Home Schede Tecniche Fluental: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Fluental: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Fluental

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Fluental: ultimo aggiornamento pagina: 09/02/2018 (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Fluental

INDICE DELLA SCHEDA

Fluental: la confezione

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

Fluental 300 mg + 150 mg compresse Fluental Adulti 500 mg + 200 mg supposte Fluental Bambini 250 mg + 100 mg supposte Fluental 12,8 mg/ml + 8 mg/ml sciroppo

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Una compressa contiene:

principi attivi: paracetamolo 300 mg, sobrerolo 150 mg.

Fluental Bambini 250 mg + 100 mg supposte

Ogni supposta contiene:

principi attivi: paracetamolo 250 mg, sobrerolo 100 mg.

Fluental Adulti 500 mg + 200 mg supposte

Ogni supposta contiene:

principi attivi: paracetamolo 500 mg, sobrerolo 200 mg.

Fluental 12,8 mg/ml + 8 mg/ml sciroppo

100 ml di sciroppo contengono:

principi attivi: paracetamolo 1,28 g, sobrerolo 0,8 g

Eccipienti con effetti noti:saccarosio, metile paraidrossibenzoato, propile paraidrossibenzoato, etanolo 96 per cento, carmellosa sodica, disodio fosfato dodecaidrato, sodio fosfato dididrogeno diidrato.

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Compresse; supposte; sciroppo.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Trattamento sintomatico dei processi acuti febbrili dell’apparato respiratorio.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Supposte adulti: 2 supposte pro/die Supposte bambini: 2 supposte pro/die Compresse adulti: 2 – 4 compresse pro/die Sciroppo: 4 – 6 cucchiaini pro/die

Il prodotto è controindicato nei pazienti con severa insufficienza epatocellulare ed in pazienti con gravi alterazioni della funzionalità renale (vedì par. 4.3).

Somministrare con cautela nei soggetti con insufficienza renale o epatica (vedì par. 4.4). Non superare la posologia massima giornaliera totale.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1;

Pazienti con manifesta insufficienza della glucosio-6-fosfato deidrogenasi;

Pazienti affetti da grave anemia emolitica;

Grave insufficienza epatocellulare;

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Gravi alterazioni della crasi ematica.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Dosi elevate o prolungate del prodotto possono provocare alterazioni anche gravi a carico del rene e della crasi ematica ed una epatopatia ad alto rischio.

Da non utilizzare al di fuori della fase acuta febbrile.

Non somministrare per oltre 3 giorni consecutivi senza consultare il medico. Per la somministrazione a bambini di età inferiore a 3 anni consultare il medico.

Nei pazienti in trattamento con anticoagulanti il prodotto deve essere somministrato a dosaggio ridotto.

Somministrare con cautela nei soggetti con insufficienza renale o epatica.

Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivo, poiché se il paracetamolo è assunto in dosi elevate si possono verificare gravi reazioni avverse.

Si può verificare epatotossicità con paracetamolo anche a dosi terapeutiche, dopo un trattamento di breve durata e in pazienti senza disfunzione epatica pre-esistente (vedere paragrafo “Effettì ìndesìderatì”).

Si raccomanda cautela in pazienti con una storia di sensibilità all’aspirina e/o ai farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS).

Gravi reazioni cutanee: con l’uso di paracetamolo sono state riportate reazioni potenzialmente fatali come la sindrome di Stevens-Johnson (SJS), la necrolisi epidermica tossica (NET) e la pustolosi esantematica acuta generalizzata. I pazienti devono essere informati circa i segni ed i sintomi e monitorati attentamente per le reazioni cutanee. Se si verificano i sintomi o i segni della sindrome di Stevens-Johnson, della necrolisi epidermica tossica o della pustolosi esantematica acuta generalizzata (ad esempio rash cutaneo progressivo associato a vesciche o lesioni delle mucose), il paziente deve sospendere immediatamente il trattamento con paracetamolo e consultare un medico.

L’uso di Fluental, come di qualsiasi farmaco inibitore della sintesi delle prostaglandine e della cicloossigenasi, è sconsigliato nelle donne che intendano iniziare una gravidanza.

La somministrazione di Fluental deve essere sospesa nelle donne che hanno problemi di fertilità o che sono sottoposte a indagini sulla fertilità.

Invitare il paziente a contattare il medico prima di associare qualsiasi altro farmaco. Vedere anche la voce “Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione”.

Fluental sciroppo contiene 1,25 vol% di etanolo (alcool), ad es. fino a 300 mg per dose, equivalenti a 7,5 ml di birra, 3,1 ml di vino per dose.

Può essere dannoso per gli alcolisti.

Da tenere in considerazione nelle donne in gravidanza o in allattamento, nei bambini e nei gruppi ad alto rischio come le persone affette da patologie epatiche o epilessia.

Fluental sciroppo contiene fino a 9 g di saccarosio per dose. Da tenere in considerazione in persone affette da diabete mellito. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale.

Fluental sciroppo contiene metile paraidrossibenzoato e propile paraidrossibenzoato: possono causare reazioni allergiche (anche ritardate).

Fluental sciroppo può contenere fino a 2 mmol di sodio per dose. Da tenere in considerazione in persone con ridotta funzionalità renale o che seguono una dieta a basso contenuto di sodio.

Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione

Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l’induzione delle monossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto (per esempio cimetidina).

Il rischio di tossicità da paracetamolo può essere aumentato in pazienti che assumono altri farmaci potenzialmente epatotossici o farmaci che inducono gli enzimi microsomiali epatici, come alcuni antiepilettici (come fenobarbital, fenitoina, carbamazepina, topiramato), rifampicina e alcool.

La somministrazione di paracetamolo può interferire con la determinazione dell’uricemia (mediante il metodo dell’acido fosfotungstico) e con quella della glicemia (mediante il metodo della glucosio- ossidasi-perossidasi).

I farmaci che rallentano lo svuotamento gastrico (es. propantelina) possono ridurre la velocità di assorbimento del paracetamolo, ritardandone l’effetto terapeutico; al contrario, i farmaci che aumentano la velocità di svuotamento gastrico (es. metoclopramide, domperidone) comportano un aumento della velocità di assorbimento.

Il paracetamolo può aumentare il rischio di sanguinamento in pazienti che assumono warfarin e altri antagonisti della vitamina K. I pazienti che assumono paracetamolo e antagonisti della vitamina K devono essere monitorati per un’appropriata coagulazione e per la comparsa di sanguinamenti.

La presenza di paracetamolo nel prodotto aumenta i tassi plasmatici di aspirina e cloramfenicolo. L’uso contemporaneo di FANS o oppioidi può determinare un potenziamento reciproco dell’effetto analgesico.

La co-somministrazione di flucloxacillina con paracetamolo può portare ad acidosi metabolica, in pazienti che presentano fattori di rischio di deplezione del glutatione.

Il paracetamolo aumenta l’AUC dell’etinilestradiolo del 22%.

Il paracetamolo può ridurre la concentrazione plasmatica della lamotrigina.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

In caso di gravidanza o allattamento usare solo in caso di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

A causa della possibile insorgenza di vertigini, il prodotto può alterare la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Eritema, orticaria, rash, eruzione fissa da farmaco.

Sono stati riportati casi molto rari di reazioni cutanee gravi come necrolisi epidermica tossica (NET), sindrome di Stevens-Johnson (SSJ) e pustolosi esantematica acuta generalizzata, (vedere paragrafo

4.4 Avvertenze specìalì e opportune precauzìonì d’ìmpìego).

Disturbi del sistema immunitario

Reazioni di ipersensibilità quali ad esempio angioedema, edema della laringe, shock anafilattico.

Patologie del sistema emolinfopoietico

Trombocitopenia, neutropenia, leucopenia.

Agranulocitosi, anemia emolitica in pazienti con carenza di base della glucosio 6-fosfato deidrogenasi.

Patologie epatobiliari

Alterazioni della funzionalità epatica ed epatiti.

Epatite citolitica che può portare ad un’insufficienza epatica acuta.

Patologie renali e urinarie

Insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria.

Patologie gastrointestinali

Reazioni gastrointestinali.

Patologie dell’orecchio e del labirinto

Vertigini.

Patologie cardiache

Sindrome di Kounis.

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

Broncospasmo.

Gli effetti indesiderati segnalati impongono l’interruzione del trattamento e l’istituzione di una terapia idonea.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo: https://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

04.9 Sovradosaggio

Indice

I sintomi da sovradosaggio di paracetamolo sono pallore, nausea, vomito, anoressia e dolori addominali e generalmente compaiono durante le prime 24 ore dal sovradosaggio con paracetamolo. Un sovradosaggio da paracetamolo può essere causa di citolisi epatica che può portare ad insufficienza epatocellulare, sanguinamento gastrointestinale, acidosi metabolica, encefalopatia, coma e morte. Aumentati livelli delle transaminasi epatiche, della lattato deidrogenasi e della bilirubina con una riduzione dei livelli di protrombina possono manifestarsi da 12 a 48 ore dal sovradosaggio acuto.

Il sovradosaggio può portare anche a pancreatite, insufficienza renale acuta e pancitopenia. Nei casi gravi si può instaurare una insufficienza epatica da necrosi cellulare.

Per quanto riguarda il sobrerolo non risultano dalla letteratura dati inerenti a sintomi da sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: paracetamolo, associazioni esclusi gli psicolettici, codice ATC: N02BE51.

Il sobrerolo possiede una azione fluidificante e regolatrice sulle secrezioni dell’apparato respiratorio e facilita la rimozione delle stesse mediante una migliore clearance mucociliare.

Il paracetamolo è un farmaco ad attività antipiretica ed analgesica rapida ed efficace che si accompagna ad una ottima tollerabilità anche a livello gastrico. La sua azione si esplica attraverso un effetto diretto sui centri del dolore e della termoregolazione probabilmente tramite l’inibizione della PG-sintetasi.

I due farmaci hanno un comportamento sinergico evidente con modificazioni della curva termica favorevole all’associazione rispetto ai controlli trattati con solo paracetamolo.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

Assorbimento: il sobrerolo è rapidamente assorbito per os da parte dei primi tratti dell’apparato gastroenterico. Picco massimo a 60′. Il paracetamolo nell’uomo viene assorbito a livello gastrointestinale rapidamente e varia in rapporto all’assunzione a stomaco vuoto o pieno.

Distribuzione: il sobrerolo è rapidamente distribuito.

La rapida distribuzione è confermata dai livelli elevati di sobrerolo rilevati nel muco bronchiale. Nell’uomo il tempo di emivita plasmatica del sobrerolo somministrato per e.v. è di 1,60 ore mentre nel muco il tempo suddetto è di 10,82 ore.

Per via orale il tempo di emivita plasmatica del sobrerolo è di 2,39 ore e di 2,98 ore nel muco bronchiale.

Nell’uomo l’assunzione di 1 g di paracetamolo a stomaco vuoto determina una curva di concentrazione il cui massimo da 20 a 28,7 mcg/ml, si manifesta dopo 20 – 30’ ed è seguito da un decremento progressivo tra la quarta e la ottava ora.

L’andamento della curva dopo la somministrazione rettale di un grammo di paracetamolo presenta anch’esso un picco iniziale di 7,4 mcg/ml dopo 2 ore mostrando un assorbimento più rapido rispetto all’aminofenazone.

Il tempo di emivita del paracetamolo, che dopo l’assorbimento si distribuisce uniformemente in tutti gli organi, oscilla da 122′ a 165′ tendendo però a prolungarsi in presenza di epatopatia.

Biotrasformazione: la biotrasformazione del sobrerolo nell’uomo presenta due tipi di reazione: quella in fase I in cui si ha il passaggio del sobrerolo a carvone e quello in fase II costituita dalla coniugazione con l’acido glucuronico.

Complessivamente sono stati individuati 9 metaboliti nell’uomo e nell’animale.

Il paracetamolo viene metabolizzato a livello epatico, per la maggior parte, si coniuga con l’acido glucuronico e con i solfati.

Eliminazione: nell’uomo il sobrerolo viene eliminato quasi esclusivamente per via renale sotto forma di: sobrerolo libero, sobrerolo glucurono-coniugato e carvone.

Il paracetamolo somministrato sia per via orale che per via rettale viene eliminato principalmente per via urinaria sia sotto forma di metaboliti, sia come sostanza immodificata e la sua eliminazione è pressoché completa entro le 24 ore.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Tossicità acuta: DL50 ratti 2480 mg/kg os;

Tossicità cronica: si è osservato che somministrando per via orale, per un periodo di 6 mesi, Fluental a dosi elevate e crescenti da 3 a 10 volte superiori a quelle usate nell’uomo (dosi varianti quindi da 42 a 144 mg/kg/die), gli animali non davano segni di sofferenza tanto che si potrebbe parlare di una virtuale assenza di tossicità cronica.

Teratogenesi: le ricerche effettuate sui conigli e sui ratti indicano che Fluental non ha esercitato alcuna azione negativa sui processi riproduttivi, sull’andamento della gravidanza e sull’aspetto dei neonati.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Compresse

Calcio idrogeno fosfato diidrato, amido di mais, talco, magnesio stearato, povidone, cellulosa microcristallina, sodio amido glicolato (Tipo A).

Supposte Adulti e Bambini

Trigliceridi, s catena media.

Sciroppo

Glicole propilenico, glicerolo, carmellosa sodica, saccarosio, metile paraidrossibenzoato, propile paraidrossibenzoato, etanolo 96 per cento, saccarina, E150, etilvanillina, aroma cardamomo, disodio fosfato dodecaidrato, sodio fosfato diidrogeno diidrato, acqua depurata.

06.2 Incompatibilità

Indice

Non pertinente.

06.3 Periodo di validità

Indice

5 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Supposte: non conservare a temperatura superiore ai 30°C.

Compresse, sciroppo: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Compresse: blister in alluminio/PVC, astuccio di cartone litografato. Supposte: valve in PVC rigido atossico, astuccio di cartone litografato. 10 supposte Adulti

10 supposte Bambini

Sciroppo: flacone in vetro tipo III F.U., astuccio di cartone litografato 150 ml di sciroppo

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna istruzione particolare.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Sanofi S.p.A. – Viale L. Bodio, 37/B – IT – 20158 Milano

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

6 supposte adulti: A.I.C. n. 022837013

10 supposte adulti: A.I.C. n. 022837025

6 supposte bambini: A.I.C. n. 022837037

10 supposte bambini: A.I.C. n. 022837049

15 compresse: A.I.C. n. 022837088

150 ml sciroppo: A.I.C. n. 022837090

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data della prima autorizzazione: 03 Agosto 1973 Data del rinnovo più recente: Maggio 2009

10.0 Data di revisione del testo

Indice

05/05/2016

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Torna all’indice

Fluental – Ad 10 Supp 500 mg+200 mg (Sobrerolo+paracetamolo)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: N02BE51 AIC: 022837025 Prezzo: 5,3 Ditta: Sanofi Spa


Fluental – Bb 10 Supp 250 mg+100 mg (Sobrerolo+paracetamolo)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: N02BE51 AIC: 022837049 Prezzo: 5,3 Ditta: Sanofi Spa


Fluental – Ad 15 Cpr 300 mg+150 mg (Sobrerolo+paracetamolo)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: N02BE51 AIC: 022837088 Prezzo: 6 Ditta: Sanofi Spa


Fluental – Scir 150 ml 12,8+8 mg/M (Sobrerolo+paracetamolo)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta non richiesta (Senza Obbligo di Prescrizione) Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: N02BE51 AIC: 022837090 Prezzo: 5,3 Ditta: Sanofi Spa


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983