Home Schede Tecniche Nasacort: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Nasacort: Scheda Tecnica e Prescrivibilità

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto

Nasacort: ultimo aggiornamento pagina: (Fonte: A.I.FA.)

Se sei un paziente, consulta anche il Foglietto Illustrativo (Bugiardino) di Nasacort 55 mcg /dose, spray nasale, sospensioneINDICE DELLA SCHEDA

Nasacort: la confezione

Advertisements

01.0 Denominazione del medicinale

Indice

NASACORT 55 microgrammi/dose, spray nasale, sospensione

02.0 Composizione qualitativa e quantitativa

Indice

Ogni flacone di NASACORT contiene 6,5 g o 16,5 g di sospensione acquosa (con 3,575 mg o 9,075 mg di triamcinolone acetonide). Una dose erogata contiene 55 µg di triamcinolone acetonide.

Eccipiente con effetti noti: 15 microgrammi di benzalconio cloruro/dose erogata Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere il paragrafo 6.1.

Advertisements

03.0 Forma farmaceutica

Indice

Spray nasale, sospensione.

Si presenta come una sospensione in mezzo acquoso, inodore, biancastra e tissotropica, di microcristalli di triamcinolone acetonide.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Indice

NASACORT è indicato per il trattamento della sintomatologia delle riniti allergiche stagionali e perenni.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Indice

Posologia

Pazienti con età dai 12 anni in poi: la dose iniziale raccomandata è di 220 microgrammi corrispondente a 2 spruzzi in ciascuna narice una volta al giorno. Una volta che i sintomi sono sotto controllo i pazienti possono essere sottoposti a terapia di mantenimento con 110 microgrammi (corrispondenti ad uno spruzzo per narice una volta al giorno).

Bambini dai 6 ai 12 anni: la dose raccomandata è di 110 microgrammi corrispondente a 1 spruzzo in ciascuna narice una volta al giorno. In pazienti con sintomi più gravi, può essere usata una dose di 220 microgrammi. Una volta raggiunto il controllo dei sintomi, i pazienti devono essere sottoposti a terapia di mantenimento con la minima dose efficace (vedere paragrafì 4.4 e 5.1).

Popolazione particolare

Pololazione pediatrica

Fino a quando ulteriori dati saranno resi disponibili, non è consigliato l’uso continuato oltre i 3 mesi nei bambini al di sotto dei 12 anni.

Modo di somministrazione

NASACORT è solo per uso intranasale.

È importante agitare il flacone delicatamente prima di ogni uso.

Il dispositivo nasale eroga 55 µg di triamcinolone acetonide per spruzzo (valutato attraverso tests in vitro) dopo un’iniziale carica spruzzando 5 volte a vuoto fino ad ottenere una sottile nebulizzazione.

NASACORT rimarrà così adeguatamente caricato per 2 settimane.

Se il prodotto rimane inutilizzato per più di 2 settimane, può essere ricaricato con uno spruzzo a vuoto. L’erogatore deve essere rivolto lontano da voi mentre spruzzate.

Dopo l’uso dello spray: pulire delicatamente l’erogatore con un fazzoletto pulito di carta o anche di tessuto e riposizionare il cappuccio.

Se l’erogatore non funzionasse e dovesse essere bloccato, pulirlo come descritto di seguito. Non tentare MAI di sbloccarlo, o di allargare il foro dell’erogatore con un ago o altro oggetto acuminato, in quanto ciò distrugge il meccanismo di spruzzo.

Lo spray nasale deve essere pulito almeno una volta alla settimana o anche più spesso se si blocca.

PER PULIRE LO SPRAY

Rimuovere solamente il cappuccio e l’erogatore *

Mettere a bagno in acqua tiepida per qualche minuto sia il cappuccio che l’erogatore, quindi sciacquare con acqua corrente fredda di rubinetto

Scuotere per rimuovere l’acqua in eccesso e poi lasciare asciugare all’aria

Re-inserire l’erogatore dello spray sul flacone

Caricare l’unità di spruzzo come necessario fino alla produzione di una sottile nebulizzazione ed utilizzare come di solito.

* la parte è indicata nel disegno sotto riportato

Inoltre, il flacone non va utilizzato oltre i 30 spruzzi e/o per più di un mese dall’apertura (flacone da 6,5 g), oppure oltre i 120 spruzzi e/o per più di 2 mesi dall’apertura (flacone da 16,5 g).

Non trasferire la sospensione rimasta in un altro flacone.

04.3 Controindicazioni

Indice

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Indice

Se per qualsiasi ragione si suppone che la funzione surrenale sia compromessa, si dovrà procedere con particolare cautela dovrà essere usata nel momento in cui si passa da un trattamento steroideo per via sistemica al NASACORT spray nasale.

In studi clinici con NASACORT, somministrato per via intranasale, si sono sviluppate rare infezioni localizzate a livello nasale e della faringe dovute a Candida albicans. Se ciò accade, si può rendere necessario un trattamento con un’appropriata terapia locale e l’interruzione temporanea del NASACORT.

A causa dell’effetto inibitorio dei corticosteroidi sulla cicatrizzazione di ferite, nei pazienti che abbiano avuto di recente ulcere del setto nasale, interventi chirurgici o traumi in regione nasale, NASACORT deve essere usato con cautela fino ad avvenuta cicatrizzazione.

Con l’utilizzo di corticosteroidi intranasali si possono verificare effetti sistemici, in particolare con alte dosi somministrate per un periodo prolungato.

Questi effetti sono molto meno probabili che con corticosteroidi per via orale e possono variare nei singoli pazienti e tra le diverse preparazioni di corticosteroidi. I potenziali effetti sistemici possono includere la sindrome di Cushing, aspetto Cushingoide, soppressione surrenale, ritardo della crescita in bambini e adolescenti, cataratta, glaucoma e, più raramente, una serie di effetti psicologici e comportamentali tra cui iperattività psicomotoria, disturbi del sonno, ansia, depressione o aggressività (in particolare nei bambini).

Il trattamento con dosi superiori a quelle raccomandate può portare ad una soppressione clinicamente significativa della funzione surrenale. Se vi è la necessità di utilizzare dosi superiori a quelle raccomandate, deve essere presa in considerazione la possibilità di una copertura addizionale con corticosteroidi per via sistemica durante i periodi di stress o per interventi chirurgici di elezione.

In pazienti trattati con corticosteroidi per via nasale sono stati riportati glaucoma e/o cataratta. Pertanto, è giustificato un attento monitoraggio nei pazienti con alterazione della vista o con anamnesi di aumento della pressione intraoculare, glaucoma e/o cataratta.

Disturbi visivi

Con l’uso di corticosteroidi sistemici e topici possono essere riferiti disturbi visivi. Se un paziente si presenta con sintomi come visione offuscata o altri disturbi visivi, è necessario considerare il rinvio a un oculista per la valutazione delle possibili cause che possono includere cataratta, glaucoma o malattie rare come la corioretinopatia sierosa centrale (CSCR), che sono state segnalate dopo l’uso di corticosteroidi sistemici e topici.

NASACORT contiene benzalconio cloruro,l’uso prolungato può causare edema della mucosa nasale. Popolazione pediatrica

Dato che l’esperienza clinica con NASACORT nei bambini sotto i 6 anni di età è limitata, è sconsigliato l’utilizzo del prodotto in questa fascia di età.

È stato segnalato ritardo nella crescita in bambini in trattamento con corticosteroidi intranasali, incluso NASACORT ai dosaggi autorizzati. Vedere paragrafo 5.1.

Si raccomanda di controllare regolarmente l’altezza dei bambini sottoposti a trattamenti con corticosteroidi intranasali. La terapia deve essere gestita in modo da ridurre la dose di corticosteroidi intranasali, se possibile, al dosaggio più basso con il quale sia possibile mantenere un effettivo controllo dei sintomi. In aggiunta, si deve considerare la possibilità di inviare il paziente da uno specialista in pediatria.

Sono sconosciuti gli effetti a lungo termine di ritardo nella crescita associati ai corticosteroidi per via nasale, e l’impatto che si può avere sull’altezza finale dell’adulto.

04.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

Indice

Si ritiene che il trattamento concomitante con inibitori di CYP3A, compresi i medicinali contenenti cobicistat, possa aumentare il rischio di effetti indesiderati sistemici. L’associazione deve essere evitata a meno che il beneficio non superi il maggior rischio di effetti indesiderati sistemici dovuti ai corticosteroidi; in questo caso è necessario monitorare i pazienti per verificare l’assenza di effetti indesiderati sistemici dovuti ai corticosteroidi.

04.6 Gravidanza e allattamento

Indice

L’esperienza clinica in donne in gravidanza è limitata. In studi su animali, i corticosteroidi hanno mostrato effetti teratogeni. Triamcinolone acetonide può passare nel latte materno. Triamcinolone acetonide non deve essere somministrato in gravidanza o durante l’allattamento a meno che il beneficio terapeutico per la madre non sia superiore al potenziale rischio per il feto/neonato.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Indice

NASACORT non altera o altera in modo trascurabile la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

Indice

Gli eventi avversi segnalati negli studi clinici con NASACORT più comunemente hanno coinvolto le mucose del naso e della gola.

È stata utilizzata la seguente terminologia per classificare la ricorrenza delle reazioni avverse:

Molto comune ≥ 1/10, comune ≥1/100 e <1/10; non comune ≥ 1/1000 e <1/100; raro ≥ 1/10000 e < 1/1000, molto raro <1/10000 e non nota (la frequenza non può essere stimata dai dati disponibili).

All’interno di ciascuna classe di frequenza, gli effetti indesiderati sono riportati in ordine decrescente di gravità. Le reazioni avverse più frequenti negli adulti e nei bambini di 6 anni di età e oltre sono state:

Infezioni e infestazioni

Comune: sindrome influenzale, faringite, rinite

Disturbi del sistema immunitario

Non nota: ipersensibilità (inclusi eruzione cutanea, orticaria, prurito ed edema facciale)

Disturbi psichiatrici Non nota: insonnia

Patologie del sistema nervoso

Comune: mal di testa

Non nota: vertigini, alterazioni del gusto e dell’olfatto

Patologie dell’occhio

Non nota: corioretinopatia,cataratta, glaucoma, aumento della pressione oculare, visione offuscata (vedere anche paragrafo 4.4)

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche Comune: bronchite, epistassi, tosse

Raro: perforazioni del setto nasale

Non nota: irritazione nasale, secchezza delle mucose, congestione nasale, starnuti, dispnea

Patologie gastrointestinali Comune: dispepsia, disturbi ai denti Non nota: nausea

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Non nota: stanchezza

Esami diagnostici

Non nota: ridotto cortisolo nel sangue

Durante uno studio clinico post-marketing con NASACORT è stata osservata una riduzione della velocità di crescita nei bambini (vedere paragrafo 5.1).

Con i corticosteroidi per via intranasale si possono verificare patologie sistemiche, soprattutto se prescritti a dosi elevate per periodi prolungati. In bambini che assumono steroidi per via intranasale è stato riportato ritardo nella crescita.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzohttp://www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione- avversa.

04.9 Sovradosaggio

Indice

Come per gli altri corticosteroidi somministrati per via nasale, il sovradosaggio acuto con il NASACORT è improbabile prendendo in considerazione la quantità totale del principio attivo presente.

Nell’eventualità che l’intero contenuto del flacone sia stato assunto tutto in una volta sola, sia per via orale che nasale, molto probabilmente non verranno osservati effetti indesiderati di tipo sistemico clinicamente significativi. In caso di ingestione per via orale, il paziente può presentare effetti gastrointestinali.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Indice

Categoria farmacoterapeutica : DECONGESTIONANTI E ALTRE PREPARAZIONI NASALI PER USO TOPICO, Corticosteroidi, codice ATC: R 01 AD11

Meccanismo d’azione

Il triamcinolone acetonide è un derivato più potente del triamcinolone ed è circa 8 volte più potente del prednisone. Sebbene sia sconosciuto il preciso meccanismo dell’azione antiallergica dei corticosteroidi, essi sono molto efficaci nel trattamento delle malattie allergiche nell’uomo.

Effetti farmacodinamici

NASACORT non ha un immediato effetto sui segni e sintomi allergici. Un loro miglioramento, in alcuni pazienti, può essere osservato entro il primo giorno di trattamento con NASACORT e la loro attenuazione può verificarsi dal 3° al 4° giorno. Quando si interrompe prematuramente il trattamento con NASACORT, i sintomi possono non ripresentarsi per diversi giorni.

Negli studi clinici eseguiti negli adulti e nei bambini con dosi fino a 440 µg/die per via intranasale, non è stata osservata alcuna inibizione dell’asse ipotalamico-ipofisario-surrenale.

E’ stato condotto uno studio a gruppi paralleli, controllato verso placebo, in doppio cieco, della durata di un anno in 298 pazienti pediatrici (da 3 a 9 anni d’età) per valutare l’effetto di NASACORT (dose di 110 microgrammi una volta al giorno) sulla velocità di crescita utilizzando lo stadiometro. Da un’analisi primaria dei pazienti valutabili (134 NASACORT e 133 placebo), la velocità stimata di crescita nel gruppo NASACORT è stata di 0,45 cm all’anno più bassa rispetto al gruppo placebo, con CI del 95% variando da 0,11 a 0,78 cm all’anno in meno rispetto al placebo. La differenza tra i gruppi di trattamento è iniziata entro 2 mesi dall’inizio della somministrazione del farmaco. Dopo l’interruzione del trattamento durante il follow-up di 2 mesi si è osservato che la velocità di crescita media nel gruppo di trattamento ritornava ai valori basali (pre-trattamento).

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Indice

La somministrazione di una dose singola per via intranasale di 220 µg di NASACORT in soggetti adulti sani ed in pazienti con rinite allergica ha dimostrato un basso assorbimento del triamcinolone acetonide.

Il picco medio di concentrazione plasmatica è stato di circa 0,5 ng/ml (da 0,1 a 1 ng/ml) e si è manifestato 1 ora e mezza dopo la somministrazione. La concentrazione plasmatica media del farmaco è stata inferiore a 0,06 ng/ml dopo 12 ore e al di sotto del limite di sensibilità del test utilizzato dopo 24 ore. L’emivita plasmatica finale media è stata di 3,1 ore. Nei soggetti sani e nei pazienti è stata dimostrata una diretta proporzionalità dose-concentrazione plasmatica in seguito a somministrazione intranasale di una singola dose di 110 µg o 220 µg di NASACORT.

A seguito di somministrazioni multiple in pazienti in età pediatrica, le concentrazioni plasmatiche del farmaco, l’AUC, la Cmax

e Tmax

sono risultate simili ai valori osservati nei pazienti adulti.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Indice

Negli studi preclinici, sono stati osservati solamente effetti tipici dei glucocorticoidi.

Come altri corticosteroidi, il triamcinolone acetonide (somministrato per inalazione o per altre vie) ha dimostrato di essere teratogeno nei ratti e nei conigli, con esiti di palatoschisi e/o idrocefalia interna e difetti assiali scheletrici . Effetti teratogeni, comprese le malformazioni a livello del Sistema Nervoso Centrale e del cranio, sono stati anche osservati in primati non umani.

I test di mutazione genetica in vitro non hanno evidenziato effetti mutageni.

I test di carcinogenicità nei roditori dimostrano che non c’è aumento di incidenza di tumori specifici.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Indice

Cellulosa microcristallina e carmellosa sodica (cellulosa dispersibile),

polisorbato 80,

acqua purificata,

glucosio anidro,

benzalconio cloruro (soluzione 50% p/v)

disodio edetato.

Acido cloridrico o sodio idrossido (per aggiustare il pH).

06.2 Incompatibilità

Indice

Non applicabile.

06.3 Periodo di validità

Indice

In confezionamento integro: 2 anni .

Dopo la prima apertura del flacone: 1 mese per il flacone da 6,5 g (30 spruzzi) e 2 mesi per il flacone da 16,5 g (120 spruzzi).

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Indice

e.

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Per le condizioni di conservazione dopo la prima apertura del medicinale vedere paragrafo 6.3.

06.5 Natura e contenuto della confezione

Indice

NASACORT è contenuto in un flacone di polietilene ad alta densità (HDPE) da 20 ml con valvola dosatrice.

Un flacone di NASACORT contiene 6,5 g o 16,5 g di sospensione ed eroga 30 spruzzi o 120 spruzzi rispettivamente.

È possibile che non tutti i flaconi siano commercializzati.

06.6 Istruzioni per l’uso e la manipolazione

Indice

Nessuna istruzione particolare.

07.0 Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Indice

Sanofi S.p.A. – Viale L. Bodio, 37/B – Milano

08.0 Numeri delle autorizzazioni all’immissione in commercio

Indice

spray nasale flacone da 120 spruzzi 55 mcg – AIC: 033938010 spray nasale flacone da 30 spruzzi 55 mcg – AIC: 033938022

09.0 Data della prima autorizzazione/Rinnovo dell’autorizzazione

Indice

Data prima autorizzazione: Giugno 1998 Data ultimo Rinnovo: Gennaio 2007

10.0 Data di revisione del testo

Indice

Documento messo a disposizione da A.I.FA. in data: 17/01/2018

PRESCRIVIBILITÀ ED INFORMAZIONI PARTICOLARI

Torna all’indice

Nasacort – Spray Nas 120 D 55 mcg (Triamcinolone Acetonide)
Classe C: A totale carico del cittadino NotaAIFA: Nessuna Ricetta: Ricetta Ripetibile Tipo: Etico Info: Nessuna ATC: R01AD11 AIC: 033938010 Prezzo: 21 Ditta: Sanofi Spa


FARMACI EQUIVALENTI (stesso principio attivo)

Indice

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 22/7/1982, con voti 110 e lode, discutendo la tesi dal titolo: “Aspetti clinici e di laboratorio di un nuovo enteropatogeno: il Clostridium difficile“. Abilitato all’ esercizio della professione medica nell’ ottobre 1982 Iscritto all’ Albo dei Medici di Roma e Provincia il 26/1/1983