Atenololo Abc Bugiardino. Fonte A.I.Fa.


Se sei un professionista della salute, consulta anche la Scheda Tecnica di Atenololo Abc


ATENOLOLO ABC

100 mg compresse rivestite con film

Atenololo Medicinale equivalente

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Beta-bloccanti selettivi non associati Codice ATC: C07AB03

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Ipertensione arteriosa, compresa quella di origine renale Angina pectoris

Aritmie

Infarto miocardico acuto

CONTROINDICAZIONI

Come gli altri beta-bloccanti, ATENOLOLO ABC non deve essere somministrato a pazienti con: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; bradicardia; blocco atrioventricolare di 2° e 3° grado; scompenso cardiaco non controllato da una terapia adeguata; shock cardiogeno, feocromocitoma non trattato, ipotensione, acidosi metabolica, gravi disturbi della circolazione arteriosa periferica, malattie del nodo del seno

ATENOLOLO ABC non deve essere associato a terapia con verapamil o diltiazem. Atenololo ABC 100 mg compresse rivestite è controindicato nei pazienti in emodialisi.

PRECAUZIONI PER L’USO

Prima di iniziare la terapia con ATENOLOLO ABC segnalare al medico se:

  • Si hanno problemi a livello renale o tiroideo, problemi diabetici o cardiaci, disordini circolatori, difficoltà respiratorie o asma;
  • Si è affetti da angina di Prinzmetal;
  • Si è in stato di gravidanza o si desidera iniziare una gravidanza oppure si è in allattamento;
  • Si è mai verificata una reazione di tipo allergico (per esempio da puntura d’insetto).

Durante il trattamento con ATENOLOLO ABC potrebbe verificarsi una riduzione della frequenza cardiaca. Questo effetto è normale, ma se diventa motivo di preoccupazione è consigliabile consultare il medico.

Nei pazienti diabetici, ATENOLOLO ABC può modificare la normale risposta all’ipoglicemia, che generalmente induce un aumento della frequenza cardiaca.

INTERAZIONI

Prima di iniziare la terapia con ATENOLOLO ABC informare il proprio medico di altri eventuali trattamenti in corso, compresi quelli con farmaci che si acquistano senza ricetta in farmacia.

In particolare, segnalare se si stanno assumendo farmaci per la cura di:

Prima di iniziare il trattamento con ATENOLOLO ABC è necessario che siano trascorse almeno 48 ore dalla sospensione di un eventuale precedente terapia con verapamil o diltiazem, o viceversa.

Segnalare inoltre al medico se si è in trattamento con indometacina o ibuprofene (analgesici) o se si sta facendo uso di decongestionanti nasali o di altri farmaci (che contengono per esempio pseudoefedrina) per il trattamento del raffreddore.

Pubblicità

In caso di assunzione di clonidina, per la cura della pressione arteriosa elevata (ipertensione) o per prevenire l’emicrania, il trattamento di clonidina o di ATENOLOLO ABC non deve essere interrotto senza prima consultare il medico.

L’uso dell’atenololo, in soggetti diabetici in trattamento con insulina e/o antidiabetici orali, può mascherare i sintomi dell’ipoglicemia, in particolare la tachicardia, la sudorazione ed i tremori.

L’atenololo può inoltre accentuare l’effetto ipoglicemizzante dell’insulina e dei farmaci antidiabetici orali.

AVVERTENZE SPECIALI

ATENOLOLO ABC contiene lattosio quindi in caso di accertata intolleranza agli zuccheri contattare il medico curante prima di assumere il medicinale.

Gravidanza e allattamento: l’uso di ATENOLOLO ABC, in donne che sono in gravidanza o che possono iniziarla, richiede un’attenta valutazione dei benefici indotti dalla terapia rispetto ai possibili rischi, particolarmente nel 1° e 2° trimestre di gestazione.

Deve essere usata cautela quando ATENOLOLO ABC viene somministrato a donne che allattano, in quanto si riscontra un accumulo significativo di ATENOLOLO ABC nel latte materno.

I nati da madri che hanno assunto ATENOLOLO ABC poco prima di partorire o durante l’allattamento possono essere a rischio di ipoglicemia e bradicardia. Bisogna porre attenzione quando ATENOLOLO ABC e’ assunto durante la gravidanza o l’allattamento.

ATENOLOLO ABC non deve essere somministrato ai bambini.

Il farmaco e’ ad esclusivo uso personale e non deve essere assunto da altri.

Nell’eventualità di ricovero in ospedale, informare del trattamento in corso con ATENOLOLO ABC il personale medico e, in particolare, l’anestesista, in caso di intervento chirurgico.

Il trattamento con ATENOLOLO ABC non deve essere interrotto , a meno che non venga richiesto dal medico. L’interruzione deve avvenire in maniera graduale.

Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari:

E’ improbabile che l’assunzione di ATENOLOLO ABC influisca sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari. Tuttavia, in alcuni pazienti in trattamento con ATENOLOLO ABC possono, a volte verificarsi capogiri e affaticamento; in caso di presenza di questi sintomi e’ consigliabile non svolgere questa attività.

Per chi svolge attività sportiva: l’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test anti-doping.

DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE

E’ necessario seguire le istruzioni del proprio medico per quanto riguarda dose, modo e frequenza di assunzione delle compresse.

Le compresse devono essere assunte con acqua, preferibilmente sempre alla stessa ora e in una singola somministrazione.

Il miglioramento dello stato di salute non deve comportare l’interruzione del trattamento, a meno che non venga richiesto dal medico. L’interruzione del trattamento deve avvenire in maniera graduale.

La posologia giornaliera indicata e’ riferita ad un adulto.

Ipertensione arteriosa compresa quella di origine renale: una compressa da 100 mg al giorno Di solito il pieno effetto antipertensivo si raggiunge dopo una o due settimane di terapia

Pubblicità

Angina pectoris: la maggior parte dei pazienti risponde alla somministrazione di una compressa da 100 mg al giorno.

  • Aritmie: è possibile una terapia di mantenimento con Atenololo ABC per via orale solo se è richiesta la dose di 100 mg/die.

  • Infarto miocardico acuto: Atenololo ABC non è indicato nell’intervento precoce dell’infarto acuto del miocardio. Può essere usato come terapia di mantenimento quando è richiesta la dose di 100 mg/die. Qualora compaia bradicardia e/o ipotensione (di entità tale da richiedere un intervento terapeutico) o altri gravi effetti collaterali, ATENOLOLO ABC deve essere sospeso.

SOVRADOSAGGIO

In caso di ingestione accidentale di una dose eccessiva di ATENOLOLO ABC, avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

OMISSIONE DI UNA O PIU’ DOSI

Nel caso in cui, per dimenticanza si ometta l’assunzione di una dose, è opportuno assumerla appena possibile. Non devono essere assunte due dosi contemporaneamente.

EFFETTI INDESIDERATI

Durante il trattamento con ATENOLOLO ABC, come con qualsiasi farmaco, si possono verificare talvolta degli effetti indesiderati, anche se non tutti li manifestano.

Con ATENOLOLO ABC si possono verificare:

Disturbi cardiaci

Comunemente: battiti cardiaci rallentati

Raramente: difficoltà di respirazione e/o gonfiore alle caviglie se si è affetti da insufficienza cardiaca; blocco cardiaco (che puo’ causare un anormale battito cardiaco, capogiri, stanchezza o svenimento).

Disturbi vascolari

Comunemente: dita delle mani e dei piedi fredde

Raramente: possibilità di caduta improvvisa della pressione arteriosa nella stazione eretta con possibilità di perdita di coscienza; aggravamento della claudicazione intermittente; intorpidimento e crampo delle dita seguito da sensazione di calore e dolore (fenomeno di Raynaud).

Disturbi del sistema nervoso

Raramente: capogiri, mal di testa; formicolio alle mani o ai piedi.

Disturbi psichiatrici

Non comunemente: disturbi del sonno.

Raramente: cambiamenti dell’umore; incubi; psicosi o allucinazioni (disturbi mentali); aggravamento di sindromi nervose con depressione mentale, catatonia (apatia e riduzione dell’attività motoria), confusione e turbe della memoria.

Disturbi gastrointestinali

Comunemente: disturbi gastrointestinali (nausea, diarrea) Raramente: secchezza della bocca.

Pubblicità

Esami di laboratorio

Comunemente: alterazioni della funzionalità epatica (aumento dei livelli di transaminasi).

Molto rari: e’ stato osservato un incremento di anticorpi antinucleo, tuttavia non e’ chiara la rilevanza clinica.

Disturbi epatobiliari

Raramente: tossicità epatica inclusa la colestasi intraepatica (colorazione gialla della pelle e degli occhi).

Disturbi del sangue e del sistema linfatico

Raramente: porpora (macchie violacee sulla cute); trombocitopenia (riduzione del numero delle piastrine).

Disturbi della pelle e del tessuto sottocutaneo

Raramente: perdita di capelli; eruzioni cutanee compreso l’aggravamento della psoriasi; arrossamenti della cute; inoltre, l’atenololo puo’ esacerbare la depigmentazione nei soggetti affetti da vitiligine.

Disturbi oculari

Raramente: secchezza agli occhi, disturbi della vista.

Disturbi del sistema riproduttore e della mammella

Raramente: impotenza.

Disturbi respiratori, toracici e del mediastino

Raramente: aggravamento delle difficoltà respiratorie se si è affetti da asma o si è sofferto di problemi asmatici.

Disturbi generici

Comunemente: stanchezza.

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

Pubblicità

Ipoglicemia, iperglicemia. Modifica delle concentrazioni ematiche di trigliceridi e colesterolo.

I possibili effetti indesiderati sopra elencati non devono allarmare perché non è certo che questi compaiano.

Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati. Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se si nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informare il medico o il farmacista.

SCADENZA E CONSERVAZIONE

Scadenza:vedere la data di scadenza riportata sulla confezione.

La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato.

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. Questo medicinale non richiede particolari condizioni di conservazione.

I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

TENERE IL MEDICINALE FUORI DALLA PORTATA E DALLA VISTA DEI BAMBINI

COMPOSIZIONE

Pubblicità

Una compressa rivestita con film da 100 mg contiene: Atenololo 100 mg

Eccipienti : cellulosa microcristallina, lattosio monoidrato, povidone, talco, croscarmellosa sodica, magnesio stearato, amido di mais, ipromellosa, titanio diossido, macrogol 6000.

FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO

Compresse rivestite con film

ATENOLOLO ABC 100 mg compresse rivestite con film – Astuccio da 14 compresse ATENOLOLO ABC 100 mg compresse rivestite con film – Astuccio da 42 compresse ATENOLOLO ABC 100 mg compresse rivestite con film – Astuccio da 50 compresse

TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

ABC FARMACEUTICI S.P.A.

Corso Vittorio Emanuele II, 72 – 10121 Torino

PRODUTTORE

OMICRON PHARMA S.R.L. – Via R. Follereau, 25 – 24027 Nembro (BG)

ABC Farmaceutici S.p.A. Canton Moretti,29 10090 – San Bernardo D’Ivrea (TO)

REVISIONE DEL FOGLIO ILLUSTRATIVO DA PARTE DELL’AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO:

Agosto 2012

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *