Smoflipid

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Smoflipid: ultimo aggiornamento pagina: (Fonte: A.I.FA.)

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

SMOFlipid 200 mg/ml, emulsione per infusione.

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

1000 ml di emulsione per infusione contengono:

Olio di semi di soia raffinato 60,0 g

Trigliceridi a media catena 60,0 g

Olio di oliva raffinato 50,0 g Olio di pesce arricchito in acidi omega-3 30,0 g

Energia totale 8,4 MJ/l (= 2000 kcal/l) pH circa 8

Osmolalità circa 380 mOsm/kg

Eccipienti con effetti noti:

1000 ml di emulsione contengono fino a 5 mmol di sodio (come sodio idrossido e sodio oleato).

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 Forma farmaceutica

Indice

e per infusione. Emulsione bianca omogenea.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

Apporto lipidico, inclusi acidi grassi essenziali e acidi grassi omega-3 ai pazienti, come parte di un regime di nutrizione parenterale, quando la nutrizione orale o enterale è impossibile, insufficiente o controindicata.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Posologia

La dose e la velocità di infusione sono stabiliti in base alla capacità del paziente di eliminare i lipidi infusi, vedere paragrafo 4.4.

Adulti

La dose standard è di 1,0-2,0 g di lipidi/kg/die, corrispondenti a 5-10 ml/kg/die.

La velocità d’infusione raccomandata è di 0,125 g di lipidi/kg/ora, corrispondente a 0,63 ml di SMOFlipid/kg/ora e non deve superare 0,15 g di lipidi/kg/ora, corrispondenti a 0,75 ml di SMOFlipid/kg/ora.

Popolazione pediatrica Neonati e infanti

La dose iniziale deve essere 0,5-1,0 g di lipidi/kg/die seguita da un successivo aumento da 0,5-1,0 g di lipidi/kg/die fino a 3,0 g di lipidi/kg/die.

E’ raccomandato di non superare una dose giornaliera di 3 g di lipidi/kg/die che corrispondono a 15 ml di SMOFlipid/kg/die.

La velocità di infusione non deve superare 0,125 g di lipidi/kg/ora. Nei neonati prematuri e sottopeso SMOFlipid deve essere infuso in continuo in circa 24 ore.

Bambini

E’ raccomandato di non superare la dose giornaliera di 3 g di lipidi/kg/die, che corrispondono a 15 ml di SMOFlipid/kg/die.

La dose giornaliera deve essere aumentata gradualmente durante la prima settimana di somministrazione.

La velocità di infusione non deve superare 0,15 g di lipidi/kg/ora. Modo di somministrazione

Per infusione endovenosa attraverso una vena periferica o centrale.

Pubblicità

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità alle proteine di pesce, d’uovo, di soia o di arachide, ad uno qualsiasi dei principi attivi o degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

Grave iperlipidemia.

Grave insufficienza epatica.

Gravi disturbi della coagulazione del sangue.

Grave insufficienza renale senza possibilità di emofiltrazione o dialisi.

Shock acuto.

Controindicazioni generali alla terapia infusionale: edema polmonare acuto, iperidratazione e insufficienza cardiaca scompensata.

Condizioni instabili (ad esempio gravi condizioni post-traumatiche, diabete mellito scompensato, infarto acuto del miocardio, ictus, embolia, acidosi metabolica, sepsi severa e disidratazione ipotonica).

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

La capacità di eliminare i lipidi dipende da individuo a individuo e perciò deve essere monitorata in accordo alla pratica clinica. Questo viene generalmente effettuato controllando i livelli dei trigliceridi. Una precauzione particolare deve essere presa nei pazienti con forte rischio di iperlipidemia (e.g. pazienti con livelli elevati di lipidi, grave sepsi e lattanti estremamente sottopeso). La concentrazione sierica dei trigliceridi durante l’infusione non deve in generale superare 3 mmol/l. La riduzione del dosaggio o l’interruzione della somministrazione dell’emulsione lipidica deve essere considerata se la concentrazione sierica o plasmatica di trigliceridi durante o dopo l’infusione supera le 3 mmol/l. Un sovradosaggio può portare a sindrome da sovraccarico lipidico, vedere paragrafo 4.8.

Questo medicinale contiene olio di semi di soia, olio di pesce e fosfolipidi d’uovo, che in rari casi possono causare reazioni allergiche. Allergie crociate sono state osservate tra semi di soia e arachidi.

SMOFlipid deve essere somministrato con cautela in condizioni di alterato metabolismo lipidico, che può comparire in pazienti con insufficienza renale, diabete mellito, pancreatite, alterata funzionalità epatica, ipotiroidismo e sepsi.

I dati clinici in pazienti con diabete mellito o insufficienza renale sono limitati.

La somministrazione di soli acidi grassi a media catena può causare acidosi metabolica. Questo rischio è largamente eliminato dalla simultanea infusione degli acidi grassi a lunga catena contenuti in SMOFlipid. Una somministrazione concomitante di carboidrati eliminerà ulteriormente questo rischio. Si raccomanda, quindi, una infusione simultanea di carboidrati o di una soluzione di amminoacidi contenente carboidrati. Devono essere regolarmente controllati gli esami di laboratorio generalmente associati con il monitoraggio della nutrizione endovenosa. Questi comprendono il livello di glucosio del sangue, i test di funzionalità epatica, il metabolismo acido-base, il bilancio dei liquidi, la conta totale del sangue e degli elettroliti.

Qualsiasi segno o sintomo di reazione anafilattica (come febbre, brividi, eruzione cutanea o dispnea) deve portare all’immediata interruzione dell’infusione.

SMOFlipid deve essere somministrato con cautela nei neonati e prematuri con iperbilirubinemia ed episodi di ipertensione polmonare. Nei neonati in particolare prematuri sotto nutrizione parenterale a lungo termine, devono essere monitorati la conta delle piastrine, i test di funzionalità epatica ed i trigliceridi del siero.

Livelli elevati di lipidi nel plasma possono interferire con alcuni esami ematici di laboratorio, ad esempio quello per l’emoglobina.

Smoflipid contiene fino a 5 mmol di sodio per 1000 ml. Deve essere preso in considerazione nei pazienti che seguono una dieta a basso contenuto di sodio.

L’aggiunta a SMOFlipid di altri farmaci o sostanze deve essere generalmente evitata a meno che la compatibilità sia nota (vedere paragrafi 6.2 e 6.6).

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

L’eparina somministrata a dosi cliniche causa un temporaneo aumento del rilascio della lipoproteina lipasi nel circolo. Questo può causare all’inizio un aumento della lipolisi plasmatica, seguita da una temporanea diminuzione nell’eliminazione dei trigliceridi.

L’olio di semi di soia contiene un quantitativo naturale di vitamina K1. In SMOFlipid, il contenuto è comunque cosi basso che non ci si aspetta un’influenza significativa sul processo coagulativo in pazienti trattati con derivati cumarinici.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

Non sono disponibili dati sulla somministrazione di SMOFlipid a donne durante la gravidanza o l’allattamento.

Non sono disponibili studi sulla tossicità riproduttiva negli animali. La nutrizione parenterale può diventare necessaria durante la gravidanza e l’allattamento. SMOFlipid deve essere somministrato a donne in gravidanza e durante l’allattamento soltanto dopo attenta valutazione.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

Non pertinente.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Effetti indesiderati osservati durante la somministrazione di emulsioni lipidiche:

Comune (da ≥ 1/100 a <
1/10)
Non comune (da ≥ 1/1.000 a <
1/100)
Raro
(da ≥ 1/10.000 a
< 1/1.000)
Molto raro (< 1/10.000)
Patologie
vascolari
Ipotensione,
ipertensione
Patologie respiratorie,
toraciche e mediastiniche
Dispnea
Patologie gastrointestinali Perdita di appetito, nausea,
vomito
Patologie dell’apparato riproduttivo e
della mammella
Priapismo
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Lieve aumento della temperatu ra corporea Brividi Reazioni di ipersensibilità (es.
reazioni anafilattiche o anafilattoidi, rush cutaneo, orticaria, vampate di calore, cefalea), sensazione di caldo o freddo, pallore, cianosi, dolore al collo, schiena, ossa, torace e dolore
lombare

Se questi effetti collaterali compaiono o se durante l’infusione il livello dei trigliceridi aumenta sopra le 3 mmol/l, l’infusione di SMOFlipid deve essere interrotta o, se necessario, continuata a dose ridotta.

SMOFlipid deve sempre essere parte di un trattamento di nutrizione parenterale completo comprensivo di aminoacidi e glucosio. Nausea, vomito e iperglicemia sono sintomi correlati a condizioni che indicano una nutrizione parenterale e possono talvolta essere associati alla nutrizione parenterale.

E’ raccomandato il monitoraggio dei trigliceridi e dei livelli di glucosio nel sangue per evitare valori elevati, che potrebbero essere dannosi.

Sindrome da sovraccarico lipidico

Un’alterata capacità di eliminare i trigliceridi può portare alla “Sindrome da sovraccarico lipidico” che può essere causata da sovradosaggio. Possibili segni di sovraccarico metabolico devono essere tenuti sotto osservazione. La causa può

essere genetica (diverso metabolismo da individuo a individuo) oppure il metabolismo lipidico può essere influenzato da malattie in corso o pregresse.

Questa sindrome può insorgere altresi durante una grave ipertrigliceridemia, anche alla velocità di infusione raccomandata e in concomitanza di un cambiamento improvviso delle condizioni cliniche del paziente, come compromissione della funzionalità renale o infezione. La sindrome da sovraccarico lipidico è caratterizzata da iperlipemia, febbre, infiltrazione grassa, epatomegalia con o senza ittero, splenomegalia, anemia, leucopenia, trombocitopenia, disturbi di coagulazione, emolisi e reticolocitosi, esami anormali della funzionalità epatica e coma. I sintomi sono generalmente reversibili se l’infusione dell’emulsione lipidica viene interrotta. Se compaiono segni di sindrome da sovraccarico lipidico, l’infusione di SMOFlipid deve essere interrotta.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Il sovradosaggio che porta alla sindrome da sovraccarico lipidico può essere il risultato di una velocità di infusione troppo rapida, oppure può verificarsi alle velocità di infusione raccomandate effettuate per un lungo periodo in concomitanza con un cambiamento nelle condizioni cliniche del paziente, ad esempio in caso di compromissione delle funzioni renali o infezione.

Il sovradosaggio può provocare effetti collaterali (vedere paragrafo 4.8). In questo caso l’infusione di lipidi deve essere interrotta o, se necessario, continuata a dose ridotta.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica: soluzione per nutrizione parenterale, emulsioni lipidiche.

Codice ATC: B05BA02

L’emulsione lipidica ha dimensioni di particelle e proprietà biologiche simili a quelle dei chilomicroni endogeni. I componenti di SMOFlipid, olio di semi di soia, trigliceridi a media catena, olio d’oliva ed olio di pesce, hanno, ad eccezione del loro contenuto energetico, proprie caratteristiche farmacodinamiche.

L’olio di semi di soia ha un elevato contenuto di acidi grassi essenziali. L’acido grasso omega-6 acido linoleico è il più abbondante (circa 55-60%). L’acido alfa-linolenico, un acido grasso omega-3, costituisce circa l’8%. Questa parte di SMOFlipid fornisce la quantità necessaria di acidi grassi essenziali.

Gli acidi grassi a media catena si ossidano rapidamente e forniscono al corpo una forma di energia immediatamente disponibile.

L’olio d’oliva fornisce principalmente energia sotto forma di acidi grassi mono- insaturi, che sono molto meno soggetti alla perossidazione rispetto alla corrispondente quantità di acidi grassi poli-insaturi.

L’olio di pesce è caratterizzato da un elevato contenuto di acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA). Il DHA è un componente strutturale importante della membrana cellulare, mentre l’EPA è un precursore di eicosanoidi come prostaglandine, trombossani e leucotrieni.

La vitamina E protegge gli acidi grassi insaturi dalla perossidazione lipidica.

Sono stati condotti due studi fornendo nutrizione parenterale domiciliare nei pazienti che necessitavano di supporto nutrizionale a lungo termine. L’obiettivo primario in entrambi gli studi era dimostrare la sicurezza. L’efficacia era l’obiettivo secondario in uno degli studi che è stato condotto in pazienti pediatrici. Questo studio era stato suddiviso in gruppi in base all’età (1 mese-< ai 2 anni e 2-11 anni rispettivamente). Entrambi gli studi hanno dimostrato che SMOFlipid ha lo stesso profilo di sicurezza del farmaco di comparazione (Intralipid 20%). L’efficacia nello studio pediatrico è stata misurata in base all’aumento di peso, all’altezza, all’indice di massa corporea, alla pre-albumina, alla proteina che lega il retinolo e al profilo di acidi grassi. Non sono state rilevate differenze tra i gruppi in alcun paramentro eccetto nel profilo di acidi grassi dopo 4 settimane di trattamento. Il profilo di acidi grassi nei pazienti in cura con SMOFlipid ha rilevato un aumento di acidi grassi omega-3 nelle lipoproteine plasmatiche e nei fosfolipidi dei globuli rossi e quindi riflette la composizione dell’emulsione lipidica infusa.

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

I singoli trigliceridi hanno diverse velocità di eliminazione ma SMOFlipid come miscela viene eliminato più velocemente rispetto ai trigliceridi a lunga catena (LCT) con livelli di trigliceridi più bassi durante l’infusione. L’olio di oliva, fra i componenti, ha la velocità di eliminazione più bassa (in qualche modo più bassa di quella degli LCT) e i trigliceridi a media catena (MCT) la più alta. L’olio di pesce miscelato con LCT ha la stessa velocità di eliminazione degli LCT da soli.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

In studi pre-clinici, basati su studi di tossicità e genotossicità a somministrazione unica e a dosi ripetute condotti con l’emulsione di SMOFlipid, non si sono osservati altri effetti oltre a quelli attesi dopo l’infusione di dosi elevate di lipidi. In uno studio di tolleranza locale nei conigli è stata osservata una lieve e temporanea infiammazione dopo somministrazione intrarteriosa, paravenosa o sottocutanea. Dopo somministrazione intramuscolare in alcuni animali è stata riscontrata una temporanea moderata infiammazione e necrosi dei tessuti.

In un test su cavie (test di massimizzazione) l’olio di pesce ha evidenziato una moderata sensibilizzazione cutanea. Un test di antigenicità sistemica non ha dato indicazioni sull’evidenza di un potenziale anafilattico dell’olio di pesce.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Glicerolo, lecitina d’uovo, all-rac-α-Tocoferolo, acqua per preparazioni iniettabili, sodio idrossido per l’aggiustamento del pH, sodio oleato.

06.2 Incompatibilità

Indice

SMOFlipid può essere miscelato solamente con altri medicinali per i quali sia stata documentata la compatibilità, vedere paragrafo 6.6.

06.3 Periodo di validità

Indice

2 anni.

Validità dopo la prima apertura del contenitore

La stabilità chimico-fisica dopo l’apertura è stata dimostrata essere di 24 ore a 25°C. Dal punto di vista microbiologico l’emulsione deve essere usata immediatamente. Se non utilizzata immediatamente, i tempi di conservazione dopo l’apertura e le condizioni di conservazione prima dell’uso sono sotto la responsabilità dell’utilizzatore e normalmente non devono superare le 24 ore a 2-8°C.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C. Non congelare.

Conservazione dopo miscelazione

Se a SMOFlipid vengono effettuate delle aggiunte, da un punto di vista microbiologico, le miscele devono essere usate immediatamente. Se le miscele non sono utilizzate immediatamente, i tempi di conservazione dopo l’apertura e le condizioni di conservazione prima dell’uso sono sotto la responsabilità dell’utilizzatore e normalmente non devono superare le 24 ore a 2-8°C, a meno che le aggiunte non siano state effettuate in condizioni asettiche controllate e validate.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

Flaconi in vetro

Vetro di tipo II, incolore con chiusura in gomma butilica.

Sacca per infusione

Il contenitore è costituito da una sacca interna (contenitore primario) con una sovrasacca. Un assorbitore di ossigeno ed un indicatore di integrità (Oxalert TM ) sono posti tra la sacca interna e la sovrasacca.

La sacca interna è costituita da un film polimerico multistrato, in alternativa Excel o Biofine.

La sacca interna Excel è costituita da un copolimero di poli (propilene/etilene), un elastomero termoplastico ed un copoliestere.

La sacca interna Biofine è costituita da un copolimero poli(propilene/etilene) e da un elastomero termoplastico (SEBS e SIS). Le porte di infusione e addizione sono fatte di polipropilene e elastomero termoplastico (SEBS) provviste di tappo in poliisoprene sintetico.

La sovrasacca barriera per l’ossigeno è costituita da polietilene tereftalato e poliolefine o polietilene tereftalato, poliolefine ed il copolimero etilene-vinil alcool (EVOH).

L’assorbitore di ossigeno è costituito da polvere di ferro in un sacchetto di polimero.

L’indicatore di integrità è costituito da una soluzione reattiva all’ossigeno in un sacchetto di polimero.

La sovrasacca, l’assorbitore di ossigeno e l’indicatore di integrità devono essere eliminati dopo l’apertura della sovrasacca. L’indicatore di integrità (Oxalert TM )

reagirà con l’ossigeno libero e cambierà colore dal trasparente al nero in caso di danneggiamento della sovrasacca.

Confezioni:

Vetro Sacca in plastica 100 ml 100 ml

10×100 ml 10×100 ml 250 ml 250 ml

10×250 ml 10×250 ml 500 ml 500 ml

10×500 ml 12×500 ml

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Usare solo se l’emulsione è omogenea

Sacca per infusione: l’indicatore di integrità (Oxalert) deve essere ispezionato prima di rimuovere la sovrasacca. Se l’indicatore è nero, l’ossigeno è penetrato nella sovrasacca ed il prodotto deve essere scartato.

Controllare l’emulsione visivamente per verificare l’assenza di separazione di fase prima della somministrazione. Assicurarsi che l’emulsione finale per l’infusione non presenti alcuna evidenza di separazione di fase.

Solo per un’unica somministrazione. L’emulsione non utilizzata deve essere scartata.

Additivi

SMOFlipid può essere miscelato in condizioni asettiche con aminoacidi, glucosio e soluzioni elettrolitiche per formare una miscela per nutrizione parenterale totale (NPT) “tutto in uno”.

La compatibilità per i diversi additivi e i tempi di conservazione delle diverse miscele sono resi disponibili su richiesta dal titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio.

Le aggiunte devono essere effettuate in condizioni di asepsi.

Il medicinale non utilizzato e i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Fresenius Kabi Italia S.r.l.

Via Camagre 41 – 37063 Isola della Scala (VR)

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

Flacone 100 ml A.I.C. n° 037135011

Flacone 250 ml A.I.C. n° 037135023

Flacone 500 ml A.I.C. n° 037135035

10 flaconi 100 ml A.I.C. n° 037135047

10 flaconi 250 ml A.I.C. n° 037135050

10 flaconi 500 ml A.I.C. n° 037135062

1 Sacca Excel 100 ml A.I.C. n° 037135074

10 Sacche Excel 100 ml A.I.C. n° 037135086

1 Sacca Excel 250 ml A.I.C. n° 037135098

10 Sacche Excel 250 ml A.I.C. n° 037135100

1 Sacca Excel 500 ml A.I.C. n° 037135112

12 Sacche Excel 500 ml A.I.C. n° 037135124

1 sacca biofine da 100 ml A.I.C. n° 037135136

10 sacche biofine da 100 ml A.I.C. n° 037135148

1 sacca biofine da 250 ml A.I.C. n° 037135151

10 sacche biofine da 250 ml A.I.C. n° 037135163

1 sacca biofine da 500 ml A.I.C. n° 037135175

12 sacche biofine da 500 ml A.I.C. n° 037135187

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

18 Giugno 2007/12 Gennaio 2010

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Documento messo a disposizione da A.I.FA. in data: 01/03/2017


Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *