Pubblicita'

Minidiab Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Minidiab


Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

MINIDIAB 5 mg compresse

Glipizide

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

  • Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.
  • Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.
  • Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.
  • Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

11. Che cos’è Minidiab e a cosa serve

22. Cosa deve sapere prima di prendere Minidiab

33. Come prendere Minidiab

44. Possibili effetti indesiderati

55. Come conservare Minidiab

6. Contenuto della confezione e altre informazioni

Pubblicita'

61. Che cos’è Minidiab e a cosa serve

Minidiab contiene il principio attivo glipizide. Glipizide appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati sulfoniluree ed agisce abbassando i livelli di zuccheri nel sangue.

Minidiab è utilizzato negli adulti per il trattamento del diabete mellito non controllabile con la sola dieta.

72. Cosa deve sapere prima di prendere Minidiab Non prenda Minidiab

  • se lei è allergico alla glipizide o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al

    paragrafo 6);

  • se soffre di diabete insulino-dipendente (diabete insorto in età pediatrica o giovanile e che necessita di un trattamento con insulina);
  • se presenta diabete chetoacidosico (corpi chetonici e zucchero nelle urine)
  • se soffre di episodi di perdita di conoscenza (questa condizione potrebbe indicare un coma diabetico);
  • se soffre di gravi problemi ai reni o al fegato;
  • se soffre di insufficienza surrenalica (ridotta produzione di alcuni ormoni da parte dei surreni ).

    È consigliabile che lei non utilizzi questo medicinale se soffre di diabete latente oppure di prediabete

    (formi lievi di diabete mellito caratterizzate solo da aumenti dei livelli di zuccheri nel sangue).

    Avvertenze e precauzioni

    Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Minidiab.

    Informi il medico o il farmacista prima di prendere questo medicinale se pensa che una delle seguenti condizioni la riguardi:

  • soffre di deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (G6PD), una malattia che causa anemia per

    distruzione anomala dei globuli rossi;

  • soffre di disturbi ai reni o al fegato;
  • è anziano, debilitato e/o malnutrito;
  • sta assumendo medicinali beta-bloccanti
  • ha problemi all’ipofisi, una ghiandola che si trova alla base del cervello.

    Minidiab può causare ipoglicemia (bassi livelli di glucosio nel sangue), una condizione caratterizzata da mal di testa, irritabilità, disturbi del sonno, tremore e forte sudorazione che può richiedere il ricovero in ospedale ed evolvere in coma. Se è anziano, debilitato o malnutrito, ha problemi all’ipofisi o assume medicinali beta- bloccanti può più facilmente andare incontro ad ipoglicemia. È inoltre più comune che l’ipoglicemia si presenti quando c’è un’insufficiente apporto calorico, dopo un importante e prolungato esercizio fisico, quando viene ingerito alcool o se sta assumendo altri medicinali che abbassano i livelli di zuccheri nel sangue.

    Informi il medico se deve sottoporsi a un intervento chirurgico, ha subito un trauma, ha contratto un’infezione o ha la febbre. In questi casi, il controllo del diabete potrebbe risultare insufficiente e il medico le potrebbe prescrivere di assumere insulina.

    Esami di laboratorio

    Durante il trattamento con Minidiab il medico la sottoporrà a regolari controlli per valutare i livelli di zuccheri nel sangue e gli effetti del medicinale.

    L’efficacia di questo medicinale potrebbe diminuire nel corso del tempo e il medico potrebbe decidere di aumentare la dose.

    Altri medicinali e Minidiab

    Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

    I seguenti medicinali possono provocare eccessiva diminuzione dei livelli di zuccheri nel sangue (ipoglicemia) se somministrati insieme a Minidiab:

  • miconazolo, fluconazolo, voriconazolo, medicinali usati contro le infezioni da funghi;

  • antiinfiammatori non steroidei (FANS) (es. fenilbutazone e acido acetilsalicilico), medicinali usati contro le infiammazioni, il dolore e la febbre;

  • beta-bloccanti, medicinali usati per trattare la pressione del sangue elevata e alcune condizioni

    cardiache;

  • ACE-inibitori, medicinali usati per abbassare la pressione del sangue;

  • antagonisti dei recettori H2 (es. cimetidina), medicinali usati per il trattamento dell’ulcera dello stomaco e dell’esofago;

  • inibitori delle monoamino-ossidasi, medicinali usati contro la depressione;

  • chinoloni, medicinali usati contro le infezioni batteriche;

  • sulfamidici e cloramfenicolo, antibiotici;

  • probenecid, medicinale usato contro la gotta;

  • dicumarolo e altri medicinali simili, medicinali usati per fluidificare il sangue;

  • ciclofosfamide, medicinale contro i tumori;

  • feniramidolo, medicinale usato per rilassare i muscoli.

    I seguenti medicinali possono provocare eccessivo aumento dei livelli di zuccheri nel sangue (iperglicemia) se somministrati insieme a Minidiab:

  • fenotiazine (es. clorpromazina), medicinali usati contro le malattie psichiatriche;

  • corticosteroidi, medicinali usati contro le infiammazioni e le reazioni allergiche;

  • simpaticomimetici (es. ritodrina) medicinali usati per interrompere un parto prematuro, salbutamolo e

    terbutalina, medicinali usati contro l’asma;

  • diuretici, medicinali usati per aumentare la produzione di urina;

  • ormoni tiroidei, usati quando la tiroide funziona poco oppure è stata asportata con un intervento chirurgico;

  • ormoni estrogeni e progestinici, contraccettivi orali

  • fenitoina, medicinale usato contro le crisi epilettiche;

  • acido nicotinico, usato per ridurre i livelli di colesterolo e di altri grassi;

  • calcio-antagonisti, medicinali usati per abbassare la pressione del sangue;

  • isoniazide, medicinale contro la tubercolosi;

  • adrenalina, medicinale contro lo shock da grave reazione allergica e nei casi di arresto cardiaco.

    Minidiab con alcol

    Non beva alcol durante l'assunzione di Minidiab. L'alcol può aumentare l’abbassamento dei livelli di zuccheri nel sangue e causare perdita di coscienza (coma ipoglicemico).

    Gravidanza e allattamento

    Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico prima di prendere questo medicinale.

    Si sconsiglia la somministrazione della glipizide durante la gravidanza.

    Se sta allattando al seno, il medico le prescriverà Minidiab solo se strettamente necessario.

    Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

    Minidiab può causare sonnolenza, mal di testa, vertigini, confusione e disturbi della vista. Se manifesta questi effetti indesiderati non guidi veicoli né utilizzi macchinari.

    Minidiab contiene lattosio

    Minidiab contiene lattosio. Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicinale.

    3. Come prendere Minidiab

    Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

    Ingoi le compresse aiutandosi con un bicchiere d’acqua. La compressa può essere divisa in parti uguali.

    Il medico deciderà la dose più adatta per lei in base alle sue condizioni e ai suoi livelli di zuccheri nel sangue e nelle urine.

    Le dosi raccomandate variano da mezza compressa (2,5 mg) a 4 compresse (20 mg) al giorno, suddivise in 2 o più somministrazioni da prendere immediatamente prima dei pasti principali.

    Se lei prende Minidiab per la prima volta

    Inizi il trattamento con mezza compressa oppure con 1 compressa al giorno. Il medico le indicherà come aumentare il dosaggio.

    Se lei è già trattato con medicinali ipoglicemizzanti orali

    Il medico deciderà la dose più adatta a lei iniziando con bassi dosaggi e aumentandoli in maniera graduale ed eventualmente lascerà trascorrere un opportuno periodo di tempo tra il termine del trattamento precedente e l'inizio del trattamento con Minidiab.

    Se lei è in trattamento con insulina:

    In alcuni casi Minidiab permette di ridurre il fabbisogno giornaliero di insulina, durante il primo periodo di trattamento è tuttavia necessario che lei controlli frequentemente i livelli glicemici.

    Se prende più Minidiab di quanto deve

    Se ha preso accidentalmente una dose eccessiva di Minidiab avverta immediatamente il medico.

    Un sovradosaggio può produrre sintomi moderati di ipoglicemia, in questo caso assuma prontamente cibo o bevande zuccherate o riduca il dosaggio di Minidiab.

    Se manifesta convulsioni o si verifica perdita di coscienza è necessario il ricovero presso il più vicino ospedale.

    Se dimentica di prendere Minidiab

    Se dimentica di prendere una dose, chieda consiglio al medico se può assumere il medicinale non appena se ne ricorda oppure se deve aspettare la dose successiva . Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose.

    Se interrompe il trattamento con Minidiab

    Se interrompe il trattamento con questo medicinale, i suoi livelli di zuccheri nel sangue potrebbero variare improvvisamente e la sua malattia potrebbe peggiorare. Questo potrebbe mettere in pericolo la sua vita.

    Non interrompa il trattamento con Minidiab a meno che non glielo prescriva il medico. Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

    84. Possibili effetti indesiderati

    Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

    Interrompa immediatamente il trattamento con questo medicinale e si rivolga al medico se lei manifesta:

  • ittero colestatico
  • reazioni, arrossamenti e allergie della pelle (eczema,dermatite allergica, eritema, reazioni morbilliformi o maculopapulari)
  • orticaria, prurito, aumento della sensibilità della pelle alla luce del sole

    Si rivolga al medico se manifesta i seguenti effetti indesiderati:

    Comune (può interessare fino a 1 persona su 10):

  • riduzione dei livelli di glucosio nel sangue (ipoglicemia) (vedere paragrafo 2 “Avvertenze a precauzioni”)
  • nausea, diarrea, dolore all’addome

    Non comune (può interessare fino a 1 persona su 100):

  • vertigini
  • sonnolenza
  • tremore
  • offuscamento della vista
  • vomito

    Frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili):

  • diminuzione nel sangue del numero di globuli bianchi, piastrine e globuli rossi
  • diminuzione dei livelli di sodio nel sangue
  • confusione
  • mal di testa
  • visione doppia delle immagini, compromissione o riduzione della vista
  • stitichezza
  • diminuzione del funzionamento del fegato, infiammazione del fegato
  • porfiria non acuta (alterata produzione di emoglobina)
  • malessere generale
  • alterazione di alcuni esami di laboratorio del sangue che valutano il funzionamento del fegato, del rene e dei muscoli (aspartato amminotrasferasi aumentata, latticodeidrogenasi ematica aumentata, fosfatasi alcalina ematica aumentata, urea ematica aumentata, creatinina ematica aumentata)
Pubblicita'

La maggioranza degli effetti indesiderati è correlata al dosaggio, è transitoria e risponde alla riduzione del dosaggio o alla sospensione della cura.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se lei manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

  1. Come conservare Minidiab

    Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

    Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola e sul blister dopo “Scad.”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

    Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

    Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

  2. Contenuto della confezione e altre informazioni Cosa contiene Minidiab

Pubblicita'

Il principio attivo è glipizide.

Ogni compressa contiene 5 mg di glipizide.

Gli altri componenti sono: lattosio (vedere paragrafo 2 “Minidiab contiene lattosio”), cellulosa microcristallina, amido, acido stearico.

Descrizione dell’aspetto di Minidiab e contenuto della confezione

Le compresse di Minidiab sono disponibili in blister di PVC/alluminio in confezioni da 30 o 40 compresse divisibili.

Pubblicita'

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Pfizer Italia S.r.l. via Isonzo, 71

04100 Latina

Pubblicita'

Produttore

Pfizer Italia S.r.l. Località Marino del Tronto

63100 – Ascoli Piceno (AP)

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: