Pubblicità

Dieta per la psoriasi

La dieta per la psoriasi assume un ruolo importante e può, anche da sola, contribuire ad un decisivo miglioramento dei sintomi e della estensione delle lesioni della psoriasi.

Come regola generale per la prevenzione della psoriasi la dieta da prediligere è una dieta ipocalorica ed evitare assolutamente gli alcolici e il fumo.

Un fattore molto importante, aggravante la psoriasi, è infatti il sovrappeso. I casi di psoriasi sono diminuiti sensibilmente in tempi di scarsa disponibilità di alimenti (ad esempio dopo le due guerre mondiali) mentre aumentano con il crescente benessere.

Questo legame è ben dimostrato dal fatto che la psoriasi è spesso accompagnata dalla sindrome metabolica, la cosiddetta sindrome del benessere legata a superalimentazione e insufficiente movimento.

Pubblicità

La sindrome metabolica è caratterizzata da diabete mellito (Tipo II), ipertensione, ipercolesterolemia e un valore elevato di acido urico (gotta).

Il sovrappeso e l’adiposità aumentano il rischio di sviluppare queste malattie che a loro volta aggravano la psoriasi, spesso già presente, in un circolo vizioso autoalimentantesi.

Già il solo alleggerimento meccanico conseguente alla perdita di peso con una buona dieta per la psoriasi, porta tanti vantaggi per quanto riguarda il decorso della malattia. Questo vale particolarmente per la psoriasi che colpisce le pieghe cutanee (psoriasi invertita) e per la psoriasi artritica.

Dieta per la psoriasi: Alimenti Sconsigliati

Alcool e superalcolici

È stato dimostrato che il consumo regolare o l’abuso di alcolici peggiorano il quadro clinico, da una parte, influenzando negativamente l’aspetto della pelle ma anche creando interazioni con alcuni farmaci, assunti proprio per la cura della psoriasi, che vengono eliminati attraverso il fegato, allo stesso modo dell’alcol.

Alimenti ad alto contenuto di acido arachidonico

Pubblicità

Altri alimenti da evitare sono quelli ad alto contenuto di acido arachidonico.

Di questi fanno parte i salumi e le carni rosse, ma anche la panna, il burro e le uova.

Si dovrebbe ridurre, in generale, l’assunzione di alimenti quali proteine e grassi animali, che oltre agli alimenti già citati comprendono: insaccati, margarina, panna, fritture, sale, formaggi stagionati, latte e derivati, zucchero.

Cibi acidi

Pubblicità

I più comuni cibi acidi sono l’aceto, il limone e gli agrumi (particolarmente il pompelmo), il caffè, la cioccolata ed il thè che contengoso rispettivamente caffeina, teobromina e teofillina.

Dieta per la psoriasi: alimenti consigliati

Tenuto conto che ogni malato di psoriasi reagisce in modo diverso e può sviluppare un’ipersensibilità verso un alimento piuttosto che un altro, si consiglia a chi è affetto da questa patologia di bere molta acqua in modo da contrastare la secchezza della pelle e di privilegiare il consumo di:

  • fibre presenti in cereali
    integrali e legumi
  • fermenti lattici (yogurt)
  • frutta
  • verdura : va incrementato il consumo di verdure amare quali cicoria, radicchio, zucca amara, crescione, soja, barbabietola, cetrioli, tarassaco, bietole e di verdure contenenti beta-carotene come carote e pomodori.
  • pesce : l’effetto benefico di questo alimento è dato dal suo alto contenuto di Omega 3 e di acidi grassi a catena lunga, non saturi. Il loro effetto protettivo nei confronti dell’aterosclerosi è conosciuto da tempo, e più recentemente sono stati impiegati anche nelle malattie reumatiche e nella psoriasi come inibitori dell’infiammazione grazie alla loro funzione di antagonisti dell’acido arachidonico, che gioca un ruolo importante nella genesi e nel mantenimento del processo infiammatorio.

Dieta per la psoriasi: altre raccomandazioni

Abbiamo visto come sia desiderabile, nella dieta per la psoriasi, utilizzare molta frutta e verdura, ma non tutta la verdura e la frutta, sono indicate: melanzane, pomodori crudi, peperoni e peperoncino crudi e cotti, alimenti particolarmente speziati, patate e cachi sono da evitare.

Grano, mela, crostacei, carne, uova e caffè sono alimenti che risultano maggiormente incriminati come causa di intolleranze e che di conseguenza possono essere coinvolti anche nelle crisi di psoriasi.

Pubblicità

Per contrastare la psoriasi è necessario che nella dieta ci siano tutte le vitamine che riparano e proteggono la pelle come le vitamine del gruppo B, le vitamine A, C, D e E.

Infine è importante equilibrare l’assunzione di omega 3 e 6, e assumere zinco, conosciuto anche per la sua capacità di riparare le lesioni della pelle.

Pubblicità

Risulta molto efficace anche un integratore a base di calcio e magnesio che, assunti insieme, attenuano gli stati d’ansia e riducono la frequenza degli episodi psoriasici.

Oltre ad una sana e mirata alimentazione la medicina alternativa consiglia di curare la psoriasi anche con la fitoterapia.

Sono consigliati: mirto, bergamotto, camomilla, geranio, ginepro, lavanda, sandalo, melissa, mirra e carota; una della piante officinali più adatte è la bardana (depurativa) da assumere in capsule o sotto forma di unguento, oppure il tris tarassacocarciofofumaria che assicurano lo smaltimento delle tossine e aiutano a rinforzare la salute della pelle.

Altri articoli sullo stesso argomento:

  • La psoriasi: sintomi, diagnosi e terapia
  • PASI: psoriasis area severity index
  • PSOCARE: i centri di riferimento per la cura della psoriasi
  • Dieta per la psoriasi
  • Artrite psoriasica
  • Terapia locale della psoriasi
  • Fototerapia nella psoriasi
  • Terapia sistemica della psoriasi
  • Farmaci biologici nella psoriasi
  • Terapie naturali della psoriasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche: