i due medicinali vengono somministrati contemporaneamente, il trattamento con METOPROLOLO EG deve essere interrotto parecchi giorni prima di sospendere la terapia con clonidina;

    prazosina, un medicinale usato per facilitare l’eliminazione dell’urina; medicinali antidepressivi chiamati inibitori della monoaminossidasi (IMAO);

    glicosidi cardiaci, usati per trattare gravi problemi al cuore (insufficienza cardiaca);

    • nitroglicerina, un medicinale utilizzato per trattare alcuni disturbi del cuore, in quanto può provocare una riduzione eccessiva della pressione del sangue (effetto ipotensivo);
    • medicinali usati per il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (antiaritmici come chinidina e amiodarone) e/o un particolare tipo di medicinali per il trattamento della pressione del sangue alta, chiamati calcio-antagonisti (come il verapamil), soprattutto se somministrati tramite un’iniezione in vena;
    • adrenalina e altre sostanze simili (attività simpaticomimetica) che aumentano la pressione del sangue e che sono contenute in alcuni medicinali impiegati per il trattamento della tosse (antitosse), per ridurre l’accumulo di muco nel naso (gocce nasali), per disturbi degli occhi (gocce oftalmiche);
    • medicinali utilizzati per il trattamento del diabete come insulina e ipoglicemizzanti orali;

    • indometacina, un medicinale usato per alleviare il dolore e per il trattamento delle infiammazioni, in quanto può ridurre l’effetto del metoprololo;

      rifampicina, un medicinale usato per il trattamento della tubercolosi;

      medicinali che aumentano o diminuiscono il metabolismo del metoprololo (es. cimetidina un medicinale usato per trattare le lesioni e i bruciori allo stomaco (ulcere);

    • lidocaina, un medicinale utilizzato per il trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore, in quanto il metoprololo può influenzarne gli effetti;
    • medicinali utilizzati per indurre l’anestesia (vedere il paragrafo “Avvertenze e precauzioni”).

    METOPROLOLO EG e alcool

    Eviti di assumere bevande alcoliche durante il trattamento con questo medicinale.

    Gravidanza e allattamento

    Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

    Non assuma questo medicinale durante la gravidanza, se non in casi di assoluta necessità e sempre sotto stretto controllo del medico.

    Se sta allattando al seno ed è in trattamento con METOPROLOLO EG, il medico deve tenere sotto stretto controllo il suo bambino.

    Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

    Questo medicinale può alterare la capacità di guidare veicoli e di utilizzare macchinari.

    METOPROLOLO EG contiene lattosio

    Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

  3. Come prendere METOPROLOLO EG

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    Assuma il medicinale dopo un pasto. Prenda le compresse intere con una sufficiente quantità di liquido e senza masticarle.

    Nel caso di dose unica, salvo prescrizione contraria, assuma la compressa al mattino, mentre se sono previste due dosi, assuma una compressa al mattino e una alla sera.

    Non interrompa o modifichi la dose e la durata del trattamento senza aver consultato il suo medico (vedere paragrafo “Se interrompe il trattamento con METOPROLOLO EG”) .

    Trattamento della pressione alta del sangue (ipertensione)

    La dose raccomandata è di mezza o 1 compressa (100-200 mg) al giorno in un’unica somministrazione.

    Prevenzione del dolore al petto (angina pectoris)

    La dose raccomandata è di mezza o 1 compressa (100-200mg) al giorno in un’unica somministrazione. Nel caso di angina pectoris notturna si può assumere la dose consigliata la sera.

    Trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (sindrome cardiaca ipercinetica)

    La dose raccomandata è di mezza o 1 compressa (100-200mg) al giorno in un’unica somministrazione.

    Trattamento dell’infarto al cuore (infarto miocardico) –terapia di mantenimento

    Il medico deciderà la dose in base ai risultati delle sue analisi del sangue (stato emodinamico). La dose raccomandata per la terapia di mantenimento è di mezza o 1 compressa (100-200 mg) al giorno da assumere in un’unica somministrazione.

    La durata del trattamento è di almeno 3 mesi, si consiglia di continuare il trattamento per un periodo compreso da 1 a 3 anni.

    Trattamento delle alterazioni del ritmo del battito del cuore (aritmie) e prevenzione di attacchi ricorrenti di forte mal di testa (emicrania)

    La dose raccomandata è di 1 compressa (200 mg) al giorno da assumere in un’unica somministrazione.

    Se prende più METOPROLOLO EG di quanto deve

    In caso di ingestione/assunzione di una quantità eccessiva di questo medicinale, si rivolga immediatamente al medico o all’ospedale più vicino.

    In caso di assunzione di una dose eccessiva di questo medicinale, può manifestare i seguenti sintomi:

    • rallentamento dei battiti del cuore (bradicardia);
    • gravi disturbi cardiaci ( insufficienza cardiaca, shock cardiogeno e arresto cardiaco);
    • convulsioni;
    • difficoltà a respirare (broncospasmo);
    • alterazione dello stato di coscienza;
    • vomito;
    • grave diminuzione del tono muscolare (ipotonia).

    Se dimentica di prendere METOPROLOLO EG

    Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa.

    Se interrompe il trattamento con METOPROLOLO EG

    Non interrompa bruscamente il trattamento con questo medicinale senza aver consultato il medico. È necessario che l’interruzione del trattamento con METOPROLOLO EG avvenga in maniera graduale, nell’arco di 10 giorni, e sotto l’attento controllo del medico.

    Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

  4. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Gli effetti indesiderati che possono manifestarsi con METOPROLOLO EG sono:

    Comuni (possono interessare fino ad 1 su 10 pazienti):

    • irritazione della pelle ( prurito, arrossamento ed eruzione cutanea).

      Non comuni (possono interessare fino ad 1 su 100 pazienti):

    • disturbi del sonno (sogni vividi) o allucinazioni;
    • formicolio delle estremità (parestesia);
    • vertigini, depressione e confusione;
    • mal di testa (cefalea);
    • perdita temporanea di coscienza (sincope);
    • aumento della percezione dei battiti del cuore (palpitazioni);
    • riduzione del ritmo e del battito de cuore (bradicardia);
    • disturbi cardiaci (disturbi della conduzione atrio-ventricolare, accentuazione di astenia miocardica);
    • dolore toracico;
    • formicolio e dolore alle dita, seguito da sensazione di calore e dolore (Fenomeno di Raynaud);
    • difficoltà a respirare (dispnea);
    • sensazione di malessere, vomito, diarrea e dolori addominali;
    • stitichezza;
    • aumento della sudorazione;
    • stanchezza;
    • gonfiore dovuto ad accumulo di liquidi (edema periferico).

      Rari (possono interessare fino ad 1 su 1.000 pazienti):

    • instabilità emotiva, perdita temporanea della memoria;
    • aumento della concentrazione di glucosio nel sangue (diabete) o peggioramento del diabete esistente;
    • aumento di peso;
    • peggioramento del formicolio e dolore alle dita, seguito da sensazione di calore e dolore (Fenomeno di Raynaud);
    • riduzione del numero delle piastrine (trombocitopenia) e dei globuli bianchi (leucopenia) nel sangue;
    • grave reazione allergica anche fatale (shock anafilattico);
    • irritazione degli occhi (congiuntivite) soprattutto nei portatori di lenti a contatto;
    • disturbi visivi;
    • ronzii nell’orecchio (tinnito) e disturbi dell’udito;
    • riduzione della pressione del sangue (ipotensione) e riduzione della pressione del sangue quando ci si alza in piedi (ipotensione ortostatica);
    • danno e morte dei tessuti (cancrena), nei pazienti con gravi problemi della circolazione del sangue negli arti;
    • peggioramento dei sintomi in pazienti affetti da zoppia dovuta a problemi di circolazione sanguigna (claudicazione intermittente);
    • difficoltà a respirare (broncospasmo);
    • irritazione e infiammazione del naso (rinite);
    • secchezza della bocca;
    • infiammazione del fegato (epatite);
    • perdita dei capelli (alopecia);
    • sensibilità della pelle alla luce (fotosensibilità);
    • debolezza e crampi muscolari;
    • irritazione della pelle (psoriasi);
    • risultati anormali dei test eseguiti per valutare la funzionalità del fegato;
    • infiammazione delle articolazioni (artrite);
    • problemi sessuali (turbe della libido, disfunzione erettile e malattia di Peyronie);
    • aumento dei livelli di glucosio nel sangue (glicemia).

      Segnalazione degli effetti indesiderati

      Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

      Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  5. Come conservare METOPROLOLO EG

    Conservare questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non prenda questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione dopo “Scad.”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  6. Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene METOPROLOLO EG 200 mg compresse a rilascio prolungato

  • Il principio attivo è metoprololo tartrato. Ogni compressa contiene 200 mg di metoprololo tartrato.
  • Gli altri componenti sono: lattosio monoidrato, amido di mais, ammonio metacrilato copolimero (tipo B), magnesio stearato, talco, silice colloidale anidra, ipromellosa, polietilenglicole 4000, titanio diossido (E 171).

Descrizione dell’aspetto di METOPROLOLO EG e contenuto della confezione

Pubblicità

Confezioni da 50 e 100 compresse a rilascio prolungato.

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

EG S.p.A.- Via Pavia 6 – 20136 MILANO

Produttore

Pubblicità

Lamp S. Prospero S.p.A. Via della Pace 25/A 41030 – San Prospero-Modena COSMO S.p.A. – Via C. Colombo, 1 – 20020 Lainate (MI).

Stada Arzneimittel AG, Stadastrasse 2-18 Bad Vilbel – Germania (solo per la confezione da 100 compresse)

Pubblicità

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *